Menu

Emergenza economica, dalle maggiori Compagnie solo promesse e manovre di cassa ma niente aiuti concreti agli agenti In evidenza

Emergenza economica, dalle maggiori Compagnie solo promesse e manovre di cassa ma niente aiuti concreti agli agenti

MILANO - Il periodo più tragico dell'emergenza sanitaria Covid-19 sta forse terminando. Già si discute su come affrontare la fase di riapertura delle attività e su come compensare adeguatamente il crollo di fatturato, reddito, occupazione che questi mesi di chiusura forzata ci lasciano in eredità.  Per gli agenti, micro-imprenditori che operano stabilmente ed esclusivamente per una o più imprese assicuratrici, si tratta di una ripresa fitta di interrogativi, da affrontare con i soli propri mezzi, visto che le mandanti, salvo rare apprezzabili eccezioni, non hanno erogato alcun sostegno economico a fondo perduto, ma si sono limitate a mettere in atto vere e proprie operazioni di marketing, a volte persino dannose per gli stessi agenti.
Eppure, le grandi compagnie hanno già informato i mercati di aver chiuso i bilanci 2019 con rilevanti utili. UnipolSai, ad esempio, con più di un miliardo di euro di utile. Generali Assicurazioni, altro esempio, ha chiuso l'esercizio 2019 con un utile netto in forte crescita a 2,7 miliardi di euro (+15,7%). E non hanno certo lesinato negli ultimi anni la remunerazione dei loro top manager. Solo alcuni nomi per fare degli esempi concreti. Stando a notizie giornalistiche, Carlo Cimbri, che oltre che amministratore delegato è direttore generale del gruppo Unipol, ha sfiorato gli 8 milioni lordi (7,917 milioni) di appannaggio in un anno, Philippe Donnet, per la sola carica di Ceo di Generali, si è portato a casa nel 2018 quasi 6 milioni lordi (5,986 milioni per la precisione), peraltro dopo aver guadagnato oltre 9 milioni lordi nel 2017. Mario Greco, dal 2016 Ceo di Zurich Insurance dopo aver ricoperto lo stesso ruolo in Generali nei quattro anni precedenti, nel 2018 ha guadagnato 7,7 milioni di euro lordi, 176 mila in più dell’anno prima. Da notare che Greco ha ricevuto uno stipendio “base” relativamente contenuto, 1,4 milioni, cui ha però potuto sommare 2,6 milioni di bonus e 3,1 milioni di plusvalenze su stock option.
Davvero niente male.
Eppure, pare non si trovino le risorse per contribuire, con supporti economici, alla tenuta delle Agenzie, alla loro messa in sicurezza. Con buona pace dei molti agenti iper-fidelizzati ed iper-plagiati che in cambio di qualche spicciolo si lasciano convincere a cedere la relazione diretta con il cliente, la titolarità dei dati personali sul portafoglio agenziale e l'intermediazione dei flussi finanziari. Come dire: non c'è davvero limite al peggio!
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700