Menu

Vincenzo Cirasola (Anapa e Ga.Gi.), dopo aver perso il contatto con i Gruppi aziendali agenti ora si isola anche da Confagi In evidenza

Vincenzo Cirasola (Anapa e Ga.Gi.), dopo aver perso il contatto con i Gruppi aziendali agenti ora si isola anche da Confagi

MILANO - Tempi grami per Vincenzo Cirasola. Dapprima, nella qualità di presidente Anapa, incassa l’assenza quasi totale dei Gruppi agenti al Forum di Bologna, ritrovandosi a scambiare opinioni soltanto con qualche amico, e poi, nella veste di presidente Ga-Gi, riceve una missiva molto pesante dall’Ufficio di presidenza della Confederazione costituita da Anagina, agenti ex Ina Assitalia di Davide Nicolao, Gaag, agenti ex Lloyd Italico di Antonio Canu e Unat, agenti ex Toro di Mariagrazia Musto. La comunicazione di Confagi smentisce con fermezza le affermazioni contenute nell’articolo pubblicato nelle pagine del sito internet a firma di Guido Dalmasso, coordinatore rassegna stampa del Ga-Gi, secondo il quale gli “ex brand” si sarebbero svegliati dal letargo e avrebbero finalmente accettato sia l’accordo dati che il mandato unico già fatti propri con lungimiranza dal Gruppo di Cirasola.
La verità evidentemente risiede altrove, tanto è vero che nella comunicazione si legge: “Confagi non ha accettato gli accordi proposti da Generali Italia, condivisi e sottoscritti dal Ga-Gi” e mantiene aperta la sua trattativa “per una migliore e più efficace tutela degli interessi degli Associati”. In particolare “l’accordo dati proposto da Generali e sottoscritto dal Ga-gi non poteva essere da noi condiviso” e per questo Nicolao, Musto e Canu tengono aperto il negoziato con la mandante allo scopo di risolvere le criticità evidenziate dalla Confederazione. Trattativa ancora aperta anche a proposito del mandato unico, “con particolare riferimento alla parte economica dello stesso, sempre nell’ottica di una maggiore tutela degli interessi degli associati”, perché “non è vero – prosegue Confagi - che chi arriva primo è più bravo o più lungimirante” come vorrebbe Dalmasso.
È quindi evidente che dopo essersi isolato in seno al sodalizio minoritario all’interno del quale si ostina a sostenere la contrattazione mista, ovvero lo spostamento a livello aziendale di alcuni istituti di primo livello, nel quale credono soltanto i soliti amici degli amici data lo sbilanciamento in quella sede del potere contrattuale a favore delle imprese, ora perde il contatto con il resto della galassia Generali avendo sottoscritto accordi che rischiano di danneggiare gli interessi di tutti gli agenti che ripetono il marchio del Leone di Trieste.
Non c’è che dire, un bel risultato per chi era convinto di poter rivoluzionare il settore assicurativo introducendo un nuovo modello di relazioni industriali.
Roberto Bianchi

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700