Logo
Stampa questa pagina

Allianz investe in Moneyfarm, 46 milioni di euro nella nuova start-up del fintech. Demozzi (Sna): i robot non chiedono provvigioni ! In evidenza

Allianz investe in Moneyfarm, 46 milioni di euro nella nuova start-up del fintech. Demozzi (Sna): i robot non chiedono provvigioni !

MILANO - Allianz aggiunge un ricco piatto da 46 milioni di euro per Moneyfarm, la start up del fintech che dichiara di possedere 27 mila clienti, per oltre 500milioni di euro di risparmio gestito. Alla guida dell'innovativa società ci sono Paolo Galvani e Giovanni Daprà. La start-up sta cercando di trasformarsi in azienda vera e propria, e questo richiede ulteriori sforzi finanziari, che possono arrivare da nuovi soci che credono nel progetto di robotizzazione della consulenza finanziaria.
Moneyfarm avrebbe già raccolto quasi ottanta milioni di euro, grazie soprattutto all'impegno di Allianz, che avrebbe concesso il rilevante importo di 46 milioni di euro. La start up fintech si occupa di gestione del risparmio. Ha trasferito la propria sede legale a Londra nel 2015 ed oggi dà lavoro a 80 dipendenti. I capitali raccolti vengono gestiti attraverso tecnologie di robo-advisory e intelligenza artificiale.
"L'iniziativa è senz'altro legittima - commenta il Presidente nazionale Sna, Claudio Demozzi - anche se lascia perplessi scoprire come le grandi compagnie siano affascinate dall'idea di poter avere, un giorno, reti distributive composte, anziché da consulenti in carne ed ossa, da robot che sicuramente non si lamenteranno mai delle condizioni di lavoro né chiederanno provvigioni sul portafoglio acquisito e gestito. Sarà bene che gli agenti - continua il presidente Demozzi - siano attenti a come e dove le mandanti investono gli utili ricavati dal loro lavoro, per compiere scelte strategiche adeguate ai tempi e alle strategie delle medesime mandanti".
La Redazione