Logo
Stampa questa pagina

Commissione Europea, in pubblica consultazione il codice etico per i robot con intelligenza artificiale In evidenza

Commissione Europea, in pubblica consultazione il codice etico per i robot con intelligenza artificiale

MILANO - La Commissione Europea sull’Intelligenza Artificiale – AI HLEG European Commission’s High-Level Expert Group on Artificial Intelligence – composta da 52 esperti di alto livello, lo scorso 18 dicembre ha posto in pubblica consultazione fino a marzo 2019 un documento contenente le linee guida di un codice etico che guidi il comportamento dei robot. L’Intelligenza Artificiale è destinata, secondo la Commissione, a modificare profondamente il tessuto stesso della nostra società ed è potenzialmente portatrice di enormi benefici a livello individuale e collettivo, così come di tremendi rischi. Per ottimizzare i primi e minimizzare i secondi, è necessario adottare un approccio umano-centrico alla robotica, per far sì che l’A.I. sia pienamente degna della completa fiducia da parte dei cittadini.
Le linee guida della bozza proposta si muovono secondo due direttrici: la robotica deve rispettare i diritti fondamentali, la regolamentazione vigente principi ed i valori fondamentali assicurando, appunto, uno "scopo etico" e deve essere totalmente affidabile sul piano tecnico poiché la mancanza di padronanza tecnologica può causare danni non intenzionali. Il documento è rivolto a tutti i soggetti che sviluppano o utilizzano l’Intelligenza Artificiale (società, organizzazioni, ricercatori, servizi pubblici, istituzioni, individui o altro), ai quali è richiesto di contribuire al documento con le proprie considerazioni. Lungi dal voler soffocare l’innovazione tecnologica, la Commissione Ue vuole orientare la competitività del settore secondo una logica di responsabilità determinata dall’adozione di un atteggiamento etico verso questi ambiti.
Alessandra Schofield