Menu

Cattolica Assicurazioni, i vertici parlano di grandi obiettivi futuri ma dimenticano di citare la rete agenziale. La posizione dei Gaa In evidenza

Cattolica Assicurazioni, i vertici parlano di grandi obiettivi futuri ma dimenticano di citare la rete agenziale. La posizione dei Gaa

MILANO - A parte qualche disavventura connessa alle operazioni Cattolica/Banca Popolare di Vicenza e Cattolica/Veneto Banca, che richiederà anni per essere completamente ripianata, la situazione di Cattolica Assicurazioni viene presentata in questi giorni come solida e ricca di progetti per il futuro. In una lunga lettera inviata ai soci della compagnia si rappresentano alcuni tra i traguardi raggiunti ed i principali obiettivi per il prossimo futuro, con la dovuta enfasi. Peccato - commentano alcuni osservatori - che non si legga una riga dedicata alla struttura portante della compagnia, cioè alle reti agenziali, mentre si palesi una decisa volontà di allargare lo spazio dedicato agli accordi di bancassicurazione. Eppure gli agenti Cattolica sono considerati da sempre tra i più vicini all’idea tradizionale di mandatario dell’impresa, ed i Gruppi aziendali agenti – in questa realtà - sono tra i più attivi e coinvolti.
"Il Presidente Paolo Bedoni - afferma Danilo Battaglia (a capo del GAA Cattolica ex-Duomo) - sa benissimo che il rilancio di Cattolica, le buone visioni per i Soci e la fiducia ancora riposta sono possibili solo perché gli agenti, con le loro strutture ed il loro patrimonio di clienti, si sono sacrificati ed impegnati al massimo per conservarne l’identità". Allo stesso modo - prosegue Battaglia - "l'obiettivo di creare una realtà che sia più innovativa agile e pronta per le sfide future" (dichiarata nel nuovo Piano industriale dal nuovo AD Minali, ndr), si potrà realizzare solo con il coinvolgimento degli agenti e continuando a mettere al centro l'agente, con le parole e nei fatti. Pertanto ritengo che la mancata citazione ed attribuzione di meriti alla Rete agenziale non dipenda da una carenza volontaria, ma solo ad una dimenticanza; il perno della distribuzione assicurativa e la sicurezza di Cattolica, come per tutte le compagnie, sono e saranno le Agenzie; ben vengano le aperture ad altri mercati, ma sempre in maniera complementare o integrativa a noi Agenti”.
Dal canto suo il Presidente del GAA Cattolica, Fabrizio Fabris - raggiunto dalla Redazione - preferisce non esprimersi in merito, in attesa di conoscere conoscere nello specifico il Piano industriale della compagnia e di confrontarsi con la Giunta.
Alessandra Schofield

10 commenti

  • Sandokan
    Sandokan Martedì, 30 Gennaio 2018 15:34 Link al commento

    sono d'accordo con ottimista. I dati parlano chiaro: la distribuzione agenziale costituisce ancora la via più economica per le compagnie di mantenere solidi i portafogli e distribuire i loro prodotti. Altro che palle!

  • Leo
    Leo Martedì, 30 Gennaio 2018 14:07 Link al commento

    Mah....

  • ottimista
    ottimista Martedì, 30 Gennaio 2018 13:40 Link al commento

    Mi piacerebbe sapere come mai Roberta-Teresa-Laura-Caterina, si firmi in tanti modi diversi, visto che è la stessa persona che scrive nel suo stravagante italiano. Probabilmente per dare a intendere che sono in tante (guarda caso tutte donne perché probabilmente chi scrive è un uomo) a pensarla nella stessa maniera.
    Ora una domanda sorge spontanea: ma chi ti paga per affermare cose così prive di verità? Il sistema distributivo agenziale esiste ancora soltanto perché gli agenti sanno coniugare al meglio i costi e l'enorme quantità di oneri amministrativi e gestionali scaricati loro addosso dalle compagnie con provvigioni da fame. Questa è la verità, caro dipendente di compagnia camuffato sotto le mentite spoglie di Roberta-Teresa-Laura-Caterina

  • Caterina
    Caterina Martedì, 30 Gennaio 2018 12:13 Link al commento

    I broker non conteggiano liquidazioni e quota fondo pensione a carico compagnia. Non conteggiano integrativo etc etc
    Ergo costi inferiori

  • Felice
    Felice Martedì, 30 Gennaio 2018 11:52 Link al commento

    Ivass ha messo in luce come le BANCHE spesso applichino commissioni (provvigioni) doppie e triple rispetto a quelle generalmente concesse agli agenti. La smettiamo di dire sciocchezze e cioè che gli agenti costano di più delle banche?

  • Aldo
    Aldo Martedì, 30 Gennaio 2018 11:51 Link al commento

    broker con provvigioni fino al 40% davvero costano meno??? Ma credi agli asini che volano??

  • Laura
    Laura Lunedì, 29 Gennaio 2018 20:13 Link al commento

    le dichiarazioni di forte incremento utile meritano molta attenzione

  • Teresa
    Teresa Lunedì, 29 Gennaio 2018 20:11 Link al commento

    Bancassicurazione e broker sono canali che costano meno

  • Aldo
    Aldo Lunedì, 29 Gennaio 2018 19:59 Link al commento

    Cattolica come tutte le compagnie sa bene che senza agenti non va da nessuna parte ma come tutte o quasi cerca di ampliare i fornitori di clienti per ampliare il business. Certo una lettera come quella inviata ai soci era da formulare meglio

  • Roberta
    Roberta Lunedì, 29 Gennaio 2018 19:52 Link al commento

    Agenti è canale costoso...

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700