Menu

Cresce il numero dei contratti collettivi sottoscritti con sigle diverse da Cgil, Cisl e Uil. Demozzi (Sna): Nel 2014 fummo lungimiranti In evidenza

Cresce il numero dei contratti collettivi sottoscritti con sigle diverse da Cgil, Cisl e Uil. Demozzi (Sna): Nel 2014 fummo lungimiranti

MILANO - Prosegue senza sosta la crescita del numero dei contratti collettivi sottoscritti con sigle sindacali diverse da Cgil, Cisl e Uil. E’ la volta dell’associazione datoriale Assodelivery, l'associazione che rappresenta praticamente tutti i gruppi del settore come Deliveroo, Glovo, Just Eat, Social Food e Uber Eats, che ha firmato il CCNL dei riders con Ugl
Al di là delle singole misure su paga e incentivi, quello che conta di più è la cornice generale del contratto: i rider non vengono inquadrati come lavoratori dipendenti, cosa che invece chiedono Cgil, Cisl e Uil, con i quali la stessa AssoDelivery ha avuto a suo tempo un primo incontro che però non ha portato a nulla. Ma restano lavoratori autonomi, quindi niente ferie o malattia pagate. Viene però introdotta una serie di diritti aggiuntivi come la formazione e la fornitura gratuita delle dotazioni di sicurezza. "ll contratto che abbiamo firmato è aperto alle adesioni anche degli altri sindacati e di aziende che non fanno parte della nostra associazione", dice Matteo Sarzana, presidente di Assodelivery, che rappresenta il 90% del mercato, e general manager in Italia di Deliveroo. "Abbiamo dato il via a un cambiamento epocale — aggiunge Paolo Capone, segretario Ugl — perché per la prima volta un'organizzazione datoriale riconosce i diritti sindacali ai lavoratori autonomi. E un primo esempio di come regolare il lavoro che cambia". In questi giorni è stato firmato anche il nuovo contratto nazionale Metalmeccanica Pmi di Cifa e Confsal che per bocca dei vertici delle Associazioni viene definito "estremamente innovativo" perché prevede "classificazione per competenze, aumenti retributivi per il lavoratore che si forma, misure di welfare estese ai familiari".
Secondo dati CNEL, oltre due terzi dei CCNL sono firmati da sigle associative estranee a Confindustria/Confcommercio ed alla “Triplice” (Cgil, Cils e Uil).
Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “i numeri ci danno ragione anche sulla strategia da noi adottata per il CCNL del settore assicurativo agenziale; nel 2014 siamo stati tra i primi a prendere in considerazione nuove sigle sindacali per confrontarci e per negoziare il contratto collettivo del personale dipendente agenziale; oggi i sindacati confederali rimangono legati a vecchie logiche e sembrano destinati ad essere minoritari almeno per numero di contratti vigenti”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700