Menu

Dalla storia un insegnamento: le mandanti hanno una visione ottusa dei loro interessi In evidenza

ROBERTO BIANCHI, DIRETTORE RESPONSABILE DI SNACHANNEL ROBERTO BIANCHI, DIRETTORE RESPONSABILE DI SNACHANNEL

Indovinate chi ha scritto il caloroso e appassionato appello che segue: “… molti colleghi mi onorano di una loro stima fiduciosa e affettuosa. Per essi io non ho mai voluto rappresentare altro che la solidarietà piena e schietta, un cameratismo lieto e fecondo, una gelosa cura della interezza morale della Categoria di fronte a quanti per avventura la adombrassero, e la piena tutela economica del nostro lavoro di fronte alle Compagnie Mandanti. E… poiché io penso che prezzo d’ogni conquista Sindacale sia la compattezza e l’unità della Categoria, invito Lei, Egregio Collega, se non ancora l’avesse fatto, ad aderire a tale Confederazione, ove tutti riuniti ritroveremo l’antica cordialità e solidarietà, e quello spirito di collaborazione con le Compagnie Mandanti, che non ci è mai mancato né mai verrà meno, seppure all’incontro le Compagnie mostreranno ancora di non voler intendere sempre ed a pieno come sia anche e soprattutto loro interesse di dare agli agenti, delle fortune loro artefici primi, una sicura e tranquilla posizione economica e morale. Io confido che una visione meno angusta dell’interesse dei nostri Mandanti convinca gli stessi delle necessità di trovare con noi un accordo, che sarà sanzionato nel nuovo contratto tipo per tutti obbligatorio…”.
No, non si tratta di Claudio Demozzi, che comunque condivide lo stesso sentimento solidaristico, ma di una lettera inviata tanto tempo fa - d’altro canto la prosa tradisce la vetustà del testo - ai colleghi non iscritti da Cesare Brambilla, presidente dell’Associazione Nazionale Agenti di Assicurazione, il progenitore di Sna, alla vigilia del rinnovo del Concordato, ora Accordo Nazionale Agenti, con la Federazione delle Società di assicurazione, l’attuale Ania. Di essa daremo maggiore risalto nei prossimi giorni, quando il nipote Vittorio, nostro collega Vittoria a Genova e Vicepresidente Uea, farà dono del prezioso originale allo Sna. Nel frattempo mi sembra straordinario sottolineare come dalla storia, pensate che la circolare risale al 12 gennaio 1928, ci venga la prova dell’eterna attualità di valori come solidarietà, moralità, tutela, i quali acquistano persino maggiore significato in una società arida di ideali come quella che purtroppo stiamo lasciando in eredità ai nostri figli e ai nostri nipoti. D’altro canto un sindacato, per recitare un ruolo da protagonista nel presente e soprattutto nel futuro, non può che rimanere sempre ancorato al suo passato, quando è portatore di simili insegnamenti.
Amareggia invece constatare che coloro i quali hanno accettato di rappresentare la categoria, Brambilla ieri, Demozzi oggi, abbiano dovuto condividere la necessità di invitare i non iscritti a sostenere con la propria partecipazione, magari soltanto di principio, l’attività sindacale rivolta alla difesa degli interessi collettivi. Questo perché, ora come allora, c’è una moltitudine di agenti che si avvantaggiano delle conquiste conseguite dal Sindacato, senza neppure sentire il dovere di ingrossarne le fila, attraverso la loro adesione, per contare di più sotto la bandiera generalista di Sna.
In ogni modo la cosa che mi sconcerta maggiormente consiste nel constatare che, dopo novant'anni, due guerre, il ’68, il consociativismo, la cogestione, la globalizzazione, la grande crisi del 2006, le compagnie non abbiano ancora metabolizzato il richiamo che Brambilla indirizzava loro con tanta innovativa saggezza: sarebbe innanzitutto interesse delle mandanti garantire agli agenti, che sono i principali artefici delle loro fortune, sicurezza e tranquillità sul piano economico, certo, ma anche su quello morale.
Di questo merita discutere all’indomani del tentativo di eliminare la categoria mediante il decreto ammazza-agenzie: posto che i clienti hanno tutto da perdere dalla disintermediazione, giova davvero alle imprese smantellare un modello distributivo che ha fatto grande prima di tutto l’industria assicurativa? O conviene soltanto ai manager a tempo che legano il loro destino alla seduzione suscitata nella comunità finanziaria dalle previsioni immaginifiche connesse alla rivoluzione digitale e alla gestione diretta del rapporto con il cliente? Si tratta davvero di innovazione, o piuttosto di una variante modernista di quell’angusta visione dell’interesse che all’alba del ventennio Brambilla rimproverava alle mandanti e che perdura tutt’ora?
Roberto Bianchi

3 commenti

  • Ottone
    Ottone Lunedì, 12 Marzo 2018 20:38 Link al commento

    le fazioni finiranno quando chi per una poltrona non rinuncia a spaccare il fronte si ritirerà a miti consigli o toglierà il disturbo, per il resto teniamoci stretto anzi strettissimo il presidente Demozzi che ha salvato la nostra categoria dalla disfatta e dalla scomparsa già parecchie volte

  • Francesco Grondona
    Francesco Grondona Sabato, 10 Marzo 2018 13:34 Link al commento

    E' auspicabile che il gesto del Collega Vittorio Brambilla di Civesio ponga termine alla "faida" elettoralistica fra le fazioni.
    Tutti i Colleghi hanno bisogno dell'Associazione Nazionale Agenti, sopratutto quelli che guardano.

  • Demetrio Sammarco
    Demetrio Sammarco Sabato, 10 Marzo 2018 13:00 Link al commento

    Bellissimo articolo con osservazioni profonde. Sei sempre illuminante Roberto!! Complimenti

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700