Menu

Clamoroso, deliberato lo scioglimento del Fondo Pensione Gruppo Agenti Generali Italia? Lettera del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi In evidenza

VINCENZO CIRASOLA VINCENZO CIRASOLA

MILANO - Dal momento che la notizia rischia di essere fragorosa, per il momento ci asteniamo dal formulare qualunque commento in attesa delle necessarie verifiche, ma il dato di fatto è che lo Sna ha inviato in mattinata (14 dicembre, ndr) una comunicazione, di cui si allega copia, al Ga.Gi presieduto come noto da Vincenzo Cirasola parimenti Presidente di Anapa e al Fondo Pensione Gruppo Agenti Generali Italia per chiedere spiegazioni in ordine all’eventuale decisione del Comitato Amministratore di sciogliere il Fondo stesso.
La scelta risiederebbe nell’impercorribilità dei disposti di cui all’art. 9 del Regolamento del Fondo secondo cui, si legge nella missiva “Nell’eventualità di perdurante e comprovata deficienza tecnica, il Comitato Amministratore deve proporre al Consiglio Direttivo del Ga.Gi di stabilire a carico di tutti gli associati il pagamento di un contributo straordinario ai fini di ripristinare l'equilibrio tecnico del Fondo”.
Che si tratti dei 200 mila euro “necessari per gli adempimenti conseguenti all’entrata in vigore delle disposizioni relative all’adeguamento alla normativa IORP II” (il D.L. 13/12/2018 n. 147, che ha recepito la Direttiva UE 2016/2341 del 14/12/2016), o addirittura degli 1,2 milioni di euro di disavanzo prospettico “conseguente all’applicazione delle norme relative alla costituzione delle riserve supplementari di cui al Decreto 7/12/2012 n. 259”, sono comunque pervenute diverse segnalazioni da parte dei contribuenti attivi del Fondo iscritti allo Sna che lamentano la mancata informazione riguardante una così importante delibera. I pensionati invece, prosegue la comunicazione a firma del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, verrebbero “posti di fronte alla scelta di rinunciare alla pensione in cambio di un capitale una tantum, oppure di trasformare l’attuale pensione in una rendita immediata da costituire mediante una polizza da sottoscrivere con la compagnia Generali Italia”.
A ingarbugliare ulteriormente la matassa contribuirebbe inoltre una lettera inviata al Fondo dalla Covip il 4 luglio 2019 avente ad oggetto “Esito dell’accertamento ispettivo e interventi da porre in essere” con la quale, dice ancora il Presidente Demozzi, l’Autorità di vigilanza richiedeva “al Fondo l’invio, entro 90 giorni dal ricevimento della stessa, di una relazione, corredata dalle valutazioni del collegio sindacale, al fine di illustrare le iniziative assunte per il superamento delle criticità riscontrate”. Lettera della quale si parla nella stessa relazione al bilancio 2019 presentata dal Comitato Amministratore con Vicepresidente di nuovo Cirasola, anche se stavolta Alessio, socio di Vincenzo.
Molti i quesiti posti da Sna al Ga.Gi e staremo a vedere quali saranno le risposte formulate che rivestono non soltanto valenza tecnica, ma anche e forse soprattutto politica, tenuto conto delle possibili analogie con la situazione del Fonage nella fase pre-commissariamento.
Roberto Bianchi

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700