Menu

Lo Sna continuerà sempre a considerare la battaglia personale di ognuno di noi per la libertà, come la battaglia di tutti In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI, PRESIDENTE NAZIONALE SNA CLAUDIO DEMOZZI, PRESIDENTE NAZIONALE SNA

CERVIA - Coloro che, lasciando la sala in cui si era appena celebrato il Comitato Centrale Sna, provavano la sensazione che il Congresso Nazionale odierno (20 aprile, ndr.) sarebbe stato una replica dei lavori appena conclusi, hanno dovuto piacevolmente ricredersi. Il contenuto della Relazione esposta dal Presidente Nazionale, Claudio Demozzi, e le espressioni di sostegno politico recato dai rappresentanti del mondo politico e sociale - Andrea Bertoldi Senatore di Fratelli d’Italia a Trento, Jacopo Marrone onorevole della Lega in Emilia Romagna, Galeazzo Bignami Onorevole di Forza Italia anch’egli in Emilia Romagna e Gianni Pittella Senatore PD in Campania - pervenuti a Cervia allo scopo di fornire il proprio sostegno alla dura battaglia combattuta dallo Sna per ottenere l’annullamento o quantomeno la sostanziale modifica del Dlgs di recepimento delle IDD in tema di divieto di incasso dei premi , hanno infatti dimostrato che non si tratta dell’ennesimo appuntamento istituzionale.
Il Decreto “ammazza agenti” mette a rischio la sopravvivenza della categoria e non porta alcun vantaggio ai consumatori, trattandosi piuttosto dell’ennesimo attacco portato alla centralità degli agenti nella distribuzione assicurativa italiana. Ecco perché i Gruppi aziendali per primi, ma anche ogni singolo agente per suo conto, dovrebbero rifiutare l’utilizzo di tutti gli strumenti che di fatto sono orientati a disintermediare il mercato, come i pos direzionali che indirizzano i premi della clientela verso il conto corrente dell’impresa. Fanno il paio con essi la mensilizzazione dei premi mediante rid permanente, anch’essa orientata al superamento dell’intermediazione finanziaria e la digitalizzazione delle agenzie, un tentativo evidente di sottrarre a quest’ultime la gestione del rapporto con la clientela.
Non è più concesso ad alcuno di sottovalutare questi aspetti delle relazioni industriali tra Ga e rispettive mandanti, dal momento che cedere prerogative imprenditoriali e pezzi di libertà professionale significa spostare il negoziato generalista su territori più favorevoli alle imprese. Una particolare attenzione, nel quadro della centralità della figura agenziale nel mercato assicurativo italiano, va posta dai Gruppi agenti alla questione della titolarità e della fruibilità dei dati dei clienti di agenzia: “sarà sufficiente attrezzare ogni Agenzia di una propria banca dati autonoma” ha detto Claudio Demozzi esponendo il contenuto della Relazione dell’Esecutivo Nazionale. “Il Sindacato ha messo a disposizione tutti gli strumenti necessari per farlo. Così come tutti noi dovremmo prepararci a gestire l’e-commerce agenziale in modo indipendente, che è cosa ben diversa dall’operare da semplici pos (point of sale) dell’e-commerce della Mandante.
Ogni Agente – ha aggiunto Demozzi - dovrebbe possedere un proprio logo agenziale, una propria immagine aziendale-agenziale, autonoma e ben distinta da quella delle Compagnie rappresentate. E così per il sito internet e l’APP agenziale, da non confondere con quelli delle Mandanti, che non ci appartengono e conseguentemente non fanno parte degli strumenti di nostra proprietà che utilizziamo, liberamente, nell’esercizio della nostra attività di Imprenditori. E così per la struttura commerciale ed amministrativa dell’Agenzia, che dovrebbe sempre rimanere distinta, indipendente, rispetto a quella della Mandante, se vogliamo continuare a definirci Lavoratori autonomi, di diritto e di fatto!”.
Nessun agente deve infine rinunciare alle disposizioni dell’ANA, come l’indennità di fine mandato, il preavviso o la tutela in caso di revoca, oltreché i disposti del Codice Civile che regolano il contratto di agenzia, accettando mandati “anomali” o accordi di collaborazione “para-agenziale”. La voce entusiasta dei giovani che hanno superato l’esame propedeutico all’iscrizione nel Registro Unico degli Intermediari premiati con un attestato di stima da parte del Sindacato, ha dimostrato però che il Sindacato è in grado non soltanto di esprimere elevati valori di solidarietà interna, ma anche di promuovere il ricambio generazionale attraverso un percorso formativo che ogni anno si dimostra più efficace e che trova la sua naturale prosecuzione nel corso di laurea triennale in Gestione d’Impresa.
La standing ovation riservata dai congressisti al Presidente Demozzi lascia pochi dubbi su come la pensino i rappresentanti sindacali pervenuti a Cervia in ordine alla coerenza richiesta a tutti gli agenti e alle loro rappresentanze aziendali nel percorrere la strada della libertà professionale nello svolgimento consapevole del ruolo di consulenti onesti, imparziali e professionali che agiscono nell’interesse dei clienti. Nel contempo le lacrime di Paolo Bullegas, componente dell’Esecutivo Nazionale al termine della lettura della Relazione testimonia infine senza equivoci dell’attaccamento del gruppo dirigente alla bandiera sindacale. 
Roberto Bianchi

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700