Menu

Attacco in corso agli agenti di assicurazione, le compagnie tentano di arrivare per legge all'incasso diretto dei premi. Reazione dello Sna In evidenza

Attacco in corso agli agenti di assicurazione, le compagnie tentano di arrivare per legge all'incasso diretto dei premi. Reazione dello Sna

MILANO - Il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, lo andava dicendo da tempo. I segnali però non sono stati colti da tutti ed alcuni agenti di asscurazione, addirittura, hanno colto con favore i vari tentativi delle imprese di appropriarsi dell'incasso dei premi dei clienti, disintermediando le agenzie e privando gli agenti stessi dei relativi flussi finanziari. Alcune compagnie avevano iniziato questa strategia imponendo la co-intestazione del conto corrente separato agenziale; altre hanno indotto gli agenti - con il passare del tempo e sotto le mentite spoglie del risparmio economico (delle commissioni bancarie) - ad utilizzare i POS direzionali per far transitare i premi direttamente dalle mani dei clienti al conto della mandante.
La categoria però, anche grazie all'attività vigile del Sindacato ed ai ripetuti richiami alla difesa di questa fondamentale prerogativa professionale degli agenti, ha resistito agli attacchi, continuando ad intermediare la quasi totalità dei flussi finanziari dei clienti. Ecco quindi l'ultimo disperato tentativo delle compagnie che, attraverso un'estenuante attività lobbystica, hanno ottenuto la predisposizione di una specifica norma di Legge che imporrebbe agli agenti e ai subagenti di versare i premi incassati direttamente sul conto della mandante, attraverso la modifica dell'Art. 117 del Codice delle Assicurazioni.
Il documento approvato dal Consiglio dei Ministri - consultabile attraverso il link riportato in calce all'articolo - riguarda il recepimento in Italia della IDD e, almeno su questo punto, sembra andare ben oltre la stessa IDD. Ancora una volta, in Italia si rischia di vedere applicata una normativa europea attraverso una personalizzazione ad uso e consumo dei soliti poteri forti.
Secondo il Presidente Demozzi "ora la strategia delle imprese apparirà più chiara anche a quei colleghi che ci hanno accusati di vedere nemici dove non ci sono, di avere esagerato ipotizzando che le compagnie volessero privarci della facoltà di incasso dei premi dei nostri clienti; peccato che anche questa volta il tempo ci abbia dato ragione e che ancora una volta tocchi a Sna invitare tutti i colleghi ad aprire gli occhi!".
Il Sindacato è prontamente intervenuto con un proprio documento e nei prossimi giorni saranno valutate ulteriori azioni a difesa delle prerogative professionali degli agenti. "Sono certo che qualcuno al Ministero - conclude Claudio Demozzi - abbia sottovalutato l'invasività della norma e la gravità del suo contenuto, che rischia di mettere in pericolo la sopravvivenza di migliaia di agenzie assicurative italiane; basti pensare ad esempio agli agenti plurimandatari, che non possono certo versare un assegno consegnato dal cliente, contenente il pagamento di più polizze contratte con più compagnie, spezzettandolo in più parti per versarne i singoli pezzi sui conti delle mandanti. Questa norma, tra l'altro, è palesemente un ostacolo al plurimandato e dunque alla concorrenza!.
La Redazione


15 commenti

  • Francesco Grondona
    Francesco Grondona Lunedì, 19 Febbraio 2018 22:33 Link al commento

    Da infinita distanza :

    "Quanto ci piace chiaccherare"
    Cit. Sabrina Ferilli

    Dopo FPA, sembra che anche in questa occasione ci troviamo ormai "oltre" e non resti spazio per pensare al futuro con un approccio misurato e complesso come si poteva/doveva fare in questi due lustri, avendo studi prospettici completi sul tavolo, per garantire ai Colleghi il futuro che auspicano nelle almeno tre "anime" : "ad esaurimento", "partner" monomandatario o "distributor" plurimandatario.

    Il tema era improbo e impopolare ed evidentemente è mancato l'interesse ad affrontarlo, preferendo il mantenimento dello status quo.

    Gli "Impegni assunti dalle Imprese", incondizionatamente accolti dall'AGCM e dalle associazioni di Categoria passati fra un assordante silenzio, fatta eccezione per qualche insicuro balbettio, rappresentano "il termine di svolta" di una "grande occasione persa".  

    Anche ad accordi calati dalle Imprese, quali "acceleratori di evoluzione" varrebbe la pena rileggere "gli impegni" ... anche col senno di poi ...  per capire come ci scrisse l'Avv. Nidia Bigotti in ordine alla riforma del pilastro portante dell'Indennità di fine mandato / Rivalsa  dell'Accordo  ANA che non si può pretendere di curare il cancro usando l'aspirina.


    Perdonatemi, ma :
    "tutto il resto è noia"
    Canzone; Franco Califano 

  • Gerardo
    Gerardo Venerdì, 16 Febbraio 2018 12:27 Link al commento

    Sono parecchi anni che siamo vessati dal Legislatore e dall'IVASS con procedure che offuscano la professionalità e l'autonomia dell'Agente, con il benestare delle Compagnia. Non ultimo l'accettazione di un patto che lega i compensi provvigionali al rapporto S/P.

  • AVL
    AVL Giovedì, 15 Febbraio 2018 12:23 Link al commento

    L'obbligo ultimo di documentare ad IVASS con firma digitale l'esistenza della polizza RCP non è forse una ulteriore assurda vessazione? Non sono forse le Compagnie mandanti che devono accertarsi che gli Intermediari abbiano e mantengano i requisiti di legge per esercitare?

  • tutti broker
    tutti broker Giovedì, 15 Febbraio 2018 07:24 Link al commento

    CHI HA SCRITTO QUESTA NORMA NON CONOSCE IL SETTORE OPPURE HA DECISO CHE GLI AGENTI DEVONO CHIUDERE... POSSIBILE CHE LE NOSTRE COMPAGNIE NON INTERVENGANO PER DIFENDERE IL MODELLO AGENZIALE E L'ANIA FACCIA ORECCHIE DA MERCANTE?

  • Enzo
    Enzo Giovedì, 15 Febbraio 2018 06:29 Link al commento

    Il primo colpevole siamo noi agenti che con varie modalita hanno accettato i versamenti sui conti delle compagnie (rateizzazioni..ecc).
    Sa rebbe importante chw Sna predisponesse un modulo da far firmare ai Clienti in fase di incasso dove il cliente stesso gradisce versare sui conti dell' agente intermediario...colui col quale sta intermediando il contratto, come da 7b sottoscritto.

  • incazzato
    incazzato Martedì, 13 Febbraio 2018 23:02 Link al commento

    CARI AGENTI AVETE ACCETTATO IL POS DIREZIONALE, AVETE UTILIZZATO LA MENSILIZZAZIONE DEI PAGAMENTI ALLA COMPAGNIA, ADESSO ZITTI E MOSCA... DEMOZZI SEI GRANDE MA NON TI MERITIAMO

  • Filippo
    Filippo Martedì, 13 Febbraio 2018 23:00 Link al commento

    il sindacato dovrebbe preparare una società di brokeraggio cooperativa partecipata da tutti gli agenti così facciamo transitare i premi dalla società consortile e poi si concorderà con le compagnie una rimessa in tempi adeguati e ci distribuiamo le provvigioni direttamente per evitare di dover versare i premi comprensivi delle nostre provvigioni alle imprrese con il rischio di dover fare contenzioso ogni volta per prenderci il dovuto

  • Visir
    Visir Lunedì, 12 Febbraio 2018 20:33 Link al commento

    Molto molto preoccupante e pericoloso. Io però ho nella mente una analisi diversa e ve la sottopongo : vedo molto più lo zampino delle banche che delle compagnie di assicurazioni ovvero della lobby banca e bancassicurazione.
    Fa molta gola alle grandi e disastrate banche italiane quindi al sistema banca Italia una bella fetta di torta che arriverebbe direttamente sui loro conti senza transitare e stazionare per 10 / 15 giorni nelle piccole/medie banche locali dove spesso molti agenti hanno ancora il conto corrente aziendale o separato.
    Le compagnie hanno i conti correnti solo in grandi istituti o direttamente nelle loro banche e comunque l'intreccio tra loro è un patto di sangue........ esattamente come quello mafioso.
    A ciascuno le proprie considerazioni e riflessioni : magari oltre ad iscriverci TUTTI ma proprio TUTTI allo SNA, il 4 marzo 2018 in cabina elettorale, proviamo a ricordarcelo eh invece di lamentarci e farci governare dalle "solite maschere interscambiabili " ...

  • Aldo
    Aldo Lunedì, 12 Febbraio 2018 20:10 Link al commento

    mio pensiero sulla norma: se hai la fidejussione l'obbligo di pagamento diretto all'impresa non si applica, analogamente a quanto prevedeva il vecchio art. 117 cap

  • Gianni
    Gianni Lunedì, 12 Febbraio 2018 19:48 Link al commento

    ...scusate ma qualcosa non mi torna... se inseriscono il comma 1-bis per rendere obbligatorio agli A/C/E il versamento sul conto della Compagnia, la fidejussione bancaria di cui comma 3-bis (peraltro elevata ad €. 18.750,00) non ha più senso se non per i broker... però continuano a riferirla anche a noi Agenti... forse è solo un refuso... certo, bisogna attivarsi immediatamente...

  • Guido Ferrara
    Guido Ferrara Lunedì, 12 Febbraio 2018 18:03 Link al commento

    Che fine hanno fatto gli impegni assunti dalle Compagnie verso l'Antitrust, per favorire l'espansione del Purimandato di Agenzia? Quella dell'Autority era solo una parvenza di presa di posizione a favore dei consumatori e degli Agenti, un blando monito senza conseguenze di sorta per gli Assicuratori/ Compagnie, retrive ad ogni richiamo al rispetto delle norme introdotte dal Codice delle Assicurazioni, dalla legge Bersani ed in barba alle loro stesse dichiarazioni di intenti rilasciate alla medesima Autority?
    Serve ancora al mercato un'Autority della quale nessuno vuol più tener conto, visto che si vorrebbe legiferare anche a sproposito senza interpellarla? Senza che Essa manifesti pubblicamente e coerentemente la sua posizione al riguardo dello SCHEMA DI DECRETO LEG.VO in oggetto?
    Qui ci vuole un'altra marcia su Roma, signori miei, prima che sia troppo tardi! FORZA SNA!

  • Mario B
    Mario B Lunedì, 12 Febbraio 2018 11:48 Link al commento

    A questo punto se non interviene un aggiustamento della norma il sindacato dovrebbe aiutare tutti gli agenti a scegliere tra la strada della causa di lavoro alla compagnia per farsi riconoscere il rapporto di lavoro subordinato da dirigente-institore e quella della completa autonomia come broker. Penso che il vertice odierno del sindacato sia in grado di condurci lungo questa strada anche perchè gli agenti sono stanchi di vessazioni come questa.

  • alice
    alice Lunedì, 12 Febbraio 2018 09:46 Link al commento

    Tutti broker !

  • Sandokan
    Sandokan Lunedì, 12 Febbraio 2018 09:41 Link al commento

    dopo la procura, ora ci tolgono anche gli incassi. Unica via di uscita andare a fare i broker? Demozzi sarà contento di vedere che un'altra volta era l'unico a gridare al lupo al lupo senza che i colleghi agenti si rendessero conto che il lupo arrivava davvero. Forse noi agenti non ci meritiamo un presidente come il nostro e forse Demozzi farebbe meglio a pensare più a lui e ai suoi affari vista l'ingratitudine diffusa.

  • Alice
    Alice Lunedì, 12 Febbraio 2018 09:30 Link al commento

    sbaglio o la norma riguarda solo gli agenti e non anche i broker? quindi gli agenti non possono incassare sul loro conto mentre i broker invece si ??? siamo al ridicolo!

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700