Logo
Stampa questa pagina

Rinnovo A.N.A.2003, nota ufficiale del Sindacato nazionale agenti all'Ania. Demozzi (Sna): siano chiari i termini della trattativa In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Con una nota ufficiale a firma del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, trasmessa all'Ania nella persona della Presidente Bianca Maria Farina e alla responsabile della Distribuzione Stella Aiello, si torna a trattare la spinosa questione del rinnovo dell'A.N.A.2003. "Il Sindacato - si legge nella missiva - ha trasmesso alla Vostra Associazione, tra l’altro, la piattaforma di rinnovo dell'Accordo Nazionale Agenti Imprese “ANA2003”, in ordine alla quale lo Sna ha ricevuto l'adesione di ben 28 Gruppi Aziendali Agenti (rappresentanti la quasi totalità del mercato assicurativo “tradizionale” italiano) nel recente Comitato dei Gruppi Agenti del 25 giugno 2019. Avevamo già ricevuto una Vostra convocazione per aprire un tavolo di trattativa che, tuttavia, secondo la Vostra definizione, sembrava limitato ad una non meglio individuata 'definizione di un quadro normativo di riferimento'.
Con Vostra successiva comunicazione - prosegue la comunicazione del Sindacato - avete ribadito l'intenzione di discutere di una cornice normativa, fissando per il 30 settembre p.v. la data di inizio della trattativa. Ci sembra doveroso a questo punto un chiarimento in ordine ai termini della questione. Quale Associazione sindacale di gran lunga maggiormente rappresentativa degli Agenti Assicurativi Italiani, abbiamo per oltre ottant'anni negoziato e concluso Accordi Nazionali con l’Associazione delle Imprese Assicuratrici ed anche stavolta è nostra ferma intenzione pervenire ad un Accordo Nazionale che disciplini in modo uniforme sul territorio nazionale e tra le varie imprese i principi, gli istituti, i diritti e i doveri nell'ambito dei rapporti tra imprese e Agenti assicurativi, tenendo anche conto del quadro normativo di riferimento vigente alla stregua delle disposizioni di legge comunitarie e nazionali.
Non riusciamo invero a comprendere quali siano invece gli obiettivi del tavolo di trattativa che proponete, posto che avete dichiarato di voler limitare le dette negoziazioni soltanto ad un 'quadro normativo'.
Siamo perciò costretti ad invitarVi, prima di esprimere una nostra eventuale adesione all'apertura di una trattativa nei termini di cui alla Vostra ultima comunicazione, a precisarci cosa esattamente intendete per 'quadro normativo' e se ciò significhi un diniego da parte della Vostra Associazione al rinnovo dell'Accordo Nazionale Agenti del 23 dicembre 2003 (A.N.A.2003). Attendiamo con urgenza un Vostro riscontro prima di esprimere ogni ulteriore valutazione e prima di adottare le conseguenti iniziative".
Luigi Giorgetti