Menu

Partnership sta per rispetto reciproco. Lista unitaria in casa Agit, intervista al neo Presidente Angelo Mangano In evidenza

ANGELO MANGANO ANGELO MANGANO

MILANO - Al termine di una tre giorni impegnativa e in alcuni momenti persino appassionante, quando le componenti interne erano ancora divise e si profilava la presentazione di due liste contrapposte, i partecipanti all’Assemblea nazionale elettiva di Agit sono riusciti a trovare la sintesi delle linee politiche delineatesi durante i lavori e a comporre la possibile spaccatura che taluni temevano. Tra gli applausi scroscianti della sala, che sono sembrati quasi un gesto liberatorio dalla tensione che si respirava alla vigilia della presentazione delle liste, è risultato eletto un gruppo dirigente composto da colleghi di entrambe le componenti interne, al quale la mozione finale ha affidato un compito ambizioso e articolato. Ne abbiamo parlato con il nuovo Presidente Angelo Mangano all’indomani della sua elezione e riportiamo in questa pagina una sintesi dell’intervista, rinviando al prossimo numero de L’Agente di Assicurazione le lettura completa.
Presidente Mangano, un’Assemblea laboriosa nella quale la volontà di unire le componenti interne ha prevalso sulle possibili fughe in avanti che taluni paventavano, non crede?
Penso che la presentazione di un’altra lista sia un vantaggio per tutti gli associati. Un confronto sincero e costruttivo improntato su onestà intellettuale, ancorché duro, su idee, programmi e politiche è fondamentale per la crescita di un Gruppo Agenti. Viceversa la scarsa partecipazione e l’assenza di dibattito porta un gruppo dirigente, anche il più valido, a diventare autoreferenziale, senza capire se le scelte fatte e la direzione intrapresa siano quelle giuste. A Palazzo Varignana, sede congressuale, la candidatura di una seconda lista ha avuto un importante beneficio, quello di riportare tanti colleghi al Congresso, e di sentire le loro voci dopo anni di appiattimento negli interventi. Andare alle urne dopo un serrato confronto dibattimentale, è il principio base della democrazia. Di conseguenza la presentazione di una o più liste nell’assemblea nazionale non è assolutamente sinonimo di spaccatura del Gruppo Agenti, ma la base per renderlo più forte. Il vero successo del Congresso bolognese, è stato il tornare ad avere una partecipazione dinamica negli interventi e numerosa nella partecipazione, 300 presenti e 240 deleghe, sono quindi stati rappresentati il 50% dei colleghi. Lo scorso anno erano poco meno di 200.
Ora è fondamentale non disperdere questo successo e riportare nelle assemblee regionali le persone presenti a Palazzo Varignana, e anzi stimolare gli assenti a partecipare alla vita di Gruppo.
La sua sarà più una presidenza di continuità o di discontinuità rispetto al passato?
Direi una discontinuità nella continuità. Mi scuso per il gioco di parole e spiego meglio: intendo discontinuità nelle persone e nel definire le priorità del programma, rimettendo al centro del confronto la parte assicurativa rispetto a quella tecnologica, che è un fondamentale supporto della nostra attività, ma resta sempre un supporto del core business principale, che sono la Rcauto e i Rami Danni. Continuità invece come modello sindacale, perpetrando la filosofia di ex presidenti di Gruppo come Mario Razzano e Piero Melis, incentrata su un confronto paritetico con il management direzionale. È una partnership quella tra agenti e compagnia, formalizzata nel contratto di agenzia, e basata su pari dignità e rispetto, e non subalternità rispetto alla compagnia.
La mozione conclusiva ha affidato al nuovo gruppo dirigente un compito non facile e molto articolato, quali gli obiettivi che lei considera prioritari?
È necessario un confronto con Groupama su una profonda revisione della tariffa Rcauto, oggi fortemente inadeguata, che richiede un importante utilizzo di flessibilità per restare sul mercato. Bisogna rivedere i criteri delle polizze sinistrate a rischio disdetta, sistema che attualmente presenta delle distonie. Verifica delle valutazioni assuntive sui rischi Rami Danni, e catalogo prodotti migliorato e implementato. Inoltre serve un efficientamento della gestione sinistri e dei sistemi informatici.
Il vostro accordo integrativo è uno dei più avanzati della categoria, è plausibile che l’impresa ne confermi l’impianto e addirittura lo migliori?
Ritengo che l’attuale Accordo Integrativo non vada toccato, e non mi risulta che la Direzione Groupama abbia intenzioni diverse. Va anche considerato che la base delle tutele di Agit e degli accordi condivisi con Groupama parte già da profili elevati rispetto alla media di mercato. Questo grazie a tutti i presidenti che mi hanno preceduto nella carica. Un altro importante accordo è quello economico, che è incentrato in maniera preponderante sulla redditività, quindi una sorta di partecipazione agli utili che le singole Agenzie consentono a Groupama. E credo che in questo momento storico la redditività sia uno degli obiettivi principali della Compagnia. Poi, come ha detto il Presidente dello Sna Demozzi nel suo intervento al Congresso, ogni volta che ci si confronta con la compagnia, si dovrebbe cercare di migliorare. Ci proveremo raccogliendo il suo suggerimento.
Roberto Bianchi

1 commento

  • Clemente Malorgio
    Clemente Malorgio Lunedì, 05 Novembre 2018 20:22 Link al commento

    Ambizioso programma, in particolare sulla RCA, da realizzare a breve e da sottoporre a verifica al congresso del prossimo anno.

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700