Logo
Stampa questa pagina

Regolamento Ivass 45, Bonfanti (Sna): Fare attenzione alle richieste di integrazione dei mandati di agenzia proposte dalle compagnie. Attivato l'ufficio legale del Sindacato In evidenza

ANDREA BONFANTI ANDREA BONFANTI

MILANO - Il Direttore Sna Andrea Bonfanti ha trasmesso in queste ore una comunicazione urgente a tutti gli iscritti al Sindacato e ai Componenti il Comitato dei Gruppi aziendali agenti. Negli ultimi giorni - scrive Bonfanti - sono pervenute diverse segnalazioni di richieste di sottoscrizione da parte delle compagnie di appendici integrative al mandato agenziale e, in taluni casi, di riscrittura completa del contratto d'agenzia, motivate dal riferimento al Regolamento Ivass 4512020 ed ai Regolamenti Delegati della IDD.
È necessario premettere - prosegue lo Sna - che l'art. 10 del Regolamento Ivass 45/2020 prevede, fra l'altro, che le imprese di assicurazione e i distributori identificano tramite accordo la direzione, il contenuto, la periodicità, le modalità di scambio delle informazioni relative allo svolgimento delle rispettive attività e necessarie per adempiere ai rispettivi obblighi. È evidente che il Regolatore ha inteso considerare l'aspetto negoziale quale elemento fondamentale. L'Ivass, infatti, nella Relazione al Regolamento ha precisato che la sottoscrizione dell'accordo è obbligatoria al fine di garantire un corretto processo di realizzazione del prodotto a tutela dei clienti.
I documenti dei quali le compagnie chiedono la sottoscrizione, al contrario, - rileva Bonfanti - hanno spesso contenuti stabiliti unilateralmente, senza preventiva negoziazione con gli agenti o le loro rappresentanze e, pertanto, sono mancanti del requisito negoziale previsto dalla norma. In alcuni casi, nei documenti segnalati si rilevano riferimenti alla circostanza per cui l'inosservanza delle modalità operative unilateralmente stabilite dall'impresa sarebbe addirittura considerata come giusta causa di risoluzione contrattuale. I legali del Sindacato stanno valutando se gli elementi unilateralmente introdotti dalle imprese, segnalati dagli iscritti, siano coerenti con la disciplina prevista dalle specifiche norme di settore.
Il Sindacato, pertanto, raccomanda di non sottoscrivere alcuna appendice o mandato di agenzia sostitutivo senza aver prima consultato lo Sna, al quale potrà essere inviata una copia della documentazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Luigi Giorgetti