Menu

Diffusione delle fake news: un disegno di legge per responsabilizzare gli utenti. Via libera al riconoscimento del "diritto all'oblio" In evidenza

Diffusione delle fake news: un disegno di legge per responsabilizzare gli utenti. Via libera al riconoscimento del "diritto all'oblio"

MILANO - L’attività social fa ormai parte del nostro quotidiano, tanto sul livello personale quanto professionale. Le motivazioni dell’utilizzo delle diverse piattaforme a disposizione sono molteplici, e non staremo ora a valutarne l’opportunità o la positività: di fatto la platea degli utenti dei social network va ampliandosi di ora in ora, stanti anche le finalità di autopromozione a scopo commerciale.
Ma quale che sia la spinta di ciascuno verso questo o quel luogo di incontro virtuale, ci accomuna tutti il rischio di adottare comportamenti incauti ed in effetti potenzialmente molto dannosi. È evidente, non stiamo parlando dell’uso criminale e consapevole che alcuni soggetti fanno del mondo social e neppure dei rischi di “contrarre” qualche virus a causa di un clic di troppo. Ci riferiamo invece alla superficialità con cui diamo risonanza a notizie allarmistiche e false senza effettuare prima le dovute verifiche: possiamo chiamarle fake news o, all’italiana, bufale. Si tratta comunque di “notizie” i cui contenuti fanno perno sulla “pancia” degli utenti, che spesso (ed anche volentieri) rinunciano all’esercizio di quella razionalità che forse utilizzerebbero invece in una conversazione tra persone. Se la calunnia è un venticello, la bufala assume rapidamente le dimensioni e la potenza di un monsone. Se n’è accorta la senatrice Adele Gambaro, prima firmataria del disegno di legge “Disposizioni per prevenire la manipolazione dell’informazione online, garantire la trasparenza sul web e incentivare l’alfabetizzazione mediatica”, politicamente trasversale ed ora all'esame delle Commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia al Senato.
Recita il Ddl “Se l'informazione diventa disinformazione i mezzi di comunicazione di massa possono essere utilizzati ai fini di propaganda con il rischio che notizie appositamente distorte vengano strumentalmente adoperate per influenzare l'opinione pubblica”.
L’idea è dunque quella di sanzionare economicamente la pubblicazione o diffusione a mezzo social o siti web non giornalistici di “notizie false, esagerate o tendenziose che riguardino dati o fatti manifestamente infondati o non veritieri”. Le multe lieviterebbero qualora i contenuti siano specificamente diffamanti. Non solo: si prevede la reclusione qualora le notizie diramate possano destare pubblico allarme o dare l’avvio a campagne d’odio o comunque anti democratiche. Il Disegno di legge tende ad introdurre il diritto di replica e la possibilità di chiedere la rimozione dal web di contenuti diffamatori o di dati e informazioni personali trattati, inserendo inoltre l'alfabetizzazione mediatica nelle scuole per un uso critico dei media.
Il Ddl, infine, riconosce il principio del cosiddetto “diritto all’oblio”, secondo il quale la reiterazione di notizie attinenti a fatti remoti nel tempo è legittima solo se effettivamente utile e solo in presenza di un rilevante collegamento con la realtà attuale; ciò per evitare un’indeterminata esposizione ai danni ulteriori che la reiterata pubblicazione di una notizia può arrecare all’onore e alla reputazione delle persone coinvolte.
Alessandra Schofield

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700