Menu

Emanuele Bardini, Presidente della sezione Provinciale Sna di Verona: Quali sono i cambiamenti più pericolosi? Occhio a non sbagliare la risposta In evidenza

EMANUELE BARDINI EMANUELE BARDINI

Emanuele Bardini, Presidente della sezione Provinciale Sna di Verona. "Sono nato a Verona il 24 maggio 1973 ed in questa città vivo da sempre. Agente di seconda generazione, ho iniziato l’attività nel 1998 con mio Padre Arduino Bardini, non più operativo dal 2004 e venuto a mancare nel 2008. Oggi sono plurimandatario. La mia attività nel Sindacato iniziò quasi per caso, a seguito di una chiacchierata con un Presidente di una Provinciale di altra Regione, collega per il quale nutrivo e nutro profonda stima. Scattò in me la voglia di sapere di più, di far parte di un gruppo di persone e colleghi che vedevo informati e consideravo quindi una élite. Da qui la mia iscrizione.  Mi presentai alla mia prima assemblea provinciale, lo ricordo come fosse ieri. Forse in modo un po’ ardito mi presentai, raccontai di me e diedi fin da subito la mia disponibilità.
La Provinciale di Verona era giusto in una fase di cambiamento e venni subito accolto con entusiasmo; dopo una presentazione ai colleghi tutti in plenaria venni candidato e votato tra i Delegati al Congresso. Da lì il passo fu breve: membro dell’Esecutivo Provinciale, successivamente passato al ruolo di addetto alla Segreteria e cassa. L’allora Presidente mi crebbe in formazione ed esperienza, portandomi di fatto a candidarmi quando si ritirò, e l’assemblea decise di darmi fiducia; a me e ad una squadra dinamica e giovane che rappresentava un cambiamento radicale nella Sezione. Fu proprio l’entusiasmo dell’assemblea a spingermi, il vederne crescere la partecipazione, sapere di avere una squadra forte ed affidabile. La Provinciale ritrovò la passione e, nonostante fosse un momento particolare per la vita del Sindacato, in cui alcuni colleghi pensarono di accedere ad altri lidi, non subimmo perdite numeriche: anzi, crescemmo. Questo diede un forte spunto di entusiasmo sia alla squadra che a me. Ed è fondamentale essere entusiasti, se si ricopre questo ruolo. Perché le Sezioni Provinciali devono rappresentare un forte ruolo di prima assistenza, in particolare di ascolto. Spesso i Colleghi hanno bisogno anche solo di fare quattro parole, di confrontarsi, di ricevere rassicurazioni e indicazioni di come muovere i primi passi in caso di problematiche. Non da meno è coinvolgere i colleghi sul territorio, farli sentire in squadra, non farli sentire distanti ma parte di una entità più grande, un gruppo che unito può portare a risultati inevitabilmente più importanti.
Come riporto sempre nelle Assemblee, l’unione porta solo reciproci benefici, giocare una partita da soli può essere ed è estremamente pericoloso. Non mi lamento della partecipazione alle nostre Assemblee, si attesta tra il 40 ed il 50% degli iscritti. Certo, si potrebbe fare di meglio e si farà, ma la proattività dei presenti è comunque significativa; lasciamo sempre uno spazio per il libero dibattito e lo scambio di idee ed opinioni, e non vi nascondo che è la parte degli incontri che mi appassiona maggiormente. Saper ascoltare si traduce in crescita delle conoscenze e delle esigenze, portando in tal modo spunti e aiuto ad un numero sempre maggiore di Colleghi.
Negli anni trascorsi si è organizzato molto, ma in realtà mai abbastanza: sessioni di formazione finanziate e non, incontri sul territorio, eventi in collaborazione con la sede Nazionale e con la presenza del Presidente Demozzi, altri con il Coordinamento Regionale del Veneto, “spedizioni” a Roma quando è stato necessario, inserzioni sui quotidiani locali e incontri con personaggi politici locali.
Per il 2019 abbiamo in programma attività formative non necessariamente legate solo all’obbligatorietà, ma alla reale crescita professionale per “traghettare” i Colleghi verso quella che amo definire una nuova era del mondo assicurativo, ricca di tecnologia ed inevitabilmente più veloce di quella a cui siamo abituati. Ci sarà a breve un incontro di importanza rilevante, in cui verranno trattati temi di assoluta attualità, con la presenza e partecipazione del Presidente Nazionale Demozzi e dell’Esecutivo Nazionale. I temi? Beh, oggi abbiamo solo l’imbarazzo della scelta: tanti sono i fronti appena chiusi ed altri ancora aperti, che il Sindacato sta gestendo con forza ed eccezionali risultati.
Ogni tanto penso ad una domanda provocatoria che mi venne fatta anni addietro, mi è rimasta veramente scolpita nella mente: Sono i cambiamenti repentini, quelli improvvisi che sono da considerarsi più pericolosi o quelli lenti, piccolini, magari quasi impercettibili che in fondo in fondo non ci sconvolgono la vita?
Ecco, sbagliai vergognosamente la risposta. Dissi con impeto: beh, quelli improvvisi, quelli che ti stravolgono la vita. Ciò che mi venne detto poi mi sconvolse: In realtà no, ad uno schiaffone sonoro, una nuova legge, uno stravolgimento profondo si reagisce, si cercano soluzioni immediate e d’impeto. La batosta sonora arriva quando non ci si accorge, o non ci si vuole accorgere, che stanno avvenendo dei mutamenti e che piano piano stanno modificando la nostra vita, il rischio è di farsi trovare totalmente inadeguati e non poter far fronte al cambiamento.
Perché parlo di questo? Perché è il messaggio che voglio portare ai colleghi che non sono iscritti al Sindacato: l’ignoranza è pericolosa, e solo una realtà organizzata, un gruppo coeso come oggi è Sna può aiutarci a tenere gli occhi aperti, a percepire questi continui piccoli cambiamenti. E soprattutto ci può aiutare ad affrontare la professione dell’Agente di Assicurazioni del futuro che è proprio dietro l’angolo. Tutti insieme potremo avere un futuro, sempre ricordando che Sna siamo tutti noi, tutti insieme, dal nostro Presidente Claudio Demozzi all’Esecutivo Nazionale, dai Coordinamenti Regionali agli Esecutivi Provinciali, ma soprattutto ogni singolo Collega iscritto. Tutti noi, insieme, siamo la forza di un grande gruppo: il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione".
a cura di Alessandra Schofield

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700