Menu

Coronavirus, 1,5 miliardi di euro risparmiati dalle grandi compagnie. Demozzi (Sna): Ma nelle tasche degli agenti solo spiccioli o nulla In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Mentre per l’Italia il Governo stima nel Def appena presentato un Pil a -8% nel 2020, il Commissario europeo per l'Industria, Thierry Breton, ha dichiarato che quest'anno l'UE vedrà una contrazione dell'economia del 5-10% a causa dell'epidemia di coronavirus, con la Banca centrale europea che stima un -15% di perdita di Pil in Europa.
Con la riapertura a tappe delle attività, i problemi per gli agenti di assicurazione non si potranno dunque considerare risolti. La pandemia molto probabilmente causerà gravi conseguenze per almeno l’intero anno corrente, con un presumibile contraccolpo in termini di incassi e conseguentemente di ricavi provvigionali per le agenzie assicurative. Ad oggi la lista delle compagnie che hanno deciso di erogare agli agenti contributi a fondo perduto è ancora priva di alcuni nomi altisonanti, come ad esempio Axa, UnipolSai, Allianz.
In questa prima fase di emergenza, seppure con qualche ostacolo, dette imprese hanno fatto arrivare liquidità agli agenti, ma solo sotto forma di prestiti agevolati o di anticipazioni di somme già dovute. Per esse si dovrebbe iniziare a parlare di una “fase 2” che dovrebbe prevedere risorse a fondo perduto da canalizzare alle agenzie che hanno bisogno di compensare le perdite e di irrobustirsi economicamente per il prossimo futuro.
"Le ragioni di un intervento economico e non esclusivamente finanziario, in risposta alla crisi causata dal Coronavirus, - ha commentato il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi - sono state spesso presentate come un appello alla solidarietà. Per quanto nobile, questa non è l'unica motivazione che giustifichi la richiesta di un intervento a fondo perduto a favore degli agenti. Una risposta concreta e forte da parte delle mandanti, per porre rimedio ai danni economici della pandemia, corrisponde agli interessi di tutte le parti in causa. Forse - aggiunge Demozzi - abbiamo sbagliato a dare per scontato che anche le grandi compagnie fossero disponibili, senza tentennamenti e senza giochi di parole, a sostenere economicamente le reti agenziali nel momento del bisogno. E, forse, la posizione attendista, magari eccessivamente fiduciosa, di alcuni Gruppi Aziendali non ha premiato. Staremo a vedere, con la speranza che eventuali ripensamenti non giungano troppo tardi per molti colleghi”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700