Menu

Il legislatore dopo appena sei mesi fa dietrofront sulla riforma del cosiddetto "danno differenziale" In evidenza

GIUSEPPE CONTE GIUSEPPE CONTE

MILANO - A distanza di soli sei mesi dalla sua approvazione,il legislatore con un colpo di spugna cancella la c.d. riforma del danno differenziale introdotta dalla Legge di bilancio del 2018. Invero, incassate le aspre critiche mosse dalla giurisprudenza e dalla dottrina,con un emendamento al c.d. "Decreto crescita" (convertito in legge il 28 giugno 2019 n. 58) ha abrogato le modifiche apportate agli art. 10 e 11 del DPR 1124/1965 e 142 del codice delle assicurazioni private, salvando il solo sistema premiale ovvero la norma nella quale si stabilisce che : “Nella liquidazione dell'importo dovuto … [a titolo di risarcimento], il giudice può procedere alla riduzione della somma tenendo conto della condotta precedente e successiva al verificarsi dell'evento lesivo e dell'adozione di efficaci misure per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro”.
Tutto torna com’era: il danno differenziale va calcolato per poste.  Ne consegue che, in caso di infortunio sul lavoro o di malattia professionale, al lavoratore spetta il diritto di richiedere e quindi se necessario di agire in giudizio, allo scopo di ottenere dal datore di lavoro il risarcimento del danno differenziale, ovvero delle voci di danno non comprese nell’indennizzo Inail (es. danno morale, danno biologico da IT, spese non riconosciute dall’Inail) nonché di eventuali maggiori importi spettanti, applicando i criteri civilistici, per la liquidazione del danno biologico da IP e del danno patrimoniale (per IP superiori al 16%), rispetto alle somme effettivamente erogate dall’Inail (a titolo di capitale o di rendita). Così facendo, il legislatore, ha aggirato solo in parte il giudizio di legittimità costituzionale (già paventato su queste colonne), dacché il sistema di calcolo, sebbene per il tempo di un battito di ciglia (sei mesi appunto), potrà produrre i suoi effetti: la norma abrogatrice, infatti, non ha efficacia retroattiva.
Avv. Pasquale Santoro

Lascia un commento

ATTENZIONE :
L'IMMEDIATEZZA DELLA PUBBLICAZIONE DEI VOSTRI COMMENTI NON PERMETTE FILTRI PREVENTIVI.
UTILIZZATE QUESTO MODULO ANCHE PER SEGNALARE EVENTUALI COMMENTI INAPPROPRIATI, OFFENSIVI O GIUDICATI DIFFAMATORI IN MODO DA POTERLI INDIVIDUARE ED ELIMINARE TEMPESTIVAMENTE.
GRAZIE DELLA COLLABORAZIONE.

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700