Menu
     IL 27 APRILE CONVOCATO L'86 COMITATO CENTRALE SNA     SLP ASSICURAZIONI SPA, ALLA PROPRIA RETE AGENZIALE PROVVIGIONI PARI AL 60% DEL PREMIO IMPONIBILE FINO AL 30 GIUGNO 2021     ISTAT, CRESCE ANCORA LA PROPENSIONE AL RISPARMIO DELLE FAMIGLIE ITALIANE     DECRETO SOSTEGNI, IL GOVERNO PREPARA IL BIS CON NUOVI CONTRIBUTI ALLE PARTITE IVA     E' LEGGE L'ASSEGNO UNICO PER I FIGLI DI ETA' INFERIORE AI 21 ANNI     ISTAT, CROLLO VERTICALE DEI CONSUMI NEL IV TRIMESTRE DEL 2020     PROGETTO 51 DI ALLIANZ, FORTE PREOCCUPAZIONE ANCHE DA PARTE DELLE ASSOCIAZIONI CONSUMERISTICHE

Provvedimento 97/2020, dura missiva del Sindacato all'Istituto di Vigilanza. Demozzi (Sna): pronti ad ogni azione a tutela degli interessi e dei diritti dei nostri associati In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi ha inviato in queste ore una missiva urgente all'Ivass avendo ad oggetto il Provvedimento 97/2020. "Nel ribadirVi integralmente quanto oggetto della nostra impugnazione innanzi al Tribunale Amministrativo del Lazio RG n. 9639/2020 ed in fiduciosa attesa della pronuncia di annullamento da parte del Giudice amministrativo - scrive Demozzi - vi significhiamo che solo in data 24.3.2021 i vostri legali hanno riscontrato negativamente i tre solleciti a voi rivolti per richiedere uno spostamento dell’entrata in vigore delle disposizioni del provvedimento 97/2020 impugnate e relative agli obblighi di comunicazione e di affissione delle collaborazioni orizzontali degli agenti e dei broker, nonché all’ulteriore obbligo di dare evidenza in un’apposita dichiarazione, della coerenza del prodotto assicurativo rispetto alle richieste ed esigenze del contraente".
"Apprendiamo inoltre dalle FAQ, recentemente apparse sul vostro sito, che tutti gli intermediari assicurativi che collochino prodotti tramite tecniche di comunicazione “integralmente a distanza”, risulterebbero tenuti a registrare tutte le comunicazioni con gli assicurati nella loro interezza, addirittura anche quando 'la conversazione e/o comunicazione è avviata su iniziativa del cliente'. Dobbiamo a questo punto significarvi che, quantomeno a decorrere dallo scorso marzo 2020, le disposizioni sanitarie emergenziali sono state tutte rivolte ad evitare qualsiasi tipo di contatto fisico tra soggetti, qualsiasi forma di incontro o colloquio interpersonale diretto, dovendosi in ogni caso favorire il lavoro a distanza, nonché la conclusione a distanza di qualunque contratto o negoziazione. Riteniamo che le norme legali e regolamentari relative alla vendita a distanza debbano riguardare soltanto le strutture che siano specificamente a tal fine organizzate in via esclusiva; nelle agenzie tradizionali i clienti possono sempre rivolgersi agli agenti, attraverso contatti diretti, sapendo peraltro che gli uffici delle agenzie sono aperti al pubblico e possono sempre fornire ogni tipo di assistenza, consulenza, chiarimento, sia nella fase precontrattuale, sia in quella successiva".
"Non riteniamo peraltro che le agenzie assicurative tradizionali siano oggi organizzate per poter registrare tutte le telefonate che ricevono relativamente alle polizze assicurative emesse e gestite, o per archiviare ogni mail, whats app, o altra comunicazione via social e ci auguriamo vi rendiate conto che la complessità di simili adempimenti, richiede quantomeno un termine adeguato, per essere organizzata, finendo comunque per tradursi in ulteriori costi di gestione, archiviazione, strutture d’ufficio. Non comprendiamo peraltro l’esigenza di registrazione da Voi rappresentata nelle FAQ, quando in realtà la sottoscrizione della polizza e la consegna della documentazione precontrattuale, già dimostrano di per sé la correttezza della trattativa assicurativa e la consapevolezza del cliente circa il prodotto offertogli. Inoltre, le regole che disciplinano gli obblighi degli intermediari assicurativi, sono già presidiate da un accurato sistema di verifiche e di sanzioni, più che sufficienti a garantire la corretta attività di vendita dei prodotti assicurativi.
Vogliamo comunque preavvertire che, soprattutto tenendo conto delle note complessità che il periodo di emergenza che abbiamo vissuto nello scorso anno e che stiamo tutt’ora vivendo, non riteniamo che gli agenti potranno tempestivamente adeguare la loro organizzazione di lavoro a tecniche di registrazione automatica di tutte le telefonate e/o delle mail e altre comunicazione social e di archiviazione delle stesse. Inoltre, come abbiamo già esposto nel ricorso al TAR Lazio, dobbiamo farvi presente che la mole di comunicazioni relative alle collaborazioni ex Dlgs. 179/2012, risulterà certamente significativa e gravosa".
"Dobbiamo ancora una volta rilevare che l’intervento regolamentare, e le risposte esplicative nelle Vs. recenti FAQ, deludono profondamente quelle aspettative di semplificazione e de-burocratizzazione che il settore della intermediazione assicurativa attende da parte dell’Autorità di Vigilanza. Ribadiamo peraltro che la comunicazione alle imprese mandanti e la affissione dei rapporti di collaborazione, non possa che ledere la libertà concorrenziale che le norme del Dlgs. 179/2012 miravano a garantire. Riteniamo poi che la registrazione delle intere conversazioni con gli assicurati possa presentare delicati profili di compatibilità con le vigenti disposizioni sul consenso del trattamento dei dati personali".
In relazione alle circostanze esposte lo Sna si riserva di "intraprendere ogni più opportuna azione a tutela degli interessi e dei diritti dei nostri associati".
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700