Menu

Fondo di garanzia per le Pmi, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi scrive agli iscritti: Tenacia e determinazione, queste le parole d'ordine con il sostegno di tutti In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - L'inserimento anche degli agenti di assicurazione nel novero dei beneficiari del Fondo di garanzia per le Pmi italiane è senza dubbio un successo targato Sna. L'azione politico-istituzionale del Presidente nazionale Claudio Demozzi ha dato dunque i suoi frutti. Di queste ore la nota ufficiale del Sindacato, inviata a tutti gli iscritti ed alla categoria.
"Come avrai avuto modo di apprendere dalla nostra testata giornalistica online Snachannel (www.snachannel.it), - scrive Demozzi - è entrata finalmente in vigore l'attesa modifica alle norme che regolano il funzionamento del Fondo di garanzia per le Pmi italiane. Con effetto dall'agosto scorso, la concessione dei benefici del Fondo di garanzia per le Pmi non prevede più l'espressa esclusione degli agenti di assicurazione. A pagina 17 delle nuove disposizioni operative, lettera B "requisiti di ammissibilità dei soggetti beneficiari finali", sezione B1 "requisiti generali", al punto 1 è ora precisato che "sono ammissibili alla garanzia i soggetti beneficiari finali che svolgono una qualsiasi attività economica, ad eccezione di quelle rientranti nelle seguenti sezioni (classificazione Ateco 2007): a) K - attività finanziarie e assicurative, Divisioni 64 e 65".
Non sono più escluse dunque le attività della Divisione 66, cioè gli agenti di assicurazione professionisti. Si è sistemata - prosegue Demozzi - una grave anomalia che abbiamo da subito segnalato e che solo grazie al nostro intervento, unitamente a quello di alcuni colleghi militanti Sna e di alcuni Parlamentari vicini al Sindacato, tra i quali ricordiamo doverosamente l'on. Mario Morgoni (PD), ha trovato soluzione in senso favorevole per gli agenti. Grazie al Fondo di garanzia, l'impresa -ora anche l'agente/agenzia-, ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive sugli importi garantiti dal Fondo. Si tratta evidentemente di un nuovo importante successo dovuto alla costante, efficace azione istituzionale del Sindacato, del quale beneficia l'intera categoria agenziale italiana. Per l'utilizzo del Fondo di garanzia, in linea di massima è sufficiente rivolgersi alla banca di fiducia.
Tuttavia la segreteria nazionale del Sindacato rimane a disposizione per ogni approfondimento e chiarimento al riguardo.
Nei giorni scorsi abbiamo pubblicato altresì la notizia della risposta scritta del Viceministro Pichetto Fratin all'interrogazione parlamentare dei sen. Luigi Vitali e Massimo Mallegni (Forza Italia-Udc), riguardante le criticità, più volte denunciate da Sna, nelle ultime disposizioni emanate dall'Ivass. In ordine ai provvedimenti Ivass Reg. 45/2020 e Provv. 97/2020 contestati dal Sindacato nazionale agenti e per i quali Sna ha proposto ricorso al TAR del Lazio, si evidenzia come tali norme emanate dall’Istituto di vigilanza del settore ed entrati in vigore lo scorso 31 marzo “in considerazione degli oneri amministrativi e adempimenti burocratici introdotti dagli atti in parola... determinerebbero limitazioni professionali ed ostacoli all’esercizio delle libere collaborazioni tra intermediari”. Il viceministro, nella sua risposta, chiarisce che “all’esito del giudizio di merito...il Tribunale Amministrativo Regionale ha accolto il ricorso dello Sna e, per l’effetto, ha annullato le disposizioni sopra richiamate del provvedimento impugnato”, aggiungendo che “...l’Ivass ha comunicato che si adeguerà alla sentenza e riconsidererà la materia per ridurre al minimo gli adempimenti burocratici non strettamente necessari...”.
Il Viceministro ha ribadito cioè che l’Ivass si adeguerà alla sentenza vittoriosa del Sindacato (TAR Lazio) ed interverrà semplificando gli oneri burocratici a carico degli agenti; almeno questo è ciò che è scritto. Anche in questo senso la sentenza del TAR rappresenta per l’intera categoria agenziale un punto di svolta, un risultato eccezionale ottenuto grazie alla tenacia ed alla determinazione del Sindacato nazionale agenti.
Tenacia e determinazione - conclude Demozzi - che hanno bisogno del sostegno e dell'appoggio di tutti gli agenti!".
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700