Menu

Parte dalla Sicilia il giro d’Italia del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi per incontrare i gruppi dirigenti locali In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Nel quadro della graduale ripresa delle attività pubbliche dopo la cessazione del lockdown, si inserisce l’iniziativa del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi il quale ha iniziato un giro d’Italia intitolato significativamente “Scongeliamo il territorio”. Allo scopo di riallacciare il filo del dialogo bruscamente interrotto dai provvedimenti sul distanziamento sociale, venerdì scorso Demozzi ha quindi incontrato il Comitato regionale siciliano allo scopo di fornire, non più soltanto in web conference, il quadro delle attività sindacali.
I dirigenti locali, cogliendo appieno il valore simbolico della scelta di avviare gli incontri a partire dalla regione più lontana dal centro sindacale, hanno accolto con grande entusiasmo l’invito rivolto loro, a dimostrazione di quanto sia fondamentale mantenere vivo il senso della partecipazione personale agli appuntamenti sindacali e hanno animato il dibattito con numerosi interventi di elevato profilo politico sui temi non soltanto regionali che interessano la categoria.

Giuseppe Giardinella

In apertura il Coordinatore regionale Sna Giuseppe Giardinella ha tracciato il quadro delle difficoltà incontrate durante il periodo delle misure restrittive e delle previsioni ca. le inevitabili ricadute sulla situazione economica locale, rese ancora più gravi dal previsto calo del turismo nazionale e soprattutto internazionale in una Regione che ha fatto dell’accoglienza turistica una delle sue maggiori leve economiche. A Roberto Bianchi, direttore responsabile delle testate Sna, il compito di descrivere la comunicazione sindacale, a partire dallo storico periodico L’Agente di Assicurazione, una rivista d’opinione considerata dagli operatori del settore come un must dell’informazione sindacale, pervenuta sulle scrivanie degli iscritti e dei numerosi destinatari esterni anche nel periodo più difficile della diffusione pandemica. Un cenno particolare è stato poi rivolto all’epocale successo conseguito da Snachannel, il portale web che entro la fine dell’anno doppierà la boa dei 10 milioni di accessi, proponendosi a ragione come la pagina di informazione ufficiale della categoria.
Forte ed efficace come di consueto l’intervento del Presidente Demozzi il quale ha svolto una breve carrellata delle attività di maggiore successo portate a termine dal Sindacato negli ultimi mesi, dall’inserimento delle agenzie italiane nell’elenco delle attività primarie ed essenziali durante il lockdown, al collocamento degli agenti tra le categorie beneficiate dai contributi mensili a fondo perduto, oltreché aventi diritto ai finanziamenti garantiti dallo Stato, dai quali erano inizialmente esclusi a causa dell’inserimento nel codice Ateco K al pari di banche e assicurazioni. E poi la strisciante polemica sul tempestivo intervento rivolto alle controparti istituzionali, al Mise, alle Authority di settore messo in atto dello Sna per evitare che le agenzie venissero travolte dalle conseguenze dell’isolamento sociale, cui purtroppo non è corrisposto un altrettanto incisivo intervento dei principali Gruppi aziendali sulle rispettive mandanti affinché mettessero a disposizione degli agenti una parte del tesoretto accumulato dalle imprese per effetto del blocco dei sinistri stradali nei settanta-ottanta giorni di mancata circolazione dei veicoli.

Un momento dei lavori

Nonostante la quasi totalità dei Gaa presenti all’ultimo incontro del Comitato dei Gruppi abbiano votato il documento finale dedicato a fornire la propria adesione a ogni azione di lotta sindacale contro la disintermediazione, rimane l’appiattimento passivo di taluni sulle scelte adottate dalle compagnie per espropriare la categoria delle prerogative principali come l’intermediazione finanziaria dei premi pagati dalla clientela, l’autonoma titolarità e la proprietà delle banche dati della clientela.
Non sono poi mancati cenni ai temi di particolare interesse riguardanti la ripresa del negoziato per il rinnovo dell’Ana che sembra marcare i primi segnali di contrasto sulla figura professionale e imprenditoriale dell’agente, oltreché riferiti alla solidità dimostrata dal Fonage nei tre anni di gestione dal termine del commissariamento e, infine, i nuovi progetti dell’agenzia digitalizzata targata Sna. Un format molto apprezzato dai presenti che sarà replicato a breve anche nel resto delle Regioni.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700