Menu

UNIT (Unione Nazionale Intermediari Tua), ufficiale l’aumento delle provvigioni Rcauto e Rami Danni. Intervista al Presidente Mauro Pecchini In evidenza

MAURO PECCHINI MAURO PECCHINI

MILANO - Ormai da anni gli agenti lamentano il calo progressivo della redditività agenziale a causa di due fattori che, combinati tra loro, rischiano di portare la categoria nel baratro: da un lato l’appesantimento ormai insopportabile delle attività burocratiche, dall’altro la riduzione delle provvigioni posto in essere dalle compagnie in occasione del rinnovo di ogni mandato di agenzia. Sul primo fattore prosegue la trattativa con Ivass affinché il campo venga sgombrato dall’infinità di procedure inutili che rendono sempre più difficile l’attività professionale e imprenditoriale degli agenti, ma è evidente che l’incessante trasferimento, peraltro privo di remunerazione, di oneri amministrativi e gestionali dalle compagnie alle agenzie pone al centro del negoziato di secondo livello la necessità di rivedere l’impianto economico posto alla base del contratto di agenzia.
Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi si sforza di dimostrare in tutte le sedi che i tempi sono maturi per trattare con le mandanti l’aumento del capitolato provvigionale che deve di per sé essere sufficiente a garantire la sopravvivenza delle rappresentanze, senza la necessità di attingere agli incentivi economici messi in palio da ciascuna compagnia in cambio del rispetto delle sue politiche commerciali e di sviluppo. Ma fino ad ora di elevazione dei livelli provvigionali sembrava impossibile parlare, quasi fosse una interdizione facente parte delle regole non scritte delle relazioni industriali. Questo tacito accordo sembra però caduto grazie alla capacità negoziale di un Presidente che ha sempre dimostrato una grande coerenza sindacale e grazie anche all’intelligenza illuminata di una compagnia plurimandataria, nella cui informazione genetica è scritta la consapevolezza che il mantenimento del rapporto con la propria rete agenziale va conquistato ogni giorno e non imposto sotto ricatto, come cercano di fare le imprese a vocazione esclusivistica.
Ci riferiamo a Mauro Pecchini Presidente di UNIT (Unione Nazionale Intermediari Tua) e alla rispettiva mandante ceh hanno aperto un varco significativo nel muro del tabù provvigionale.
Presidente Pecchini, possiamo dare per ufficiale l'aumento delle provvigioni a favore degli iscritti a UNIT (Unione Nazionale Intermediari Tua)?
Sì, la compagnia lo aveva anticipato in un recente meeting commerciale e nei giorni scorsi ha inviato una comunicazione ufficiale alla rete, quindi possiamo dire con certezza che questo obbiettivo è stato raggiunto.
A cosa è legato l'aumento provviginale? Ovvero, quali sono le condizioni poste dalla compagnia?
Stiamo lavorando da molti mesi al rinnovo dell’accordo integrativo aziendale e l’aumento delle provvigioni era una delle questioni sul tavolo della trattativa, ma avevamo bisogno di qualcosa di permanente e definitivo, non soggetto a termini temporali o disdettabile come un accordo aziendale. Nella Rcauto siamo riusciti ad ottenere un aumento dell’1% sulle provvigioni di mandato, ma non sull’intero portafoglio, bensì solo sulle nuove acquisizioni di attestati privi di sinistri. L’aumento dell’aliquota verrà però mantenuto anche ai rinnovi successivi, purché nel frattempo non vengano denunciati sinistri passivi.
Questo aumento della remunerazione non è quindi inserito nell'integrativo aziendale?
Il vero aspetto interessante è proprio questo: rientra nel complesso delle trattative sull’accordo, ma siamo riusciti a slegarlo da questo. Si tratta di una modifica alla lettera di nomina, quindi di un intervento strutturale e non temporaneo, che esplicherà i suoi effetti anche se l’accordo che stiamo per sottoscrivere dovesse venire modificato in futuro.
Il capitolato provvigionale sarà migliorato anche nei rami danni?
Si, è previsto un miglioramento netto anche per le provvigioni del ramo infortuni con un aumento di 3 punti per le polizze prive della garanzia IT.
Quale importanza attribuisce in sede aziendale a questa conquista?
Due sono le questioni. Da un lato gli agenti hanno assistito, nel corso degli anni, ad un crescere dell’importanza di rappel e incentivi, che sono via via diventati una parte significativa della remunerazione per gli intermediari. Questo è un male, perché rende le agenzie più fragili economicamente e le mette in una condizione di minore forza nei confronti delle mandanti. Dall’altro, e questo è un aspetto che sottolineiamo da sempre e in ogni occasione, nel ramo auto la remunerazione è diventata palesemente insufficiente a causa della gravosità della gestione delle polizze e della pesante contrazione dei premi. Al di là degli aspetti economici, pure significativi, è l’avere fatto passare questi due principi che ci rende orgogliosi: è raro che una compagnia mostri alla propria rete di aver compreso queste problematiche e cerchi di porvi rimedio. Certamente si sarebbe potuto fare di più, ma resta una conquista molto importante sia da un punto di vista economico, che politico.
Ritiene che la caduta del tabù provvigioni possa interessare anche altre imprese? Si è aperta forse una nuova fase nel negoziato di secondo livello?
Credo proprio di sì. I gruppi agenti ora potranno con maggiore forza avanzare richieste alle loro mandanti, e i rispettivi manager potranno rivolgersi ai loro consigli di amministrazione senza passare per folli. Dove c’era una boscaglia, che sembrava impenetrabile, ora c’è un piccolo sentiero, che però occorre battere in fretta per evitare che si richiuda.
Roberto Bianchi

2 commenti

  • Silvio
    Silvio Lunedì, 08 Aprile 2019 18:08 Link al commento

    L'aumento provvigionale è oramai doveroso! Non ci si sta più sulle spese! Per contro le compagnie stanno macinando utili incredibili.
    E' ORA CHE I GAA AGISCANO PER UN AUMENTO DELLA REMUNERAZIONE DEGLI APPALTI !!!

  • Felice
    Felice Sabato, 06 Aprile 2019 09:22 Link al commento

    Bravi, ottimo risultato. Anche questi signori però hanno paura a chiamarsi gruppo agenti?!

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700