Menu

Pesante atto di accusa del Presidente del Gruppo aziendale IUS: UnipolSai tenta la carta della disintermediazione dei pagamenti In evidenza

FABRIZIO CHIODINI FABRIZIO CHIODINI

MILANO - Ed ora tocca a UnipolSai. Dopo i tentativi mal riusciti di alcune grandi compagnie, UnipolSai gioca la carta del pagamento diretto sul conto dell'Impresa per rinsaldare ulteriormente il rapporto con il cliente, disintermediando il flusso finanziario dei premi che, se i terminali POS direzionali e i sistemi di addebito automatico sul conto corrente si dovessero diffondere, non passerebbero più dagli agenti.
Come noto l'art 117 e 118 del Codice delle assicurazioni attribuisce agli agenti la prerogativa di effettuare l'incasso dei premi, direttamente o tramite collaboratori, con valenza liberatoria per i clienti. Il pagamento effettuato all'agente infatti, o a suo collaboratore, si intende come effettuato all'Impresa. Da alcuni anni però le grandi compagnie stanno cercando di sottrarre alle agenzie questo fondamentale momento di contatto con il cliente, per appropriarsene e disintermediare cosi un aspetto strategico della fidelizzazione della clientela agenziale.
UnipolSai sta proponendo agli agenti di adottare il terminale POS, non collegato al conto corrente agenziale ma a quello della compagnia e di utilizzare l'addebito automatico per il pagamento dei premi direttamente sul conto direzionale. Ad oggi l'unico Gruppo Agenti della galassia UnipolSai ad aver preso le distanze dall'iniziativa sembra essere stato IUS del presidente Fabrizio Chiodini che con la circolare scaricabile dal link ha tenuto a precisare che  "Ferma la libertà decisionale di ognuno, non di meno mi preme sottolineare come l’incasso dei premi su conto separato di Agenzia sia sempre stato, e sempre sarà, un pilastro fondamentale della nostra attività imprenditoriale di Agenti di Assicurazione, ed è questa la posizione politica che IUS intende manifestare ai Propri Associati a tutela della autonomia professionale di ogni agenzia". 
Il Presidente Nazionale SNA, Claudio Demozzi, ha prontamente chiarito che "il Sindacato condivide pienamente questo capoverso della lettera; riteniamo che la disintermediazione agenziale vada combattuta ad ogni occasione, con ogni mezzo, anche quando purtroppo costituisce o sembra costituire l'obiettivo della nostra compagnia mandante".
La Redazione

22 commenti

  • Giustino
    Giustino Giovedì, 21 Settembre 2017 18:59 Link al commento

    Giusta posizione dei Presidenti IUS e SNA.
    Le imprese di assicurazione pian piano intendono limitare la portata della distribuzione professionale agenziale. E pian piano introducono elementi che abituano il cliente ad una gestione diretta evitando le agenzie. Oggi il POS direzionale, e domani? Non dovremo stupirci se domani le imprese introdurranno l'incasso diretto per tramite carta di credito sui loro siti internet. E se così sarà... addio portafoglio incassi!
    Dobbiamo avere occhio vigile e lungimirante!
    In questo caso meritano un plauso Demozzi e Chiodini, bravi! Cari colleghi, non si cede di un millimetro sulle posizioni acquisite! Basta disintermediazione! Ogni giorno i nostri clienti ci portano preventivi al ribasso di compagnie telefoniche di proprietà della nostra stessa mandante... è ora di finirla!

  • Tony
    Tony Mercoledì, 20 Settembre 2017 20:11 Link al commento

    Resistenza al cambiamento ? Paura ? Qual'è il problema vero ?

  • exagente Unipol
    exagente Unipol Mercoledì, 20 Settembre 2017 19:55 Link al commento

    MAI accetterò di incassare i premi dei MIEI clienti con POS direzionale!! Mai rinuncerò al diritto di far passare i soldi dal MIO conto bancario! Voi fate come ve pare...

  • Alice
    Alice Mercoledì, 20 Settembre 2017 19:54 Link al commento

    sgamato: Faina è un ispettore della compagnia... e se non lo fosse sarebbe meglio mandasse il CV in direzione

  • Aldo
    Aldo Martedì, 19 Settembre 2017 21:30 Link al commento

    Faina, evidentemente ti manca esperienza e non leggi cosa succede a quelli che hanno mollato l intermediazione dei flussi finanziari... contro l ignoranza, il pressappochismo, la superficialità non può fare nulla neanche il sindacato

  • Faina
    Faina Martedì, 19 Settembre 2017 20:21 Link al commento

    Mah, mi pare esagerato, in fin dei conti pagano in agenzia ma la destinazione è cc compagnia, non ingigantiamo...

  • biro
    biro Martedì, 19 Settembre 2017 19:59 Link al commento

    Chi non è d'accordo con Chiodini è d'accordo con le Compagnie che stanno percorrendo la strada della disintermediazione. Consentire alla mandante di interagire direttamente con il cliente, vuoi per alimentare il suo data base, vuoi per incassare i premi, vuoi addirittura per modificare i contratti in essere, corrisponde a suicidarci. Non fingete di essere evoluti e ammettete di essere fiancheggiatori delle imprese, così facciamo meno sforzo nel capirci

  • Aldo
    Aldo Martedì, 19 Settembre 2017 19:07 Link al commento

    Caro Illuminato, se fosse come dici tu che hanno tolto l incasso dei premi e anche le provvigioni sul portafoglio ancora peggio è ancora un motivo in più per NON FARSI IMPORRE IL POS DIREZIONALE ne altri sistemi di disintermediazione dei premi!!!

  • illuminato
    illuminato Martedì, 19 Settembre 2017 18:30 Link al commento

    Caro Aldo, informati meglio.

  • Aldo
    Aldo Martedì, 19 Settembre 2017 17:58 Link al commento

    Caro illuminato, quelli sono i venditori porta a porta stile Folletto... gli agenti sono tutti o quasi Plurimandatai, in Nord America, incassano i premi e li rimettono a trenta giorni, titolari dei dati dei clienti che trasmettono con loro sistemi proprietari alle compagnie con un protocollo standardizzato. Lo sapevi?

  • illuminato
    illuminato Martedì, 19 Settembre 2017 14:59 Link al commento

    dimenticavo, nel nord america, le grosse corporation non riconoscono le provv di incasso , ma solo remunerazioni alla stipula del nuovo, togliendo tutta la burocrazia e costi accessori dell'incasso

  • vittorio
    vittorio Martedì, 19 Settembre 2017 13:42 Link al commento

    che tristezza leggere un commento come quello di "ILLUMINATO". Come si fa ad ammirare un paese come la Cina che schiavizza i lavoratori, che consente il lavoro dei minori, che limita ogni forma di libertà. Noi dovremmo imparare da questa gente ? L'Italia ha illuminato - questo sì - la civiltà mondiale. Ma qualcuno se n'è dimenticato. Purtroppo

  • Luca
    Luca Martedì, 19 Settembre 2017 13:23 Link al commento

    Purtroppo la verità è ben diversa da quella sbandierata nel comunicato e si fa confusione tra " conto separato " e disponibilità dei flussi di cassa : moltissime agenzie continuano a gestire gli incassi non con il conto separato ma con un unico conto con cui pagano anche la spesa dal salumiere e poi a fine decade ( o meglio alla fine del periodo di valuta necessaria 8/18/28 ) fanno i conti per vedere se hanno gli spiccioli della decade precedente !!! Questi colleghi sicuramente saranno in grosse difficoltà , ma stiamo parlando di altre cose e non di "visione politica" : Finitalia esiste da molti anni e non abbiamo mai visto particolari levate di scudi .
    Cercate di portare a casa risultati concreti e non fate le battaglie inutili.

  • Aldo
    Aldo Martedì, 19 Settembre 2017 12:19 Link al commento

    Caro illuminato la Cina è la Cina anche quando usa la schiavitu nelle fabbriche vero? Non possiamo pensare di addomesticare le nostre buone pratiche solo in taluni ambiti che fanno comodo... il modello cinese non è certo da imitare per un grande continente che ha inventato la civiltà come il nostro. Mi auguro di non lavorare mai per Alibaba caro illuminato. Se tu invece hai questa ambizione... accomodati

  • illuminato
    illuminato Martedì, 19 Settembre 2017 11:00 Link al commento

    il momento dell'incasso non è il momento giusto per la vendita
    esistono ancora migliaia di intermediari che incassano a domicilio, pazzesco !
    in cina il fondatore di alibaba sta per investire 1,5mld di euro per una newco assva digitale, e in Italia si discute ancora di incassi ad personam
    no comment

  • Ag999@
    Ag999@ Martedì, 19 Settembre 2017 08:28 Link al commento

    Bravo Fabrizio! Vogliamo un gruppo determinato!

  • Mario Alberto
    Mario Alberto Martedì, 19 Settembre 2017 08:17 Link al commento

    Caro presidente Nicola Picaro degli ex Sai, tu come la pensi? Hai gridato così tanto su aspetti secondari dell accordo e adesso su questi temi fondamentali per gli agenti non ho ancora letto un tuo scritto? O mi sono perso qualcosa?

  • Felice
    Felice Martedì, 19 Settembre 2017 08:15 Link al commento

    Finalmente il gruppo Agenti ha alzato la testa. Cosa aspettano gli altri presidenti degli altri gruppi? Troppo impegnati in altre faccende affaccendati?

  • Ego67
    Ego67 Martedì, 19 Settembre 2017 07:52 Link al commento

    Articolo propagandistico e pretestuoso.
    Quando non si hanno idee, si fa fumo con gli sterpi...
    ...ma ci si affumica, e si puzza!

  • Carlo
    Carlo Lunedì, 18 Settembre 2017 22:55 Link al commento

    Bravo Chiodini. Il nostro Gruppo IUS e il nostro Presidente in testa testimoniano come preservare il diritto all'imprenditorialita' dell'agente intermediario sia un dovere e l'obiettivo primario di chi abbiamo scelto per rappresentarci.

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700