Menu

Il Governo spinge ancora sui pagamenti elettronici, arriva il "Bonus Bancomat" per i titolari di Partita Iva. Nel dettaglio gli incentivi del Decreto 99/2021 In evidenza

Il Governo spinge ancora sui pagamenti elettronici, arriva il "Bonus Bancomat" per i titolari di Partita Iva. Nel dettaglio gli incentivi del Decreto 99/2021

MILANO - Incentivare i pagamenti elettronici, è questo il mantra dei Governi di tutta Europa. Tracciare i movimenti di denaro al fine di limitare l'evasione fiscale, è questa la finalità dichiarata. In Italia, dopo l'esperimento del cashback di Stato poco apprezzato dalla maggioranza presente nell'attuale Esecutivo, arriva il "Bonus Bancomat". Un ennesimo incentivo che questa volta coinvolge direttamente esercenti o attività d’impresa, arte o professioni. Il Decreto 99/2021 ha definito le modalità a disposizione delle Partite Iva per spingere i venditori a dotarsi di Pos.
L'art. 22-bis specifica: "Il credito d'imposta per l'acquisto, il noleggio o l'utilizzo di strumenti che consentono forme di pagamento elettronico e per il collegamento con i registratori telematici. Agli esercenti attività di impresa, arte o professioni che effettuano cessioni di beni o prestazioni di servizio nei confronti di consumatori finali e che, tra il 1° luglio 2021 e il 30 giugno 2022, acquistano, noleggiano o utilizzano strumenti che consentono forme di pagamento elettronico collegati agli strumenti di cui all'articolo 2, comma 3, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, spetta un credito di imposta, parametrato al costo di acquisto, di noleggio, di utilizzo degli strumenti stessi, nonché delle spese di convenzionamento ovvero delle spese sostenute per il collegamento tecnico tra i predetti strumenti”.
In pratica, quanti acquisteranno o noleggeranno strumenti di pagamento elettronici nel corso del 2022 potranno beneficiare di un contributo pari a 320 euro. Chi decide di dotarsi di questi strumenti per la prima volta avrà anche diritto ad accedere a un ulteriore credito d’imposta di 160 euro, pur con alcune limitazioni in base al fatturato. La spesa sostenuta può essere raddoppiata se si acquistano strumenti evoluti di pagamento elettronico, ovvero quelli che consentono la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica delle operazioni.
Nel dettaglio: 1) coloro che registrano ricavi tra 1 e 5 milioni di euro potranno ricevere il 10% dell’importo speso per l’acquisto/noleggio di dispositivi elettronici; 2) coloro che registrano ricavi tra i 200mila e 1 milione di euro accederanno al bonus per il 40%; 3) coloro che registrano ricavi sotto i 200mila euro potranno contare su una percentuale pari al 70%. Infine, per quanto concerne le spese di acquisto/noleggio di strumenti di pagamento elettrici tecnologicamente evoluti, il rimborso raggiunge il 70% con ricavi tra i 200mila e 1 milione di euro e il 40% con ricavi tra 1 milione e 5 milioni. 
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700