Logo
Stampa questa pagina

Recepimento della Direttiva UE 2016/97, anche i subagenti sul piede di guerra: l'Ulias dichiara lo stato di agitazione della categoria In evidenza

Recepimento della Direttiva UE 2016/97, anche i subagenti sul piede di guerra: l'Ulias dichiara lo stato di agitazione della categoria

MILANO - Anche i subagenti di assicurazioni sono da oggi sul piede di guerra contro i termini di recepimento da parte del Governo italiano della Direttiva UE 2016/97. Il Presidente nazionale Ulias, Sebastiano Spada, in occasione della giornata formativa organizzata a Roma ha dichiarato lo stato di agitazione degli Intermediari di assicurazione in Sez. E. Dopo settimane di confronto con gli aderenti al sindacato.
La norma rischia seriamente di mettere in difficoltà le 175 mila ditte individuali e le 12 mila società che operano nel settore della intermediazione in sez. E, oltre ai loro i dipendenti. "Con senso di responsabilità verso tutti i lavoratori del comparto - si legge in una nota ufficiale - nei prossimi giorni Ulias adotterà tutte le azioni sindacali congrue al caso", rendendosi disponibile ad azioni congiunte con Sna".
Luigi Giorgetti