Menu

La risposta del dirigente del GAA Generali alle proteste degli agenti ritenutisi offesi. Il rimedio sembra essere peggiore del male In evidenza

La risposta del dirigente del GAA Generali alle proteste degli agenti ritenutisi offesi. Il rimedio sembra essere peggiore del male

MILANO - Non si è fatta attendere la risposta di Roberto Romani all’ondata di critiche per il suo imbarazzante editoriale su un organo di stampa del GAA Generali, nel quale assimilava a “brutti anatroccoli” e ad “animali” raccolti nell’Arca di Noè gli agenti delle Compagnie in corso di accorpamento nella nuova rete Generali Italia.
Invece dell’attesa spiegazione e, magari, di un minimo di autocritica, Il dirigente del GAA Generali ha preferito rincarare la dose, cercando conforto nel contenuto di un articolo (di non chiara attinenza), scritto 18 anni orsono dal sociologo Francesco Alberoni dal titolo (inquietante, dato il contesto), “Un popolo svanisce quando perde identità e tradizioni", del quale alleghiamo una copia. Ma è il commento del dirigente del Gruppo Agenti Generali a lasciare ancora una volta sbigottiti. La lettera, indirizzata agli agenti Generali, ma anche ai presidenti dei Gruppi agenti Unat-Toro, Ina Assitalia, Gaat-Toro, Augusta, adombra che il coro di proteste per gli insulti rivolti ai colleghi delle compagnie acquisite dal Leone sia da attribuire ad una manovra orchestrata da non si sa chi e non si comprende bene per quali ragioni.
“Come già evidenziato – scrive Romani - ho voluto esprimere nell’editoriale un mio pensiero personale sulle conseguenze della globalizzazione e delle possibili riorganizzazioni aziendali e non la visione istituzionale del Gruppo Agenti Generali, e sono alquanto attonito nel constatare che così non è stato interpretato, ma che qualche abile ‘regista occulto’ ha voluto orchestrare un ‘caso politico’ proprio ora in questa fase, dopo oltre un mese dalla diramazione del mio editoriale e non ha chiesto chiarimenti nel giorno stesso della pubblicazione. Mi rincresce – continua la lettera di Romani - che ci siano stati colleghi degli altri brand della galassia Generali che si siano sentiti chiamati in causa e che si sentano discriminati, se così è stato, mi dispiace perché l’intento era quello di esprimere una “libera” opinione, tant’è che il 18 settembre il sottostante editoriale del presidente Cirasola metteva in luce altri aspetti, se vogliamo anche in contraddizione con quanto da me sostenuto. Il presidente ha scritto: ….Cari colleghi di Generali Italia, mi rivolgo a tutti, anche a coloro che provengono dalle altre ex-reti, dove ci sono tanti seri e bravi agenti,  con i quali dobbiamo interagire reciprocamente per poter crescere tutti, professionalmente e associativamente: oggi dobbiamo unire le forze perché ciò che ci accomuna principalmente è il disagio…..
Ora – domanda Romani - mi spiegate come mai il tam tam di critiche al mio editoriale è iniziato dopo la diffusione dell'editoriale del presidente? Come mai l’editoriale a firma di Vincenzo Cirasola non ha avuto la stessa risonanza politica del mio? Come mai non è stato divulgato a tutti gli agenti associati ai Gruppi Agenti degli altri brand, come è stato fatto per il mio? Non sentite anche voi odore di strumentalizzazione? Io si, e credo anche molti di voi. Mi chiedo, e vi chiedo, solo a chi giova questa divisione tra di noi. Perché mettere i gruppi aziendali uno contro l’altro? A che pro? Perché forse dei gruppi divisi e non uniti non sono più una forza difficile da contrastare? A voi le risposte”.
Già, colleghi di Generali Italia, a voi le risposte. A voi, colleghi provenienti “dalle altre ex reti dove ci sono tanti seri e bravi agenti”, (tanti, ma non tutti, evidentemente, nella visione del Presidente del GAA Generali); a voi, colleghi ai quali proprio chi alimenta la cultura della divisione ha domandato: “a chi giova questa divisione tra noi?”; a voi, colleghi che un giorno venite trattati da brutti anatroccoli ed animali dell’arca di Noè e, il giorno dopo, da aspiranti cigni ed animali di razza; a voi, colleghi ai quali è affidato l’incarico di perpetuare la specie, ma soltanto attraverso la conservazione della tradizione e non tramite una crescita possibile con lo scambio e l’integrazione delle diverse esperienze ("Oggi noi, ho l’impressione, che volutamente la nostra “nuova” Compagnia e i nostri “nuovi” top-manager, provino a demolire la tradizione e a non rispettare la storia", è sfuggito al presidente del GAA, Cirasola, nel citato editoriale).
Già, colleghi… a voi le risposte.
Mario Alberti

8 commenti

  • mesulanum
    mesulanum Martedì, 20 Ottobre 2015 09:14 Link al commento

    I Cirasola generano questi mostri!!

  • Petronio
    Petronio Lunedì, 19 Ottobre 2015 18:10 Link al commento

    Questo conservatorismo ad ogni costo calzerebbe meglio al presidente della fondazione del museo archeologico che a quello di un sodalizio di agenti di assicurazione. Romani non ha capito che se un titolare di carica politica o sindacale vuol parlare a titolo personale, non può farlo firmando un editoriale su un organo ufficiale della propria organizzazione. A parte le infelici metafore di questo personaggio, tutto sommato, di secondo piano, occorre invece dare il giusto peso a quelle di Cirasola, uomo di punta tanto nel Gaa Generali quano in .Anapa. È lui che ha paragonato la rete Generali ad un palazzo d'epoca del 1831 da restaurare, abbellire e ammodernare. Questo è il concetto che Cirasola ha della rete della più grande impresa assicurativa italiana: una cosa da restaurare e abbellire (quanto all'ammodernamento, il concetto stride con quello di restaurazione e l'unica cosa che si può ammodernare in una struttura restaurata, mi risulta, sono solo le toilettes). Se io fossi un iscritto al Gaa Generali mi verrebbero i brividi a pensare che il mio gruppo è in mano a un personaggio che ha a cuore il passato molto più del futuro è il mio gabinetto molto più che la mia intera casa.

  • Felic
    Felic Lunedì, 19 Ottobre 2015 14:18 Link al commento

    BANTITI !!!

  • Giovanniprimo
    Giovanniprimo Lunedì, 19 Ottobre 2015 14:16 Link al commento

    immaginate il nuovo sindacato ANAPA & C. ? Aprite gli occhi Colleghi , trattasi di una BANDA .

  • Giacomo Anedda
    Giacomo Anedda Lunedì, 19 Ottobre 2015 10:55 Link al commento

    " un mio pensiero personale sulle conseguenze della globalizzazione"; nel Gaa Generali, solo grandi statisti!

  • Felice
    Felice Lunedì, 19 Ottobre 2015 07:41 Link al commento

    Aggiungerei che il presidente di un GAA ha citato in giudizio un altro presidente di GAA, tutti due delle Generali, che un altro presidente di GAA ha scritto che quelli del GAG si sentono superiori ecc ecc PENSATE COSA ACCADREBBE IN UN SINDACATO COMANDATO DAI GRUPPI come vorrebbe Anapa Unapass e Saporito

  • Luca
    Luca Domenica, 18 Ottobre 2015 22:26 Link al commento

    Questa polemica nasconde un doppio disagio: quello di una ristrutturazione forte del sistema che ha divorato marchi importanti da Ina a ras, da Wintertuhr a lord adriatico, da Toro a fondiaria. E una crisi gravissima delle agenzie. La risposta può essere di due tipi. Uno fra lo smarrimento e il richiamo a tradizioni che non esistono più e che l'abbandono del fpa da parte di Ania ne è in qualche modo il suggello. O la via, che ci indica l'Europa di una sempre maggiore professionalizzazione della intermediazione, più lontana e autonoma anche se non contrapposta alle Compagnie.

  • Vincenzo P.
    Vincenzo P. Domenica, 18 Ottobre 2015 22:04 Link al commento

    CHE TRISTEZZA...

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700