Logo
Stampa questa pagina

Dal 1° luglio Equitalia è cancellata, ma i debiti no. La tecnica dello struzzo non è una buona idea: meglio controllare la propria posizione In evidenza

Dal 1° luglio Equitalia è cancellata, ma i debiti no. La tecnica dello struzzo non è una buona idea: meglio controllare la propria posizione

MILANO - Dal 1° luglio 2017 Equitalia è sostituita dalla nuova Agenzia delle Entrate-Riscossione. Ma attenzione: le cartelle esattoriali, le iscrizioni a ruolo e tutti i procedimenti in corso rimangono a carico del debitore e sarà il nuovo ente riscossore pubblico a prendere le pratiche in gestione. L’Agenzia delle Entrata ha inoltre poteri nuovi e maggiori rispetto ad Equitalia e può accedere direttamente ai conti dei contribuenti per recuperare il dovuto inevaso.
Utilizzare la tecnica dello struzzo e sperare che il problema si risolva magicamente da sé non è una buona idea: per evitare l’intervento invasivo del nuovo ente di riscossione, molto meglio verificare la propria situazione debitoria presso gli sportelli Equitalia e far esaminare tutta la documentazione: si potrebbe scoprire che alcune somme iscritte a ruolo sono ormai prescritte o potrebbero ravvisarsi vizi nelle notifiche degli atti che ne comportano la nullità o l’annullabilità e consentono il ricorso in sede giudiziale. Infine, concordare una rateazione è sempre possibile.
Alessandra Schofield