Menu

Internet of Things: secondo l'IDC sarà la più grande categoria tecnologica del 2019. Investimenti record, oltre i 1.000 mld di dollari In evidenza

Internet of Things: secondo l'IDC sarà la più grande categoria tecnologica del 2019. Investimenti record, oltre i 1.000 mld di dollari

MILANO - IDC International Data Corporation – società statunitense attiva dal 1964 (in Italia dal 1986), che offre a livello internazionale servizi di consulenza ed eventi per i mercati delle tecnologie dell'informazione, delle telecomunicazioni e della tecnologia di consumo – stima che nel 2019 gli investimenti per l’IoT (Internet of Things) toccheranno complessivamente i 745 miliardi di dollari, con un incremento del 15,4% rispetto al 2018. Secondo gli analisti, tra il 2017 ed il 2022 la spesa in questo ambito toccherà e supererà i 1.000 miliardi.
I fruitori di dispositivi connessi e interconnessi – che portano con sé il crescente incremento dei flussi dati generati, ricevuti, inviati e scambiati, con tutto ciò che questo implica in termini di profilazione da una parte e rischi per la Privacy dall’altra – stanno aumentando costantemente in ambiti anche molto diversificati: dall’industria alla pubblica amministrazione, dai trasporti agli erogatori di servizi quali energia, acqua, gas etc., fino ai consumatori finali. In particolare, si prevede che gli utenti (nelle 9 macro-aree e nei 53 Paesi presi in esame nella ricerca) spenderanno fino a 108 miliardi di dollari nel 2019 in dispositivi IoT utilizzati per la “casa intelligente”, il benessere personale e l’intrattenimento nei veicoli connessi.
I servizi IoT, quindi, potrebbero rappresentare la più grande categoria tecnologica nel 2019, sostenuta da investimenti per 258 miliardi di dollari destinati a servizi IT e di installazione tradizionali, oltre a dispositivi e servizi operativi non tradizionali. La spesa per l'hardware si avvicinerà ai 250 miliardi, di cui oltre 200 per acquisti di moduli e/o sensori, mentre la spesa per i software IoT raggiungerà i 154 miliardi di dollari; si prevedono inoltre spese per la connettività IoT per 83 miliardi di dollari.
Ma sempre secondo IDC, il settore che nel quinquennio in esame vedrà il più veloce incremento del tasso annuo composto – CAGR, Compound Annual Growth Rate – è quello assicurativo (17,1%), seguito dalla Pubblica Amministrazione (16,1%) e dall’ambito sanitario (15,4%). Ricordando che il CAGR è un indice puramente previsionale, che non tiene conto delle variazioni che possono intervenire nell’arco di tempo considerato, e che l’Italia non figura tra i Paesi che investiranno di più nel settore dell’Internet delle Cose, è bene però considerare – per esempio – le previsioni di spesa per Germania (35,5 miliardi di dollari), Francia (25,6 miliardi) e Regno Unito (25,5 miliardi).
Alessandra Schofield

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700