Menu

Poste sempre più multiutility, rilancia ora sulle polizze. Demozzi (Sna): Sarebbe il momento che il Ministero verificasse i disservizi nel recapito della corrispondenza In evidenza

Poste sempre più multiutility, rilancia ora sulle polizze. Demozzi (Sna): Sarebbe il momento che il Ministero verificasse i disservizi nel recapito della corrispondenza

MILANO - Dopo l’uscita di scena di Maurizio Cappiello, già direttore generale Axa Italia e fino a qualche giorno fa amministratore delegato della compagnia danni di Poste, Andrea Novelli, numero uno di Poste Vita, avrebbe assunto la guida di tutto il settore polizze di Poste.
Il gruppo guidato da Matteo Del Fante ha annunciato inoltre l’intenzione di intraprendere l’attività distributiva nel mercato della connessione Internet a fibra ottica, con il lancio di Poste Casa Ultraveloce. A questo annuncio si aggiunge la notizia di un’ulteriore nuova iniziativa che starebbe per essere immessa sul mercato nel campo dell’energia, con un’offerta gas e luce. La società, alcuni mesi fa, aveva annunciato l’obiettivo di raggiungere complessivamente 1,1 milioni di clienti e il break even a fine piano, nel 2024, con 1,5 milioni di clienti. Poste Italiane ha siglato un accordo con Open Fiber per portare, tramite la tecnologia di Enel e Cdp, internet fisso a privati e aziende, mentre per il mobile esisterebbe un contratto di 5 anni con Vodafone. Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “sarebbe ora che il Ministero competente verificasse la qualità del servizio postale e mettesse in mora Poste in caso di disservizio; abbiamo più volte denunciato e documentato come il servizio di recapito della corrispondenza sfiori livelli inaccettabili ed è ancora meno accettabile che Poste investa tante risorse in ambiti estranei a quello che doveva essere il suo core-business, come ad esempio nella distribuzione assicurativa e di prodotti finanziari".
Proprio sul versante delle polizze, bisogna prendere atto che nel primo trimestre di quest’anno più di un terzo (288 milioni) del risultato operativo complessivo di gruppo (620 milioni) è arrivato proprio dai servizi assicurativi. Non si tratta solo di polizze Vita, dove Poste occupa già i primi posti della classifica nazionale delle Compagnie vita, ma anche di polizze rami danni, dove il gruppo ha deciso di accelerare ulteriormente. Dopo l’avvio della distribuzione Rcauto, grazie agli accordi sottoscritti con Linear (UnipolSai) e Genertel (Generali), Poste intende allargare il proprio business anche nel welfare e negli altri prodotti Danni.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700