Menu

Reale Mutua assicura il car sharing che rappresenta in Italia lo 0,01% della mobilità complessiva: un vero affare! In evidenza

Reale Mutua assicura il car sharing che rappresenta in Italia lo 0,01% della mobilità complessiva: un vero affare!

MILANO - “Questa acquisizione è parte del nostro piano strategico di innovazione, chiave per lo sviluppo futuro del nostro Gruppo”. Lo diceva nell’ottobre scorso Luca Filippone, direttore generale di Reale Mutua, a proposito dell’acquisizione di Yago Srl, la start up che ha messo a punto la piattaforma di car sharing denominata Auting.it che permette di prendere in prestito, a pagamento, auto di proprietà altrui.
La mobilità condivisa secondo Urbi, la società che ha sviluppato una app dedicata all’aggregazione dei principali sistemi di smart mobility nelle grandi realtà urbane di Milano, Torino, Firenze e Roma, interessa ad oggi ben 5.030 veicoli utilizzati in condivisione su oltre 50 milioni circolanti in Italia. La nuova moda riguarda quindi addirittura lo 0,01% dei mezzi in circolazione sebbene, secondo i più ottimisti, abbia qualche potenzialità di sviluppo dal momento che le i motori in città rimangono spenti mediamente per il 90% del loro tempo e costano ugualmente ai proprietari diverse migliaia di euro all’anno tra costi fissi, manutenzione e svalutazione. Nei fatti si tratta di un vero e proprio fenomeno al contrario, per non dire bidone che, a quanto pare, merita comunque l’attenzione e soprattutto gli investimenti di una grande compagnia italiana molto attenta al rapporto con i propri agenti come Reale Mutua.
Ironia a parte, il ruolo svolto dalla compagnia torinese in questa partnership consiste nel mettere a punto polizze coerenti con queste nuove forme di mobilità, come quella recente che prevede un massimale di € 20.000,00 per i danni da incendio, furto, kasko subiti dal mezzo a seguito dell’utilizzo da parte dell’affittuario. La formula comprende inoltre una copertura finalizzata ad assorbire l’aumento del costo della polizza primaria stipulata dal locatario per effetto del malus, oltreché un pacchetto di assistenza stradale.
Un assicuratore di vecchio corso come il sottoscritto si pone a questo punto una serie di quesiti riguardanti l’opportunità della scelta operata da Reale Mutua indirizzata, sempre secondo Filippone, addirittura nella direzione di “sperimentare l’assicurazione del futuro, individuando nuove tecnologie e nuovi modelli di business“. La prima domanda è: perché investire denaro guadagnato con la distribuzione tradizionale per inseguire un mercato talmente marginale che definirlo di nicchia appare per lo meno indulgente?
Inoltre: perché rischiare bagni di sangue per assicurare rischi che, non avendo una storia alle spalle e essendo di durata temporale spesso giornaliera, saranno in grado di attrarre premi poco meno che insignificanti?
Infine: perché non dimostrare coraggio analogo nel sostenere il mercato dell’intermediazione professionale che oggi rappresenta i 4/5 del mercato danni, con polizze altrettanto innovative e investimenti proporzionali, invece di rincorrere la novità a tutti i costi? Che poi novità il car sharing tanto non è, essendo nato in svizzera nel 1987 e rappresentando ancora oggi, dopo 40 anni di stentoreo galleggiamento, soltanto lo 0.01% della mobilità generale italiana, peraltro appannaggio pressoché totale delle società di noleggio e non dei singoli consumatori come vorrebbero dare a intendere i diretti interessati del progetto.
L’impresa soprattutto di quest’ultimo punto dovrebbe dare conto alla propria rete agenziale che continua a rappresentare il perno dei bilanci consolidati di compagnia, in quanto, come già detto in altro contesto, la vera rivoluzione oggi è, a mio avviso, ancorarsi saldamente al passato per guardare con lucidità e senza manipolata enfasi al futuro.
Roberto Bianchi

1 commento

  • Alessandro
    Alessandro Mercoledì, 13 Marzo 2019 13:52 Link al commento

    “Questa acquisizione è parte del nostro piano strategico di innovazione, chiave per lo sviluppo futuro del nostro Gruppo” FENOMENO!!!!!!!

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700