Menu

L’accordo Generali Italia sulla contitolarità dei dati è insidioso per gli Agenti. Punto per punto l'analisi del testo. La posizione dello SNA In evidenza

L’accordo Generali Italia sulla contitolarità dei dati è insidioso per gli Agenti. Punto per punto l'analisi del testo. La posizione dello SNA

MILANO - Ci risiamo. Ancora una volta la cessione dei diritti e delle prerogative degli Agenti viene spacciata per una grande conquista da parte del Presidente del Gruppo Agenti Generali Italia, Vincenzo Cirasola. Il “Protocollo di intenti in materia di trattamento dei dati personali del clienti” non era allegato alla circolare del Gruppo Agenti Generali Italia che ha annunciato la grande conquista per gli Agenti del Leone: la contitolarità, con la Compagnia, dei dati dei clienti.
A leggere la comunicazione firmata dal presidente del Gruppo Agenti ci si trova di fronte a un risultato che “rimarrà nella storia del Gruppo Agenti Generali Italia che continua ad essere un punto di riferimento anche per altri Gruppi Agenti del mercato”, ma la realtà sembra essere diversa. Se gli Agenti di quella Compagnia avessero la possibilità di leggere quel protocollo - anche tra le righe - sarebbe loro facile scoprire di essere destinatari di un tentativo di strumentalizzazione che, in cambio di poco, molto poco, li vorrebbe impegnati nel ruolo di fornitori dei dati dei propri clienti a tutto vantaggio della Compagnia.
Si parla di dati che, se di titolarità e proprietà dell’Agente, avrebbero un grande valore sia immediato che prospettico, fruibile senza limitazioni a prescindere dal marchio assicurativo direttamente rappresentato. Ma la contitolarità in chiave è altra cosa e lo si evince chiaramente dalla lettura di quel protocollo, che lascia alla Compagnia la facoltà di escludere l’Agente dai vantaggi di una effettiva e incondizionata titolarità per relegarlo al mero ruolo di tramite per l’arricchimento di un database che – è scritto - è e sarà di proprietà esclusiva della Compagnia.
Pur tenendoci lontani dai tecnicismi - per ora - è sufficiente leggere alcuni passaggi della bozza del Protocollo di Intenti della quale siamo venuti in possesso che, se corrisponde alla stesura definitiva dell’accordo, ci consente di capire quali sono le insidie che rappresentano una pastoia e non una conquista di libertà per gli Agenti. Al punto b), per esempio, si legge che “i dati relativi ai clienti ed ai prospect elaborati dalla Compagnia attraverso l’analisi dei comportamenti di tali soggetti, ovvero attraverso l’utilizzo di sistemi di ‘Data Scouting’ o di ‘Data Analisys’, ovvero arricchiti con processi di advanced analytics, così come quelli eventualmente acquistati dalla Compagnia da banche dati esterne, costituiscono espressione del know how della Compagnia stessa e sono e rimarranno di sua esclusiva proprietà”.
I dati - si legge al punto c) - potranno essere utilizzati dall’Agente “per quanto strettamente inerente l’esecuzione del mandato ricevuto dalla Compagnia stessa. L’utilizzo non episodico dei dati di cui sopra per finalità estranee alla esecuzione del mandato conferito dalla Compagnia ed in danno alla stessa potrà essere considerato giusta causa di risoluzione del rapporto d’agenzia”.
Se questa è titolarità dei dati…
Ma nel protocollo c’è anche dell’altro! Agli agenti verrebbero assegnate le polizze prodotte direttamente dalla Compagnia con sistemi on line e i clienti acquisiti tramite il canale broker e bancario. A loro volta gli agenti dovranno impegnarsi a effettuare attività di promozione sui clienti assegnati, secondo specifiche modalità, pena, in caso di inerzia, la sottrazione del cliente assegnato. Gli Agenti saranno anche obbligati a seguire i programmi di vendita in mobilità di volta in volta proposti dall’Impresa, con utilizzo proattivo degli strumenti digitali, obbligandosi ad alimentare la banca dati con le informazioni richieste dall’Impresa. Qualora non rispettassero tutti gli impegni assunti, gli Agenti potrebbero perdere il diritto ad essere assegnatari delle polizze. L’utilizzo dei dati al di fuori dei casi previsti dal protocollo sarà possibile, per l’Agente, solo in caso di risoluzione del rapporto di agenzia. In caso di pensionamento, premorienza o invalidità, invece, è prevista la corresponsione di un corrispettivo per ogni anagrafica per la quale l’Agente abbia acquisito il consenso commerciale al trattamento dei dati e l’adesione alla firma elettronica avanzata.
Il Gruppo Agenti Generali Italia, secondo le informazioni riportate dalla stampa, si troverebbe in una posizione isolata, mentre altri Gruppi Agenti della galassia Generali avrebbero preso le distanze da questo accordo, giudicato lontano dagli interessi degli Agenti. SNA segue con particolare interesse la vicenda e ha commissionato ai propri legali un’analisi finalizzata a valutare tutte le conseguenze dell’applicazione del principio della contitolarità nei modi e forme previsti dal protocollo d’intesa in questione.
Roberto Pisano

11 commenti

  • Agente Ras
    Agente Ras Giovedì, 23 Novembre 2017 14:01 Link al commento

    Solo quando gli agenti di Generali 1) cambieranno presidente di gruppo (cioè quando Cirasola se ne andrà a casa) e 2) si iscriveranno in massa a SNA, abbandonando Anapa, faranno il loro bene e quello dell'intera categoria. Poi potranno pure continuare a essere monomandatari del Leone, perché questo è legittimo.
    Speriamo sia solo questione di tempo.

  • Mario Alberto
    Mario Alberto Martedì, 04 Luglio 2017 07:29 Link al commento

    Letto l editoriale del GAGI a proposito di quelli che sarebbero semplicemente dei rosiconi per il "risultato" (sich!) del gruppo Agenti mi chiedo se abbiamo ancora speranza di aprire gli occhi ai colleghi delle Generali o se non sia meglio lasciar che la nave vada dove vuole il padrone

  • Angelo Caceffo
    Angelo Caceffo Mercoledì, 28 Giugno 2017 08:32 Link al commento

    " LO VOGLIAMO TORTURARE !!"

  • ottavio pasquotti
    ottavio pasquotti Mercoledì, 28 Giugno 2017 07:48 Link al commento

    nelle cause fatte da allianz ad un paio di agenti, si trovano tutte le spiegazioni sulla "improvvisa apertura" delle generali sulla condivisione dei dati e del patron di Anapa.

    Quelle sentenze sono utilissime per capire come organizzare le agenzie e la gestione dei dati e del cliente. Le compagnie che in quel caso hanno vinto, hanno capito che ci hanno insegnato come fare per una diversa impostazione dell'agenzia e cercano di correre ai ripari, con accordi che consolidino il concetto di proprietà/uso del dato e del cliente a loro favore.

    Ovviamente, per un agente monomandatario, che usa strutture, strumenti, programmi, materiale, immagine, della Compagnia, sarà difficile poi sostenere che l'acquisizione del cliente é frutto del suo "lavoro intelettuale" e o industriale, con quindi il diritto a continuare a gestire quel cliente e le sue posizioni assicurative, in quanto la compagnia sosterrà con buone ragioni che quel cliente é della compagnia e l'agente ha gestito un cliente procurato dalla stessa.

    Evidentemente però meglio non rischiare e aggiungere oltre agli accordi da sindacato giallo anche qualche euro per rafforzare il concetto!
    Del resto non ha caso questo avviene appena su questo argomento si sta sviluppando l'iniziativa di SNA e dell'autorità garante, della serie generali chiamano, gruppo agenti risponde e vedremo Anapa cosa fà! Curioso peraltro anche l'attivismo di qualche gruppo agenti per far accettare agli agenti gestionali di proprietà del gruppo al posto di gestionali di sitte esterne ed indipendenti. Gruppi che già hanno tentato di affondare il fondo pensione, o che non accettano agenti pluri, quanto possono metterci a deliberare limiti all'utilizzo del gestionale ad esempio ai pluri o agenti cessati o revocati?
    http://www.tuttointermediari.it/?p=29263

  • Francesco Grondona
    Francesco Grondona Lunedì, 26 Giugno 2017 21:30 Link al commento

    "Acceleratore di evoluzione"

  • Roberta Batolla
    Roberta Batolla Domenica, 25 Giugno 2017 14:56 Link al commento

    La materia è ' complessa ma tanto affanno per raggiungere un accordo sulla contitolarita ' dei dati mentre la normativa europea impone agli intermediari di avere sempre più un ruolo di consulenza nel proporre al cliente il contratto più vantaggioso , mi pare a dir poco fuori luogo.
    Leggere poi che i colleghi del Gruppo Agenti Generali rappresentati da Cirasola apprendono dall'esterno notizie così importanti mi lascia più che perplessa . Spero che i colleghi si facciano sentire con chi li rappresenta e magari guardino anche a cosa hanno fatto altri gruppi agenti , non si può accettare sempre tutto acriticamente

  • Francesco Grondona
    Francesco Grondona Sabato, 24 Giugno 2017 23:54 Link al commento

    Duplice domanda ?:
    come Presidenti e come Imprenditori Agenti ?
    .

  • Sandokan
    Sandokan Sabato, 24 Giugno 2017 21:54 Link al commento

    Solo Salvi si è apertamente espresso contro questo inciucio di accordo? Gli altri presidenti dei gruppi Generali cosa dicono?

  • Vincenzo Valiani
    Vincenzo Valiani Venerdì, 23 Giugno 2017 19:05 Link al commento

    Da componente della giunta provinciale Senese, mi associo al plauso dei colleghi che mi hanno preceduto, in merito alla posizione di S N A in relazione all'accordo GA-GI Generali Italia .
    Accordo già fortemente criticato dal presidente Roberto salvi del G A A T gruppo di cui faccio parte.
    Il G A A T fra l'altro sta' affrontando sui tavoli di confronto con la mandante, un'importante battaglia per il mantenimento di alcuni istituti cari a S N A , importanti per la libertà degli Agenti, quali a titolo di esempio il conto dedicato intestato all'Intermediario e gli accordi di collaborazione A con A .

  • Franco Domenico Staglianò
    Franco Domenico Staglianò Venerdì, 23 Giugno 2017 15:04 Link al commento

    Da Presidente SNA della sezione di Siena mi unisco al plauso dell'amico Governatori. Da iscritto GA-GI rilevo che ad oggi le informazioni ricevute in proposito, riepilogative ma non esaustive, constano nella rassegna stampa del GA-GI del 19 giugno con un editoriale del vice presidente Serrao (23 righe), in una comunicazione a tutti gli associati del 20 giugno a firma del presidente Cirasola (30 righe), in una lettera aperta del presidente del GAAT, Roberto Salvi sempre del 20 giugno nella quale l'accordo viene definito poco chiaro e limitativo della libertà degli agenti, in una intervista rilasciata ieri ad Intermedia Channel dall'avvocato Bullo, il legale del GA-GI che ha portato avanti le trattative. In verità sono un po' confuso, nonché contrariato perché mi sarei aspettato, sempre in qualità di iscritto al GA-GI, di ricevere il “Protocollo di intenti in materia di trattamento dei dati personali del clienti” prima di "altri". E non è la prima volta che succede (leggi la disdetta degli accordi che Generali ha inviato ai gruppi aziendali, documento del quale sono venuto in possesso da un collega ex Toro e che ho presentato in un'assemblea tra l'incredulità e la stizza dei colleghi presenti).

  • Andrea Governatori
    Andrea Governatori Venerdì, 23 Giugno 2017 12:28 Link al commento

    Da Vice Presidente SNA della sezione di Firenze non posso che plaudire all'attenzione che SNA dedica alla cruciale questione della titolarità dei dati!
    Da Consigliere del G.A.A.T. posso solo confermare la linea ben diversa tenuta dal gruppo de dal suo Presidente Roberto Salvi su questo come su tanti altri capisaldi della libertà imprenditoriale degli Agenti...anche ( soprattutto direi) quando fanno parte della galassia del Gruppo Generali

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700