Menu

Decreto "ammazza-agenti", ultimo atto. Sna presenta un esposto alla Procura della Repubblica. Pressing sul mondo politico In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI, PRESIDENTE NAZIONALE SNA CLAUDIO DEMOZZI, PRESIDENTE NAZIONALE SNA

MILANO - Sna ha chiesto formalmente l'intervento della Procura della Repubblica, affinché sia accertato ogni eventuale comportamento penalmente rilevante nell'intera vicenda che riguarda il Decreto Legislativo AG516, emanato dal Governo Gentiloni l'8 febbraio scorso e che mette a repentaglio la sopravvivenza di duecentomila lavoratori autonomi del settore della distribuzione assicurativa e più di ventimila posti di lavoro dei dipendenti agenziali.
L’Esecutivo nazionale della più grande Associazione sindacale degli agenti di assicurazione (Sna) ha sottoscritto l’esposto, che riassume l’iter del Decreto, iter per alcuni aspetti anomalo, dal quale risulta evidente la mano dell’Ivass nella progettazione della norma di modifica dell’Art. 117 C.A.P., la norma che obbliga i clienti di agenti e subagenti a pagare le polizze direttamente alle imprese, impedendo nel contempo agli Intermediari professionisti l’utilizzo del conto separato. “inspiegabilmente –chiarisce il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi - lo strumento del conto separato rimane ammesso per broker, sportelli bancari e postali, mentre viene vietato ai soggetti che possiedono ancora e nonostante tutto la maggior parte di quota di mercato cioè gli agenti e relativi collaboratori, creando un’assurda quanto illegittima disparità di trattamento”.
L’atto, predisposto con l’assistenza dei migliori esperti della materia tra i quali il noto avv. Gianluigi Malandrino, presentato a nome del Sindacato dal Presidente Claudio Demozzi, dal Vicepresidente vicario Elena Dragoni e dal Vicepresidente Corrado Dimarino, rappresenta forse l’ultimo atto formale di una battaglia che Sna ha combattuto e continua a combattere, purtroppo in solitudine, fin dal giorno stesso di emanazione del Decreto Legislativo di recepimento della IDD. Per il Presidente Demozzi “questo Decreto non si limita a recepire la IDD, ma introduce una vera e propria rivoluzione del modello distributivo italiano, riportando la posizione di agenti e subagenti indietro di vent’anni, annullando le conquiste ottenute dalle Leggi Bersani in poi che si chiamano Plurimandato, Libere Collaborazioni, ma anche autonomia imprenditoriale e vicinanza alle esigenze dei nostri clienti. Una contro-rivoluzione, più precisamente, cioè un’opera di restaurazione ante-liberalizzazioni, che riporta le reti agenziali ad una posizione lontana anni luce dalla visione pluralistica e pro-concorrenziale dell’impianto legislativo europeo ed italiano ante-Decreto Gentiloni”.
Nel frattempo, il Sindacato prosegue l’opera di sensibilizzazione rivolta alle forze politiche, affinché il Decreto sia ritirato o sostanzialmente modificato per porre rimedio all’attacco mortale portato alla categoria agenziale dal Governo Gentiloni. Recentemente il presidente Demozzi ha chiesto la collaborazione di tutti i dirigenti sindacali e dei presidenti dei GAA, ricordando le conseguenze disastrose di un’eventuale promulgazione, in via definitiva, del Decreto Legislativo.
La Redazione

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700