Menu

Gruppo Agenti Allianz "AAA", Pasquale Laera (Anapa) critica la gestione di Umberto D'Andrea. Demozzi (Sna): non sono sorpreso In evidenza

UMBERTO D'ANDREA UMBERTO D'ANDREA

MILANO - Succede che tre Gruppi aziendali agenti, venutisi a trovare nell’ambito di una medesima mandante, promuovano con toni trionfalistici la loro fusione in un’unica realtà associativa, nella fattispecie denominata AAA (Tripla A). La mandante: Allianz. Succede poi che alcuni nostalgici delle peculiarità dei singoli Gruppi aziendali, non accettino la nuova situazione e si allontanino dalla vita associativa o si pongano in contrasto permanente con il vertice di turno. Succede anche che qualche ex presidente di qualche ex Gruppo agenti, tra quelli che si sono fusi, non si rassegni a ruoli divenuti necessariamente di secondo piano e cerchi di accendere qualche riflettore su sé stesso, con ogni strumento lecito. Si tratta, in questo caso, dell’ex presidente dell’ormai sciolto GAL (Gruppo Agenti Lloyd Adriatico) Pasquale Laera, militante di Anapa, il sodalizio di Vincenzo Cirasola, che con una lettera aperta diramata agli agenti Allianz solleva dubbi e riflessioni sulla riconferma congressuale del presidente AAA Umberto D’Andrea.
Nella lettera, Laera fa riferimento tra l’altro alla scarsa partecipazione al Congresso nazionale del Gruppo agenti, resa palese dal mancato raggiungimento del quorum minimo necessario per le previste modifiche statutarie, che – forse cerca di lasciar intendere - metterebbe in dubbio la rappresentatività del presidente D’Andrea, se non di tutto il Gruppo Agenti. Nella lettera, inoltre, viene criticato l’operato di D’Andrea nella sua veste istituzionale, partendo dalla circolare diramata agli iscritti lo scorso 29 marzo che, secondo Laera, “lascia francamente esterrefatti”. E poi subito attacca: "Già il fatto di esserti ricandidato alla carica di presidente (rivolgendosi a D’Andrea, ndr), dopo un triennio che appare sbiadito dalla pochezza di risultati, dalla mancanza assoluta di un qualche progetto, dalla totale assenza di approfondimenti sui tanti incombenti problemi interni alla “Categoria” e agli Agenti di Allianz, indica l’incapacità di fare autovalutazioni oggettive sul proprio operato".
Laera prosegue: "Scrivi e lamenti 'il rammarico per non aver raggiunto il quorum di presenze indispensabile per l’Assemblea straordinaria' che avrebbe dovuto approvare le modifiche statutarie. Ti dichiari amareggiato dalle troppe assenze e additi i colleghi che 'non hanno sentito neanche il bisogno di compilare, firmare ed inoltrare la delega'. Ma poi annunci trionfalmente 'l’esito delle votazioni che ha attribuito un ampio riconoscimento'". Per l’ex presidente Laera "la contraddizione è evidente a quanti sono rimasti a casa, a quanti si sono allontanati dall’Associazione, a quanti sono stati allontanati dall’Associazione, a quanti leggono l’acclarata scarsa credibilità di una conduzione che non trova più interlocutori nemmeno in Allianz". Laera conclude: "Quelli assenti non sono “incuranti della partecipazione”, semplicemente non si sentono rappresentati da questa AAA".
Il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi, venuto a conoscenza dell’iniziativa, non si è detto sorpreso "per l’atto di un collega non nuovo a plateali quanto spesso personalissime critiche e valutazioni sull’operato altrui. Al di là delle personali valutazioni sul contenuto della lettera aperta, l’ex presidente Laera dimostra di attribuire ben poca importanza all’esito democratico del Congresso elettivo della 'Tripla A', che non lascia dubbi di sorta sulla preferenza espressa dai presenti: su 577 schede scrutinate, 21 sono risultate nulle, 65 bianche e 489 hanno votato Umberto D’Andrea alla presidenza del Gruppo agenti”, ha precisato Demozzi, che ha aggiunto "credo che la sede opportuna per criticare il vertice del Gruppo sarebbe stata proprio il Congresso, svoltosi qualche settimana fa; è troppo facile lasciare andare le cose come vanno, non partecipare allo scontro e poi criticare, a partita finita, l’esito del match; si tratta di un copione visto troppe volte, tipico da Prima Repubblica…”.
La Redazione

8 commenti

  • Antonio
    Antonio Giovedì, 12 Aprile 2018 07:29 Link al commento

    Se una persona è scorretta non esistono le regole democratiche che esistono per porre delle idee, ma sanno solo mettere fuoco sull'acqua bollente.

  • Marco
    Marco Lunedì, 09 Aprile 2018 09:15 Link al commento

    dopo questo ennesimo attacco al gruppo e al suo capo spero che la triplaA la smetterà di finanziare Anapa

  • anonimo
    anonimo Sabato, 07 Aprile 2018 10:22 Link al commento

    fortunatamente il tempo di certi signori è finito per sempre...

  • Michele
    Michele Sabato, 07 Aprile 2018 10:11 Link al commento

    che Umberto non sia il migliore dei presidenti possibili per il nostro gruppo lo sappiamo, che la tripla A non sia il vecchio storico GAL anche. Ma democrazia è discutere nei luoghi deputati, proporre una lista e mettere in discussione il vertice rispettando le regole dello statuto. Tutto il resto è ricerca spasmodica di protagonismo, che evidentemente non ha ottenuto sposando le tesi di Cirasola e vedendo disgregare Anapa giorno dopo giorno, rimasta ormai con due o tre gruppi che la sostengono visto che tutti gli altri ne hanno preso le distanze

  • biro
    biro Venerdì, 06 Aprile 2018 14:01 Link al commento

    Primo aspetto: all'assemblea straordinaria risultavano presenti più di 900 iscritti comprese le deleghe e il dato non mi sembra deludente, anche se il numero legale non è stato raggiunto per una quindicina di unità.
    Secondo aspetto: la minoranza interna degli scontenti non ha preso la parola e non ha presentato una propria squadra, due scelte democraticamente legittime, anche se poco utili allo scambio dialettico delle idee.
    Non è legittimo però rigettare le decisioni democratiche assunte dal massimo organo statutario, dopo che si è cercato di indebolirne la forza non partecipando.
    Terzo aspetto: che D'Andrea non incassi il riconoscimento dell'impresa mi sembra una colossale sciocchezza, dal momento che venerdì mattina, quando è intervenuto l'Ad Campora erano schierati nelle due prime file ben 42 manager di Allianz.
    Caro Laera puoi continuare a sparlare quanto vuoi dal palco di Anapa, tanto hai fatto il tuo tempo e nessuno ti rimpiange

  • Rudj
    Rudj Venerdì, 06 Aprile 2018 08:10 Link al commento

    Menomale è passata l’era di Laera. Ed lo scrivo da suo ex collega di divisione. Ah ricordo che alle sue Assemblee i colleghi si accalcavano, con ore di attesa e code chilometriche per accreditarsi. Comunque ho letto quanto scritto da collega e personalmente non condivido.

  • Filippo
    Filippo Venerdì, 06 Aprile 2018 00:00 Link al commento

    ma Pasquale non ha proprio di meglio da fare?

  • Caterina
    Caterina Giovedì, 05 Aprile 2018 20:43 Link al commento

    Concordo

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700