Menu

Trascorrono tutto il tempo ad affilare le lame, ma al momento buono non hanno il coraggio di sfoderarle In evidenza

GIACOMO ANEDDA GIACOMO ANEDDA

Ci sono contesti e ragioni talmente evidenti e di così facile lettura che anche dei bambini sarebbero in grado di maneggiare senza equivoci. Se a degli scolaretti che amano correre dietro ad un pallone chiedi loro di votare per alzata di mano se vogliono continuare ad usare il campetto verde, avendo anche l’accortezza di spiegare che l’alternativa è quella di rimanere chiusi in casa affacciati alla finestra, secondo voi, quante piccole mani rimarrebbero abbassate e quanti bambini si girerebbero dall’altra parte senza esprimersi? Pur essendo stato una schiappa già da bambino, io non avrei avuto dubbi, avrei alzato tutte e due le mani, e siccome non brillavo in altezza, sarei anche salito su un muretto per farle vedere bene, anche a rischio di cadere e rompermi la testa.
Se al posto del pallone, del campetto e dei simpatici pargoletti con i pantaloni corti, ci fosse invece un gruppo di uomini grandi e grossi, tutti ascritti alla categoria degli agenti di assicurazione, e se qualcuno domandasse loro: “siete disposti a combattere per salvare il vostro lavoro, la vostra professione e la vostra leadership nel campo della intermediazione assicurativa?” Ed ancora, per essere sicuri che si capisca bene il quesito: “voi uomini grandi e grossi che qui presenti perché scelti dai vostri colleghi per rappresentarne le istanze e difenderne gli interessi, siete disposti a sostenere la vostra Associazione nella lotta contro la strategia della disintermediazione posta in atto dalle compagnie?”. Come pensate risponderebbero?
Non dovrebbero esserci dubbi o tentennamenti, esattamente come i bambini che difendono il diritto a giocare, anche gli agenti di assicurazione dovrebbero sentire l’irrefrenabile bisogno di sollevare, oltre alle mani, anche i piedi se servisse. Non dovrebbero esserci dubbi di alcun genere visto anche perché chi vota lo fa in rappresentanza di tanti altri colleghi. Il Presidente è tale proprio perché “presiede” e rappresenta una istituzione o una collettività. Purtroppo, stando a quanto ci ha raccontato Snachannel, apprendiamo che il 29 nell’ultima riunione del Comitato dei Presidenti dei Gruppi Aziendali Agenti, in cui si è discusso a lungo degli scarsi interventi economici post coronavirus offerti alle agenzie delle compagnie, è stata anche chiesta una votazione tendente a ribadire “la ferma contrarietà ad ogni ipotesi di disintermediazione agenziale da chiunque attuata, invitando il vertice Sna ad attuare ogni utile intervento per ostacolare, limitare, respingere ogni forma di disintermediazione agenziale e tutti gli strumenti che siano direttamente funzionali a tale scopo".
Una condanna politica necessaria e più che legittima, votata all’unanimità ma con un voto di astensione. Un voto di astensione? Si fa fatica a crederci! Si rimane perlomeno perplessi nell’apprendere tutto ciò.
Davvero si fa fatica a capire le ragioni di una astensione che sembra prospettare una presa di distanze dalle stesse proposte politiche sollecitate dal Comitato, ritenute (a ragione) vitali per la sopravvivenza della categoria. Se davanti alla prospettiva di prendere le armi per scongiurare la perdita del nostro lavoro ci si astiene, per cosa vale la pena sfoderare la sciabola? Non sappiamo chi e con quali motivazioni abbia agito l’astenuto, immaginiamo che abbia avuto le sue ragioni che tuttavia, non possono essere solo le sue. Egli è espressione di una collettività che vive e subisce le stesse difficoltà della categoria. In nome di questa collettività e di questa categoria lo invitiamo a spiegare pubblicamente dette ragioni.
Giacomo Anedda

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700