Menu

Vendita di polizze Rcauto via internet, senza fine l'elenco delle truffe. Demozzi (Sna): è il momento di dire basta senza attendere oltre In evidenza

Vendita di polizze Rcauto via internet, senza fine l'elenco delle truffe. Demozzi (Sna): è il momento di dire basta senza attendere oltre

MILANO - Nelle ultime settimane l’Ivass ha chiesto l’oscuramento all’Autorità giudiziaria di altri due siti internet irregolari che offrivano polizze via web. Si tratta di: www.pintobroker.it e www.assicurazionipinto.it. La distribuzione di polizze assicurative tramite questi siti è irregolare. Infatti, i due portali riportano i dati identificativi di un intermediario regolarmente iscritto nel Registro Unico degli Intermediari ma del tutto estraneo alle attività svolte tramite i siti medesimi. Anche la distribuzione di polizze assicurative tramite il sito “www.assitecabroker.it” è irregolare. Le polizze sottoscritte cioè “acquistate” dai clienti via internet, attraverso questo sito, sono false ed i relativi veicoli non sono assicurati. Il tutto è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria.
Il sito www.assitecabroker.it utilizza il nome di una società di brokeraggio iscritta nel Registro Unico degli Intermediari ma anch'essa estranea alle attività svolte dal sito medesimo.
L’Ivass ha chiesto inoltre l’oscuramento all’Autorità Giudiziaria del sito “www.subitoassicurazioni.it”, che a sua volta utilizza il nome di un intermediario assicurativo regolarmente iscritto nel RUI tenuto dall’Ivass, ma del tutto estraneo alle attività svolte dal sito.
Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi ha ribadito ancora una volta “quanto sia necessario che l’Istituto di Vigilanza e tutte le Autorità coinvolte a qualsiasi titolo intervengano con il massimo impegno per individuare ed eliminare gli operatori senza scrupoli che distribuiscono online, cioè via internet, polizze false, indirizzando maggiori risorse in questa direzione. Torna di attualità l’interrogazione parlamentare dell’on. Foti al riguardo. Capisco che possa sembrare antistorico, ma credo sia il caso di valutare seriamente la possibilità di limitare o vietare la distribuzione di contratti assicurativi senza la presenza fisica di un intermediario autorizzato, come ad esempio al telefono o via internet”.
La Redazione

4 commenti

  • Elsa
    Elsa Domenica, 03 Marzo 2019 11:37 Link al commento

    Purtroppo ho avuto una negativa esperienza con uno di questi siti e devo riconoscere che il fenomeno è più complesso e - forse - non bene inquadrato dall'articolo. Questi siti internet sono trappole per i poveri consumatori, come me, con mediocre dimestichezza con l'on-line ma inevitabilmente attratti dalle nuove tecnologie e che si allontanano dai canali tradizionali perchè non soddisfatti del rapporto con l'intermediario (su questo la categoria dovrebbe/potrebbe fare qualche riflessione). Sulla mia pelle ho scoperto che tramite questi siti non si realizza nessuna vendita di assicurazioni on-line ma banali truffe che, in quanto reati, vanno perseguiti dalla magistratura. Mi sono rivolta anche all'IVASS e devo dire che ho trovato un'inattesa assistenza di altissimo valore. Pensate i funzionari dell'IVASS sono riusciti a far bloccare la carta PostePay a favore della quale avevo improvvidamente pagato il premio della falsa polizza rifilatami ed a farmi rimborsare dalle Poste il denaro.

  • Sandokan
    Sandokan Sabato, 02 Marzo 2019 14:58 Link al commento

    mentre i dieci aniapini rimasti solidarizzano con la cgil il sindacato fa le battaglie vere

  • F.M.
    F.M. Sabato, 02 Marzo 2019 13:52 Link al commento

    concordo con Alex, un contratto assicurativo non è un prodotto vendibile a distanza, non è una commodities neppure quando si chiama RCA. Vietiamo l'intermediazione assicurativa a tutti i soggetti diversi dalle persone fisiche iscritte al RUI

  • alex
    alex Sabato, 02 Marzo 2019 10:10 Link al commento

    spero intervenga presto il governo. Le sanzioni previste per l intermediazione irregolare accosta la delicatezza del problema quasi all attivita medica abusiva.
    Come non sia possibile visitare a distanza un paziente non dovrebbe essere possibile valutare a distanza senza un dialogo faccia a faccia, le esigenze dell assicurando.
    Ripeto le sanzioni previste lo dicono

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700