Menu

Il Gaz sottoscrive un accordo con Atradius. Adesso come la metterà Ulivieri con Anapa che è contraria alle collaborazioni? In evidenza

Il Gaz sottoscrive un accordo con Atradius. Adesso come la metterà Ulivieri con Anapa che è contraria alle collaborazioni?

MILANO - Mentre avere due parti in commedia genera situazioni grottesche sulle quali hanno costruito la propria fortuna illustri interpreti teatrali fin dall’antichità, ricoprire due ruoli come presidente di gruppo agenti e dirigente di un’associazione generalista crea sicuramente più problemi che vantaggi. Mi riferisco in particolare a Enrico Ulivieri il cui Gaa ha sottoscritto un’intesa per la collocazione dei servizi assicurativi offerti da Atradius. L’attività degli Agenti Zurich i si estenderà quindi al settore dell’assicurazione del credito commerciale grazie alla collaborazione diretta con Atradius Italia Intermedizioni Srl, una società iscritta nella Sez. A del Rui che fornirà agli iscritti Gaz anche “supporto per la loro formazione sui prodotti del ramo credito, nel rispetto della normativa vigente”.
Lo scopo dell’iniziativa consiste, leggiamo nel comunicato stampa congiunto, nel mettere gli agenti Zurich in condizione “di proporre alla loro clientela, in aggiunta ai prodotti assicurativi del loro portafoglio, le polizze Atradius a garanzia dei crediti commerciali di aziende e imprese manifatturiere contro i rischi del mancato pagamento delle fatture emesse a causa di insolvenza, fallimenti, crediti di cattiva qualità e rischi politici che dovessero insorgere nei Paesi nei quali si sviluppa la loro attività commerciale”.
Lo schema sembra proprio uno di quelli proposti da Sna subito dopo l’entrate in vigore della legge 221 sulla collaborazione tra intermediari iscritti al Rui, di creare una centrale di acquisto in seno al Gaa che diviene in questo senso un intermediario grossista in grado di collocare il servizio acquisito centralmente attraverso i diversi sportelli agenziali che fungono da intermediari dettaglianti. Questo modello distributivo costituisce, anche se rivolto a una nicchia assuntiva non presidiata dalla mandante principale Zurich, una vera e propria forma di plurimandato specialistico gestito collettivamente dal Gruppo aziendale con evidenti economie di scala. Se una tale strategia dovesse, come auspichiamo per i colleghi interessati, produrre effetti positivi, il bisogno di arricchire il catalogo dei servizi offerti alla clientela aumenterebbe esponenzialmente, mettendo il Gaa nella necessità di individuare nuove collaborazioni in altri settori specializzati e, perché no, generalisti.
Dicevamo della doppia parte in commedia: Ulivieri come Presidente di Gruppo persegue l’interesse degli agenti Zurich e va nella direzione indicata da Sna di aumentare la loro autonomia dalla mandante a partire da una copertura specifica, per giungere magari nel futuro a dotarsi di opportunità più ampie e forse a proseguire il cammino evolutivo verso un plurimandato diffuso a livello di ciascuna singola agenzia, anche slegato quindi dal Gruppo Agenti. Nella veste di vice-presidente Anapa sarà invece costretto a conciliare le teorie sull’interesse condiviso e sull’esclusività del rapporto con l’attività plurimandataria degli iscritti Gaz. Come farà a convincere il leader maximo che fare collaborazioni aumenta le opportunità e non trasforma gli agenti in altrettanti subagenti come quest’ultimo ha più volte sostenuto pubblicamente? Non ci è dato di saperlo. Resta il fatto che non sarà facile evitare la rotta di collisione con le tesi del bonsai sindacale del quale egli stesso è fondatore e vicepresidente.
E se poi Sna nel 2012 non avesse ottenuto, attraverso un’intensa attività di relazione politica con il governo e le opposizioni, la promulgazione della legge Monti sulle libere collaborazioni, come avrebbe fatto oggi Ulivieri a mettere gli iscritti nella condizione di offrire le coperture del credito alla “propria clientela a corollario della tradizionale offerta commerciale”?
Uno spericolato sdoppiamento dei ruoli istituzionali che proprio non invidiamo al Presidente del Gruppo agenti Zurch, forti del vantaggio derivante a tutti coloro che si riconoscono in Sna nel perseguire in ogni ambito associativo, tanto aziendale quanto generalista, la libertà professionale e imprenditoriale degli agenti.
Visto però che a fine mese si celebrerà la XXVII Assemblea Generale Gaz, sarebbe strategico che gli iscritti lanciassero al gruppo dirigente il messaggio chiaro e forte che anche loro, al pari di altre reti agenziali, intendono trarre pieno vantaggio dalla liberalizzazione del mercato, considerando Atradius il primo passo verso l’indipendenza dalla mandante. Ciò anche alla luce della evidente manifestazione di volontà che leggiamo in una lettera inviata agli associati: “il gruppo agenti Zurich ha deciso, già nel mese di novembre 2012, di tentare di affidarsi a un broker a seguito della decisione della compagnia di abbandonare cinque specializzazioni mediche".
Dopodiché, se l’orientamento della base dovesse avviarsi nella direzione di aumentare le opportunità assuntive mediante nuove collaborazioni e, perché no, nuovi mandati, spetterebbe a Ulivieri il compito di riconsiderare in chiave generalista la posizione politica del Gruppo aziendale di cui è Presidente.
L’abitudine di indossare più giacche non può infatti costituire alibi rispetto al tentativo intermittente, a seconda di quale giacca si abbia addosso in quel momento, di rimettere all’indietro le lancette della storia.
Roberto Bianchi

5 commenti

  • Maruska
    Maruska Domenica, 01 Ottobre 2017 15:09 Link al commento

    più pluri di cosi.....

  • Claudia
    Claudia Giovedì, 28 Settembre 2017 09:51 Link al commento

    hai ragione "exzurich", pare stiano facendo il giro d'italia con i road show, la gente dorme mentre parlano dal palco, tutti disinteressati
    mah..

  • exzurich
    exzurich Giovedì, 28 Settembre 2017 09:47 Link al commento

    tra gli agenti Zurich in pochi si fanno questi ragionamenti basta pensare che la situazione è disperata e accettano di parlare di aria fritta e allora va bene così madama la marchesa

  • Marco
    Marco Giovedì, 28 Settembre 2017 09:46 Link al commento

    per qualcuno la coerenza è tutto, per altri la coerenza non esiste

  • pluri è vita
    pluri è vita Mercoledì, 27 Settembre 2017 10:54 Link al commento

    Infatti al congresso elettivo saranno presenti e parleranno i vari rappresentanti degli accordi fatti dal gaa...
    La soluzione migliore è che ogni agente si orienti verso il plurimandato in modo autonomo,ma il più velocemente possibile prima che sia troppo tardi....

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700