Menu

Gara di dibattito IBM: l’essere umano vince contro l’Intelligenza Artificiale 1-0. Determinante la mancanza di pathos di Miss Debater? In evidenza

Gara di dibattito IBM: l’essere umano vince contro l’Intelligenza Artificiale 1-0. Determinante la mancanza di pathos di Miss Debater?

MILANO - La conferenza annuale IBM 2019 a San Francisco, ha presentato l'evento “Think 2019”, aperto da un dibattito. E non ci sarebbe niente di strano, data la natura del meeting, improntato alla riflessione sul futuro. Senonché a sostenere il confronto dialettico sono stati il campione di dibattiti Harish Natarajan e… Miss Debater, un sistema di Intelligenza Artificiale cui è stata assegnata una voce femminile. Tema della discussione, comunicato 15 minuti prima ai contendenti, che hanno avuto quindi questo tempo per prepararsi, l’opportunità o meno di sovvenzionare le scuole dell’infanzia. Un argomento collegato al welfare. Non sappiamo come mr. Natarajan abbia proceduto per strutturare la sua esposizione, ma sappiamo come lo ha fatto miss Debater, che ha fondato le sue argomentazioni sull’analisi di 10 miliardi di frasi contenute nelle centinaia di milioni di documenti cui ha accesso, pronunciandosi a favore del provvedimento in quanto elemento importante nel garantire pari opportunità a tutti i bambini, anche a quelli provenienti da situazioni economiche disagiate, contribuendo così a rompere il ciclo della povertà. Nella performance/competizione, mr. Natarajan sosteneva la posizione contraria e la giuria ha trovato le sue motivazioni più convincenti, perciò ha vinto.
O forse, come alcuni sostengono, la voce monotona, priva di inflessioni e di pathos – vogliamo dire robotica? – del sistema A.I. ha impedito al pubblico di immedesimarsi nelle sue tesi, sebbene eticamente (almeno dal punto di vista di chi scrive) più condivisibili. Osservando questo interessantissimo esperimento, da quale è facile essere affascinati, una cosa banale quanto importante non deve essere dimenticata: l’Intelligenza Artificiale non “pensa”. Non nel senso che intendiamo noi. Non associa le emozioni alle attività sinaptiche. Però è in grado di elaborare, ai fini di obiettivi che noi le assegniamo, inimmaginabili volumi di dati, di informazioni, di tesi e di pensieri partoriti dagli esseri umani. La vera domanda che dobbiamo porci è come mettere al servizio della nostra umanità questa possibilità.
Alessandra Schofield

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700