Menu

Disintermediazione agenziale, il caso Allianz. Demozzi (Sna): Non basta scrivere lettere o proclamarsi contrari, occorrono azioni concrete In evidenza

Disintermediazione agenziale, il caso Allianz. Demozzi (Sna): Non basta scrivere lettere o proclamarsi contrari, occorrono azioni concrete

MILANO - Ormai da anni assistiamo alla strategia di alcune grandi compagnie rivolta alla disintermediazione delle reti agenziali attraverso l’utilizzo massivo delle nuove tecnologie, che non vengono utilizzate per migliorare il servizio agenziale, ma per escludere le agenzie dal rapporto diretto con il cliente. Uno degli esempi più eclatanti è la APP di Allianz, che insieme alla campagna “Stop & Drive” ampiamente pubblicizzata sui mass media, vorrebbe insegnare ai clienti a gestire in piena autonomia le polizze, in particolare la Rcauto. 
Il Sindacato nazionale agenti, per bocca del Presidente nazionale Claudio Demozzi, ha contestato in maniera fin troppo perentoria queste iniziative, mettendo in allerta gli agenti e le loro rappresentanze aziendali (GAA). Queste ultime però, salvo rare eccezioni, non hanno messo in campo alcuna concreta azione contro la disintermediazione agenziale, cioè contro questi nuovi strumenti, nonostante i roboanti proclami dei rispettivi presidenti. “Nel caso di Allianz, ad esempio, il presidente Umberto D’Andrea, alla guida del più numeroso Gruppo Agenti, è stato più volte messo in guardia sulle possibili conseguenze della strategia dell’impresa in questo ambito, ma le sollecitazioni del Sindacato, e mie personali, sono sempre state vissute come attacchi politici e non come stimoli ad agire per la tutela dei colleghi”, riferisce il Presidente Demozzi, che aggiunge “una delle tante iniziative possibili, a costo praticamente zero, sarebbe ad esempio inviare ai clienti che scaricano l’APP e che la utilizzano per intervenire con modifiche sulla loro polizza, una lettera del seguente tenore: Gentile cliente, ho appreso dalla Direzione Allianz SpA che hai eseguito operazioni di sospensione/variazione di polizza sul contratto in oggetto, senza intervento da parte della mia Agenzia, utilizzando l’applicazione (“APP”) messa a disposizione dalla compagnia. Poiché si tratta di una polizza appartenente al portafoglio della mia agenzia, non essendo stato informato preventivamente e non avendo potuto prendere visione della documentazione giustificativa delle predette operazioni sulla polizza, sono costretto a declinare ogni responsabilità in ordine alla regolarità delle predette variazioni contrattuali. Devo inoltre comunicare che non mi sarà possibile informarti delle future scadenze contrattuali, né valutare la coerenza del contratto assicurativo in base alle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 209 del 9.9.2005.  Resto comunque a disposizione qualora sia tua intenzione rivolgerti alla mia Agenzia per ripristinare la normale modalità gestionale della tua polizza”.
Il Presidente nazionale Sna conclude esclamando che “non basta scrivere lettere o proclamare che si è contrari alla disintermediazione agenziale; chi ha incarichi di rappresentanza deve mettere in atto azioni concrete per frenare, impedire la disintermediazione degli agenti, proprio come facciamo noi di Sna tutti i giorni. E’ ora di chiedere a tutti i colleghi azioni concrete. Da oggi, ad esempio, i GAA potrebbero dire ai colleghi di utilizzare il testo che ho appena letto. Appena il cliente scarica la APP, riceverà così la lettera del suo agente che ne sconsiglia l’utilizzo. Chi si lamenta che il Sindacato non farebbe abbastanza contro la disintermediazione agenziale, sia il primo a dare l’esempio…”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700