Menu
     IL 27 APRILE CONVOCATO L'86 COMITATO CENTRALE SNA     SLP ASSICURAZIONI SPA, ALLA PROPRIA RETE AGENZIALE PROVVIGIONI PARI AL 60% DEL PREMIO IMPONIBILE FINO AL 30 GIUGNO 2021     ISTAT, CRESCE ANCORA LA PROPENSIONE AL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE     DECRETO SOSTEGNI, IL GOVERNO PREPARA IL BIS CON NUOVI CONTRIBUTI ALLE PARTITE IVA     E' LEGGE L'ASSEGNO UNICO PER I FIGLI DI ETA' INFERIORE AI 21 ANNI     ISTAT, CROLLO VERTICALE DEI CONSUMI NEL IV TRIMESTRE DEL 2020     PROGETTO 51 DI ALLIANZ, FORTE PREOCCUPAZIONE ANCHE DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI CONSUMERISTICHE

Il debito pubblico registra un nuovo record in gennaio, superati i 2.603 mld/€. La pandemia rischia di costare all'Italia 500 miliardi. Le ipotesi per una via d'uscita In evidenza

Il debito pubblico registra un nuovo record in gennaio, superati i 2.603 mld/€. La pandemia rischia di costare all'Italia 500 miliardi. Le ipotesi per una via d'uscita

MILANO - Bankitalia ha comunicato i nuovi dati dell'indebitamento pubblico italiano al 31 gennaio 2021. Il bilancio dello Stato segna un nuovo record negativo a quota 2.603,1 miliardi di euro (+160 mld rispetto allo stesso periodo del 2020). Solamente nell'ultimo mese il debito è cresciuto al ritmo di un miliardo al giorno. L'incremento è dovuto - secondo la Banca d'Italia - all'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (32,6 mld) e al fabbisogno delle Amministrazioni pubbliche (2,1 mld).
Più in dettaglio, la vita media residua del debito è scesa a 7,3 anni, mentre la drastica flessione dello spread, dopo la nascita dell'Esecutivo Draghi, ha calmierato in parte le uscite in prospettiva.
Tuttavia, gli analisti ritengono che il trend debitorio sia destinato a proseguire a lungo, ben oltre la fine della crisi economia causata dalla pandemia. L'Italia, dunque, è destinata a pagare con almeno 500 miliardi di euro il mantenimento degli attuali equilibri minimi sociali, sempreché si arrivi ad un drastico contenimento del Covid-19 entro i prossimi 12 mesi. Una via d'uscita potrebbe essere quella immaginata da alcuni economisti d'Oltralpe, vale a dire la cancellazione del debito di tutti gli Stati, contratto da marzo 2020 fino al giorno in cui l'Oms avrà dichiarato la fine della pandemia.
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700