Menu

Accordo distributivo Poste-UnipolSai-Generali Assicurazioni, Demozzi (Sna) ai GAA: Cerchiamo di fermare questo progetto? In evidenza

Accordo distributivo Poste-UnipolSai-Generali Assicurazioni, Demozzi (Sna) ai GAA: Cerchiamo di fermare questo progetto?

MILANO - Era il 4 giugno 2018 ed in un articolo di “Intermedia Channel” si leggeva: “Generali rassicura il GA-GI, con Poste nessun accordo che modifichi il processo distributivo”. Con il marchio del GA-GI, il Gruppo Agenti di Vincenzo Cirasola, in evidenza, si dava notizia di una lettera di “risposta alla richiesta di chiarimenti da parte del Gruppo agenti guidato da Vincenzo Cirasola, i vertici del Leone hanno confermato che al momento non vi è alcuno specifico accordo con Poste Italiane e che il processo distributivo mantiene inalterato il ruolo centrale degli agenti”.
L’articolo, che faceva seguito a quanto denunciato da Snachannel e dal Sindacato nazionale agenti in anteprima, si preoccupava di dare “conferma che allo stato non vi è alcuno specifico accordo con Poste Italiane. La lettera di risposta dei vertici della compagnia al Gruppo Agenti Generali Italia (GA-GI) è stata al centro della discussione del Consiglio direttivo del Gruppo Agenti, riunitosi a Riccione il 31 maggio e 1° giugno scorso. La lettera, firmata dal group ceo Philippe Donnet e dall’amministratore delegato e country manager Marco Sesana, fa seguito alla missiva che i rappresentanti degli agenti avevano inviato agli stessi vertici per avere delucidazioni, in seguito alle notizie pubblicate sulla stampa generalista e su quella specializzata in merito a trattative in corso tra la compagnia triestina e Poste Italiane per siglare una partnership nel ramo Rcauto e Danni. Nella loro lettera i rappresentanti degli agenti chiedevano rassicurazioni “affinché tali trattative non portassero la compagnia a cambiare la propria linea sul fronte distributivo che vede gli agenti essere il canale principale di diffusione dei prodotti assicurativi e il partner preferito”.
La compagnia, che almeno a parole continua a rimarcare la centralità della rete agenziale, all’epoca scriveva “[…] che non è intenzione della compagnia disattendere accordi in essere né snaturare il ruolo centrale che abbiamo riservato agli agenti, proprio in funzione del valore rappresentato dalla vostra professionalità e competenza consulenziale […]" e che "qualora il dialogo con Poste Italiane dovesse sfociare in un accordo sarà premura e compito della compagnia avviare i canali principali di comunicazione con gli agenti".
Secondo il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “sarebbe utile passare dalle parole ai fatti! Il Sindacato è pronto ed offre ogni collaborazione e supporto ai Gruppi Aziendali Agenti di Generali e UnipolSai per ogni azione di ostacolo a questa nuova iniziativa che disintermedia gli agenti; unendo le forze potremmo tentare di fermare questo progetto che rischia di sovvertire gli equilibri del mercato e di intaccare la nostra quota di mercato nel settore della Rcauto. Attendiamo di conoscere come i GAA di queste compagnie pensano di muoversi, per dare il massimo sostegno. A livello istituzionale abbiamo già fatto le nostre mosse, compreso l’interessamento del MEF già due anni fa, ma è sul piano aziendale che ci si deve muovere immediatamente”. Si tratta infatti, evidentemente, di scelte industriali che non possono certo essere vietate per legge, ma che potrebbero risentire di pressioni interne alle imprese.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700