Menu

La triste vicenda di Primo Novello, ingiustamente revocato dalla compagnia. Lo Sna pensa ad iniziative a sostegno dell'agente In evidenza

La triste vicenda di Primo Novello, ingiustamente revocato dalla compagnia. Lo Sna pensa ad iniziative a sostegno dell'agente

MILANO - Appena un anno fa Snachannel pubblicò la notizia della decisione “favorevole al collega della Fata Assicurazioni vistosi revocare sei anni fa per giusta causa dalla mandante a seguito di un ammanco di cassa dichiarato insussistente in sede giudiziaria”. Il Direttore Roberto Bianchi tenne a sottolineare come il Consulente Tecnico d’Ufficio del Tribunale di Vercelli dichiarò nella sua Relazione di che “… non sono emersi ammanchi o sottrazioni di denaro riferibili a premi incassati dall’agente…” in quanto “… si ritiene di poter ricondurre il debito di cassa, riscontrato al momento dell’ispezione… a storni provvigionali…”, peraltro collegati alla disdettabilità delle polizze poliennali introdotta dalla Legge Bersani e quindi, secondo l’interpretazione sindacale, non dovuti alla mandante.
Ma veniamo ai fatti: al termine della visita amministrativa effettuata da Fata nei giorni 28-30 settembre 2011, l’ispettore registrava a foglio cassa un consistente addebito riferito a storni provvigionali ex lege Bersani che determinava una sofferenza a carico dell’agenzia e di conseguenza mandava in rosso il conto corrente separato agenziale. A seguito di tale stato di “illiquidità” dell’agente, la compagnia lo revocava per giusta causa, provocando probabilmente un grave danno di immagine e patrimoniale per lucro cessante e per danno emergente derivanti dalla perdita improvvisa del mandato.
È fondamentale riassumere in breve le motivazioni che hanno indotto il Ctu a dichiarare “… l’insussistenza di sottrazioni e/o ammanchi sui conti separati riferibili a premi pagati all’agente e, quindi, l’infondatezza della revoca del mandato agenziale per giusta causa operata dalla Compagnia…”. Prima di tutto perché la natura stessa del “… debito di cassa rilevato dalla compagnia mandante…” ovvero la corrispondente crisi finanziaria dell’agenzia sono “… da ascriversi al riaddebito degli storni provvigionali…” e non già all’omesso o parziale versamento sul conto corrente separato dei premi incassati dall’agente, risultato attivo a suo favore per qualche centinaio di euro al momento della verifica.
 “Quella del collega di Vercelli – dichiara il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi - è l’ulteriore dimostrazione di come un uso massivo e molte volte scorretto delle PNA, che vengono inserite a foglio cassa dalla compagnia anziché essere regolate a parte (pagate cioè dal conto gestionale dell’agente), possa provocare gravi danni agli agenti, non sempre consapevoli della pericolosità di simili procedure. Ci sembra persino monotono, - aggiunge Demozzi - ma evidentemente necessario alla luce dei fatti, ribadire che l’agente non dovrebbe mai concedere libero accesso al conto corrente separato di agenzia per l’effettuazione di prelievi da parte delle imprese, pena il rischio di vedersi addebitare importi, a volte non dovuti come nel caso del collega Fata, che potrebbero creare sbilanciamenti finanziari di portata imprevedibile. Tanto più in quanto è stato chiarito una volta per tutte dall’Antitrust che il conto separato può essere unico a libera scelta del titolare e a prescindere dal numero di mandati o di collaborazioni in atto”.
Nei giorni scorsi una delegazione Sna formata dal Presidente nazionale Claudio Demozzi, da Stefano Salvi e Alberto Tradigo dell’ufficio legale, da Antonietta Cipriani dell’ufficio organizzazione, dal consulente Domenico Fumagalli, ha incontrato Primo Novello, l’agente revocato nel 2011 da Fata Assicurazioni Danni s.p.a. al quale si riferiscono i fatti. Primo Novello, dopo anni di battaglia giudiziaria, ha ottenuto una pronuncia che sancisce l’assenza della giusta causa evocata dalla compagnia. Accompagnato dal proprio legale, ha avuto modo di condividere con il Presidente Demozzi ogni aspetto della vicenda. Nello specifico è emerso che, all’epoca dell'intervenuta revoca, l’agente non era iscritto al Sindacato, pur essendolo stato precedentemente fino all'anno 2010. A causa di questo, il Novello ha dovuto sostenere in proprio tutte le spese dei vari procedimenti aperti presso l'Isvap, ora Ivass,  di quelli civili e di quello penale, conclusosi, quest’ultimo, con provvedimento di archiviazione.
Per il Presidente Demozzi “si tratta di una vicenda, professionale ed umana che non può lasciare indifferenti; il collega, che non opera più nel settore in qualità di agente, ma come aubagente, ha messo a disposizione gli spunti derivanti dalla propria vicenda giudiziaria e gli atti pubblicabili, affinché possa risultare utile per la categoria. In particolare, la decisione vittoriosa in punto all'illegittimità della revoca per giusta causa, fornisce importanti motivi di riflessione e conferma delle azioni promosse dal Sindacato a tutela della categoria e del corretto e regolare andamento del rapporto agente/compagnia mandante. Mi sono impegnato a sottoporre al primo Esecutivo Nazionale post-congresso alcune possibili iniziative di sostegno a Primo Novello, che merita certamente la solidarietà dei colleghi, pur ribadendo che l’operato del Sindacato in questa triste vicenda è inappuntabile, tenuto conto dell'assenza di formale iscrizione al momento della ridetta revoca. Si aggiunge, peraltro, che, a conferma del reciproco impegno e della solidarietà manifestagli, Primo Novello provvederà a perfezionare nuova formale iscrizione allo Sna, suo unico ed esclusivo referente sindacale nei propri anni di attività”.
Nelle settimane pre-congressuali, alcuni soggetti, iscritti e non al Sindacato, avevano diffuso via chat notizie false sulla vicenda, che vengono ora, qui, puntualmente smentite.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700