Menu

Fondo Liquidità, gli agenti di assicurazione chiedono l'intervento del Governo. Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi a Roma per incontri istituzionali In evidenza

GIUSEPPE CONTE GIUSEPPE CONTE

MILANO - Nuovo stato emergenziale, vecchi problemi. Con una dettagliata lettera, inviata alle massime autorità politiche, lo Sna chiede di includere gli agenti assicurativi, ed i loro collaboratori autonomi (i subagenti), tra i soggetti beneficiari del Fondo Liquidità Pmi, per le richieste di finanziamento superiore a 30 mila euro con garanzia dello Stato.
Come noto, l'emendamento al Decreto agosto 2020 sollecitato da Sna ha incluso gli agenti, broker e subagenti tra i soggetti beneficiari del Fondo Liquidità, ma solo sulla parte a garanzia totale dello Stato, fino a 30 mila euro. Per eventuali richieste di finanziamento eccedente tale limite, valgono le vecchie regole e cioè l'esclusione del codice Ateco dei piccoli imprenditori della distribuzione assicurativa.
Oggi stesso (9 novembre, ndr) il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi si trova a Roma per incontrare alcuni esponenti parlamentari e sollecitare la presa in considerazione dell'istanza presentata dagli agenti italiani.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700