Menu

Poste Italiane alla ricerca del partner nel segmento Rcauto, lo Sna scrive al Governo e chiede di sospendere subito la gara In evidenza

ON. MASSIMO BITONCI ON. MASSIMO BITONCI

MILANO - E' un'offensiva senza precedenti quella messi in campo dallo Sna contro il progetto di Poste Italiane di allargare il novero delle polizze collocate sul mercato anche a quelle del ramo Danni ed in particolare alle Rcauto. Con una lettera inviata al Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Economia e delle Finanze, on. Massimo Bitonci, il Presidente nazionale Claudio Demozzi sollecita misure drastiche ed immediate. "Le Poste - scrive Demozzi al Governo (e all'Ania, ndr) - intende perseguire con la gara indetta al fine di identificare un’Impresa assicurativa con la quale stipulare un accordo distributivo di polizze Rcauto. L’accordo distributivo permetterebbe a Poste di offrire polizze Rcauto (settore nel quale le 12.000 Agenzie assicurative indipendenti italiane detengono una quota di mercato di oltre l’80%) attraverso 13.000 sportelli postali distribuiti sul territorio nazionale. Presso di essi, operano i lavoratori dipendenti postali che, fino a ieri, si sono occupati di corrispondenza e pacchi e che da domani competerebbero con gli Agenti assicurativi tradizionali, piccoli imprenditori dal cui destino dipende anche il futuro occupazionale di trentamila lavoratori dipendenti agenziali e di quasi duecentomila collaboratori autonomi (subagenti)".
"Questo nuovo approccio al mercato assicurativo nazionale del Gruppo Poste Italiane, che non ha precedenti, - prosegue il Presidente nazionale Sna - è potenzialmente in grado di compromettere irrimediabilmente la tenuta dell’assetto distributivo delle maggiori Compagnie assicurative che operano in Italia attraverso reti agenziali, nonché di ridimensionare pericolosamente la quota di mercato degli Agenti assicurativi professionisti in gestione libera, minando il loro già tenue equilibrio economico. L'iniziativa di Poste Italiane si inserisce in un progetto anticoncorrenziale per il mercato assicurativo italiano e per gli imprenditori autonomi. Lo sfruttamento degli sportelli distributivi postali, la loro capillarità e presenza, destabilizza e sfrutta il fine pubblico delle Poste, per uno sviluppo imprenditoriale privato che può rivelarsi contrario agli interessi dei consumatori finali".
L'invito è quello di sospendere immediatamente, prima che sia troppo tardi, la gara indetta da Poste Italiane, per l’identificazione dell’Impresa assicuratrice partner con la quale sottoscrivere l'accordo distributivo di polizze rami Danni (compresa la Rcauto, ndr). Ed al contempo avviare un tavolo di confronto. A tale scopo lo Sna ha chiesto ufficialmente un incontro urgente con il Sottosegretario Bitonci presso il Dicastero dell'Economia. 
Luigi Giorgetti

3 commenti

  • F.G.
    F.G. Giovedì, 21 Giugno 2018 00:33 Link al commento

    l'Ania, nell'interesse delle compagnie tutte, dovrebbe opporsi a questo disegno che può distruggere l'intermediazione assicurativa italiana, per di più con i soldi pubblici dei contribuenti

  • Aldo
    Aldo Mercoledì, 20 Giugno 2018 20:15 Link al commento

    ma che roba è??? e le compagnie mediopiccole stanno a guardare???

  • Fulvio
    Fulvio Mercoledì, 20 Giugno 2018 10:10 Link al commento

    Anche intesasanpaolo investirà molto nella crescita assicurativa

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700