Logo
Stampa questa pagina

Prove di disintermediazione anche in casa Itas? Demozzi (Sna): attenti alla diffusione di sistemi di pagamento diretto dei premi alla compagnia In evidenza

Prove di disintermediazione anche in casa Itas? Demozzi (Sna): attenti alla diffusione di sistemi di pagamento diretto dei premi alla compagnia

MILANO - Allarme fra gli agenti in casa Itas. La compagnia, considerata da sempre molto vicina agli intermediari tradizionali, avrebbe in mente un tentativo di disintermediazione piuttosto evidente: l’introduzione di sistemi di pagamento diretto attivabili addirittura dal cliente sul sito online dell'impresa stessa. Una nota di Itas precisa che, (almeno per ora, ndr), sui premi incassati direttamente sarà riconosciuta la provvigione all’agenzia.
Il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, mette ancora una volta in guardia gli agenti sulle possibili conseguenze negative della diffusione di sistemi di pagamento diretto dei premi alla compagnia, che di fatto disintermediano le agenzie. “Per anni - afferma Demozzi - compagnie e Gruppi agenti hanno promosso convegni e consulti sul tema della disintermediazione, sui modi per evitarla riponendo al centro le agenzie; ora è evidente a tutti che la disintermediazione non è un’esigenza dei clienti, né una spinta autonoma del mercato inteso come consumatori, ma una volontà, un obiettivo, di alcune grandi compagnie”.
La Redazione