Menu

Arresti eccellenti in Veneto. Coinvolti dirigenti della Cattolica Assicurazioni. Il commento del Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi In evidenza

Arresti eccellenti in Veneto. Coinvolti dirigenti della Cattolica Assicurazioni. Il commento del Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi

MILANO - Ci sarebbe ancora una volta una storia di orologi di gran valore dietro agli arresti scattati in queste ore nel Veneto. Coinvolti, fra gli altri, anche il direttore amministrativo e un ex dirigente della Cattolica Assicurazioni. Secondo l'accusa, in cambio di regalie, funzionari del Fisco avrebbero chiuso un occhio (meglio sarebbe dire tutti e due gli occhi, ndr), accordando sconti milionari a sanzioni già emesse a carico di una società del Gruppo. Secondo la ricostruzione degli inquirenti una multa da 8,8 milioni di euro sarebbe stata "addomesticata" e ridotta a 2,6 milioni. Anche il Presidente della Cattolica Assicurazione (non raggiunto peraltro da alcun avviso di garanzia, ndr) - stando ad alcune indiscrezioni giornalistiche - comparirebbe spesso nelle carte in mano alla Procura della Repubblica.
"Dopo il caso Fondiaria-Sai, Carige (ora Amissima), Itas, si torna a parlare di malversazioni e comportamenti sanzionabili in una Compagnia assicurativa. Finalmente l’Ivass - commenta il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi - comprenderà che tutte le cautele, a volte esagerate ed esasperanti, rivolte agli Agenti, a volte sospettati in via pregiudiziale di comportamenti poco lineari, andrebbero forse rivolte alle Compagnie ed a chi le amministra dall’interno! Ribadisco che - aggiunge Demozzi - un singolo comportamento scorretto di un alto dirigente di Compagnia è in grado di arrecare al bilancio dell’Impresa ed alla comunità un danno molte volte superiore alla somma di tutti i piccoli danni causati dagli Agenti in anni di accertamenti. Questo forse è sfuggito sia al Legislatore che all’Istituto di vigilanza. Norme e regolamenti andrebbero corretti tenendo conto di questa constatazione".
Luigi Giorgetti

5 commenti

  • angela
    angela Venerdì, 23 Giugno 2017 12:14 Link al commento

    SCADALOSO, NON SOLO PROVVIGIONI AL 44 %, MA ANCHE POLIZZE PLURIENNALI CON PAGAMENTO ANTICIPATO,TIPO LA GAP BMW. E NON ENTRO NEL MERITO DELLE GARANZIE, FRANCHIGIE E ALTRO.

    ANGELA

  • felixe
    felixe Lunedì, 19 Giugno 2017 20:20 Link al commento

    Auspichiamoci che la emittenda scomunica papale ci salvi da questi ladri e corrotti.... la giustizia divina esiste......tranquilli. ......

  • balilla
    balilla Lunedì, 19 Giugno 2017 12:21 Link al commento

    Il sistema bancario è ancora peggio, lì nessuno paga, o pagano soltanto i quadri intermedi. Non ho visto avvisi di garanzia emessi da nessuna Procura della Repubblica ad amministratori, direttori generali e a tutti i mega dirigenti di Banche. hanno emesso alcuni avvisi di garanzia e non potevano fare altrimenti, ai dirigenti di MPS , Carige, delle banche venete, e delle famose 4 banche di cui si parla da parecchio tempo. Il problema è che quando una banca è sull'orlo del "default" la banca deve essere salvata dai suoi azionisti, dai suoi obbligazionisti e dai suoi correntisti. Se dopo tali interventi i soldi non bastano allora scatta il "bail.in" Ovvero pagano anche i correntisti che avevano avuto fiducia in quella banca e lì avevano depositato i loro risparmi. Sono colpevoli di avere avuto fiducia nel sistema bancario. Una cosa che è passata sotto silenzio è che è stato modificato l'art. 1834, del c.c. che prima diceva che quando una persona depositava dei soldi in banca, cedeva il possesso ma non la proprietà, mentre ora oltre al possesso cede anche la proprietà dei suoi soldi. Sapete come hanno giustificato questa operazione, hanno detto che è servita per "armonizzare" il sistema bancario. Pensate a come ci siamo ridotti in Italia. La politica non funziona e fa soltanto casini basta conservare la poltrona. La magistratura dovrebbe indagare più a fondo su tutto il sistema bancario ed assicurativo, in special modo quando molti di questi mega dirigenti sono già "attenzionati" da informative della Guardia di Finanza. Se le Compagnie di assicurazione invece di cercare di schiacciare gli Agenti di assicurazione, facessero chiarezza al loro interno e liquidassero i dirigenti fasulli e/o infedeli che potrebbero arrecare o hanno arrecato
    danni alla compagnia stessa, forse le cose nel ramo assicurativo andrebbero molto meglio. Demozzi non mollare, quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.

  • pietro
    pietro Domenica, 18 Giugno 2017 09:25 Link al commento

    Una spesa per gli organi sociali e la dirigenza indecente, clientele e famigliari ben foraggiati attraverso mandati agenziali, subagenziali, broker, consulenze varie. Tutto un sottobosco che si alimenta e sostiene a vicenda. Ovviamente, come in Itas nessuno vede o sente, la politica (compresi un po di strutture della chiesa) ci sguazza, e agenti e azionisti pagano!

  • felixe
    felixe Sabato, 17 Giugno 2017 22:54 Link al commento

    .......il fisco potrebbe sanare il debito dello Stato italiano. Penso che la Cattolica sia solo la punta dell'iceberg......

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700