Logo
Stampa questa pagina

Mandato unico di gruppo e Titolarità dei dati dei clienti, il GAAT di Roberto Salvi scrive alle Generali: inaccettabile la posizione di forza In evidenza

ROBERTO SALVI ROBERTO SALVI

MILANO - Continua lo scontro tra il Gaa Generali (ex Toro) presieduto da Roberto Salvi ed il vertice della compagnia che riguarda la trattativa, se di trattativa si può ancora parlare, sul mandato unico di gruppo e sulla titolarità dei dati dei clienti. Con la lunga lettera che il GAAT ha trasmesso in copia al Sindacato, la compagnia viene accusata di aver assunto una posizione di forza e di non tenere in debita considerazione le richieste degli agenti. Sui dati dei clienti, inoltre, è noto che Generali non appare propensa a condividere le richieste di Salvi ed in generale la titolarità dei dati in capo agli agenti e la proprietà di una banca dati autonoma sempre in capo agli agenti.
Il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, esprimendo massima solidarietà al GAAT, al suo vertice ed a tutti gli agenti Generali, ha tenuto a sottolineare: "Il coraggio e la determinazione del documento del GAAT, che rivendica il diritto fondamentale al confronto ed alla dialettica sindacale, nonché la difesa di diritti irrinunciabili per tutti gli agenti. Chi ha ceduto, senza troppi scrupoli, su questi fronti, gioca in difesa, in perdita, e rischia di perdere ulteriore terreno che in futuro sarà sempre più difficile recuperare."
La Redazione