Menu
     CONTRATTO BASE RCAUTO, LO SNA CONTRO GLI ENNESIMI ADEMPIMENTI BUROCRATICI     JEFF BEZOS (AMAZON) E' L'UOMO PIU' RICCO DEL MONDO, SEGUONO ELON MUSK E BILL GATES     ECONOMIA, STOP SCADENZE FISCALI FINO AD APRILE 2021 PER CHI HA SUBITO FORTI PERDITE     COVID-19, IN GERMANIA SUPERATO IL MILIONE DI INFETTATI     ASSICURAZIONI: PROGETTO ANTI-FRODE ANIA, L'ANTITRUST APRE ISTRUTTORIA     COMMISSARIO ARCURI, L'APP IMMUNI NON HA DATO GLI ESITI SPERATI     SPREAD ANCORA SUI MINIMI DAL 2018 GRAZIE AGLI INTERVENTI DELLA BCE     SNA COSTITUISCE LA COMMISSIONE NAZIONALE DI SOLIDARIETA' PER GLI AGENTI DI ASSICURAZIONE IN DIFFICOLTA'     AUTHORITY APRE ISTRUTTORIA NEI CONFRONTI DI RBM SALUTE E PREVIMEDICAL PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE

Rapporto Banca d'Italia sulla Stabilità Finanziaria, luci e ombre dell'andamento del settore assicurativo nell'era della pandemia In evidenza

Rapporto Banca d'Italia sulla Stabilità Finanziaria, luci e ombre dell'andamento del settore assicurativo nell'era della pandemia

MILANO - Bankitalia ha pubblicato il periodico Rapporto sulla Stabilità Finanziaria dei settori bancario ed assicurativo. Per quest'ultimo l'analisi evidenzia luci ed ombre, conseguenza diretta del contesto in cui l'economia naviga attualmente. "L’indice di solvibilità delle compagnie italiane, così come quello delle assicurazioni europee, - si legge della relazione - continua a risentire dell’aumento dei premi per il rischio degli strumenti azionari e obbligazionari innescato dalla pandemia, nonché dell’ulteriore abbassamento della curva dei tassi di interesse privi di rischio osservato dallo scorso marzo. L’indice di solvibilità medio è sceso a giugno al 211%, dal 235% rilevato alla fine del 2019, rimanendo comunque ben al di sopra dei minimi regolamentari e allineato ai valori europei".
Sul fronte della redditività, gli effetti della pandemia si stanno ripercuotendo sui numeri delle imprese assicurative: "Il rendimento del capitale e delle riserve (return on equity, ROE) - scrive la Banca d'Italia - per i rami vita si è sostanzialmente azzerato nel primo semestre del 2020, per effetto delle forti svalutazioni degli attivi. Anche il ROE della gestione danni è diminuito rispetto al primo semestre del 2019; nei rami danni la flessione dei corsi dei titoli è stata in parte controbilanciata dal forte calo degli oneri per sinistri, che si è riflesso in un miglioramento del rapporto tra oneri e spese di gestione e premi di competenza (cd.: combined ratio)".
Inoltre, nello mese di giugno 2020 gli investimenti con rischio a carico delle compagnie italiane rimanevano concentrati in titoli pubblici (prevalentemente italiani, ndr) in misura largamente superiore rispetto alle imprese di assicurazione europee e (pari cioè al 51%, a fronte del 28%). Per quanto concerne, infine, gli investimenti in obbligazioni private, queste ultime trovano ancora ampiamente spazio nei bilanci delle compagnie di assicurazioni italiane: va rilevato, tuttavia, che solo per il 27% di tratta di titoli con rating A; una porzione più rilevante (51%) ha rating BBB. "Le perdite potenziali - ammonisce Bankitalia - in caso di declassamenti di questi titoli si rifletterebbero negativamente sui fondi propri".
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700