Menu

Helvetia e clausole vessatorie su polizze infortuni e malattia. Claudio Demozzi (SNA): il provvedimento AGCM sia di esempio per il mercato In evidenza

Helvetia e clausole vessatorie su polizze infortuni e malattia. Claudio Demozzi (SNA): il provvedimento AGCM sia di esempio per il mercato

MILANO - E provvedimento fu. Il 6 luglio il Sindacato Nazionale Agenti di assicurazione ha ricevuto copia della decisione Antitrust in merito al procedimento CV/158, che l’Authority aveva aperto nei confronti di Helvetia per clausole vessatorie.
Il procedimento, avviato lo scorso 2 febbraio, riguardava alcune clausole inserite nelle Condizioni delle polizze “Helvetia Zero Rischi” e “Multirischi Persona”, sia relative all’intrasmissibilità agli eredi dell’indennizzo in caso di morte e invalidità permanente conseguenti ad infortunio, sia limitanti dell’indennizzabilità per malattia dal momento che – come ha scritto l’Agcm – apparivano vessatorie ai sensi degli articoli 33, commi 1 e 2 lettera d) del Codice del Consumo in quanto tali da determinare, a carico del consumatore, un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto.
Fin dall’inizio SNA ha chiesto di partecipare al procedimento, nella convinzione che sia preciso interesse del Sindacato Nazionale Agenti di assicurazione che le condizioni contrattuali adottate da parte delle Imprese di assicurazione siano eque e non vessatorie, per evitare contenziosi con i contraenti clienti degli agenti e garantire loro che le coperture assicurative non siano escluse o ridotte in forza di condizioni contrattuali inique, ma soprattutto perché l’attività assicurativa si svolga nel pieno rispetto dei diritti degli assicurati al fine di elevare la qualità dei prodotti assicurativi e favorire il buon funzionamento del relativo mercato e la fiducia dei consumatori.
A più riprese, nel corso del mese di maggio, Helvetia ha proposto all’Agcm sostanziali modifiche contrattuali, al fine di superare le contestazioni di vessatorietà oggetto dell’istruttoria. Oggi è stato finalmente eliminato lo squilibrio a sfavore dei consumatori, anche grazie all’impegno di SNA. Il Sindacato Nazionale è stato l’unica rappresentanza degli agenti a farsi parte diligente nella tutela degli interessi dei consumatori, partecipando alla fase istruttoria e presentando inoltre uno studio sulle prime venti compagnie del mercato, dal quale è emerso che solo cinque imprese non adottano simili clausole. “Quando si tratta di difendere i diritti dei nostri clienti, non guardiamo in faccia nessuno. Nemmeno le compagnie” dichiara Claudio Demozzi “È la prima volta che una Associazione di Categoria di Agenti antepone formalmente gli interessi del cliente a scapito delle indicazioni delle Compagnie - rimarca il presidente SNA, Demozzi - è un problema che tocca l'etica professionale e la coscienza personale di ciascuno di noi agenti”.
Poiché però la tutela del consumatore dovrebbe essere il faro che guida tutti i soggetti che operano a vario titolo sul mercato assicurativo, soprattutto in previsione del recepimento della IDD, spiace notare, talora, atteggiamenti di scarsa attenzione o di supporto all’inottemperanza ai regolamenti. “Nella vicenda che ha coinvolto Prima Assicurazioni, ad esempio, l’Ivass non aveva risposto alla richiesta di parere da parte dell’Autorità Garante per la Concorrenza entro i termini previsti. Nel procedimento su Helvetia, invece, l’Ania, pur ribadendo più volte la propria vicinanza ai consumatori, ha difeso l’operato della Compagnia con il risultato di essere poi sconfessata dall’Antitrust” commenta Claudio Demozzi.
“La capacità di contrapporsi alle compagnie quando è il momento di tutelare i basilari diritti dei nostri clienti, anche se ciò va contro i nostri stessi interessi economici, rappresenta una differenza ed un valore aggiunto rimarchevoli e tali da aumentare la fiducia degli assicurati nella consulenza professionale degli intermediari di qualità” conclude il presidente Sna, sottolineando “Come emerge dal nostro studio, ben quindici compagnie tra le prime del mercato adottano il medesimo comportamento di Helvetia. Ci auguriamo, quindi, che il provvedimento dell’Antitrust rappresenti un forte segnale per tutto il mercato”.
Alessandra Schofield

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700