Menu

Dopo gli agenti di Generali Italia (Fondo pensione) anche i giornalisti chiudono la loro Cassa privata. Demozzi (Sna): Per tutti l'esempio da seguire è quello del Fonage In evidenza

Dopo gli agenti di Generali Italia (Fondo pensione) anche i giornalisti chiudono la loro Cassa privata. Demozzi (Sna): Per tutti l'esempio da seguire è quello del Fonage

MILANO - Giorni contati per la gestione sostitutiva privata dell’Inpgi, l’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani, che dal 1° luglio 2022 sarà trasferita nel fondo pensione lavoratori dipendenti dell’Inps. L’Inpgi proseguirà i trattamenti di cassa integrazione e disoccupazione fino al 2023 compreso, in seguito saranno affidati all’Istituto statale (Inps). Il passaggio dei giornalisti dalla gestione privatizzata a quella pubblica dell’Inps si sarebbe resa necessaria quale conseguenza del disequilibrio tecnico dovuto principalmente alla crisi del settore, all’incremento dei pensionati e prepensionati ed al diffuso utilizzo degli ammortizzatori sociali. Per i giornalisti le pensioni saranno calcolate con i criteri Inpgi fino al 30 giugno 2022, con il metodo Inps per i periodi successivi a tale data.
La fine dell’esperienza previdenziale privatizzata per questa categoria lavorativa segue di pochi mesi la messa in liquidazione del Fondo Pensione degli agenti di Generali Italia, compagnia storica italiana che ha chiuso l’anno 2020 con un utile netto di 1,7 miliardi di euro. Il Fondo Pensione degli agenti di Generali Italia si è trovato in disequilibrio tecnico ed impossibilitato a soddisfare i requisiti patrimoniali richiesti dalla normativa del settore.
Molti osservatori sono rimasti perplessi davanti a tale criticità, visto che si tratta del Fondo Pensione degli agenti della compagnia Generali Italia, la seconda assicurazione nella raccolta vita in Italia, con una quota di mercato del 17,44%, la cui rete agenziale dovrebbe costituire uno dei presidi più diffusi per la formazione di un’adeguata cultura previdenziale tra gli italiani.
Per il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi “rimane un mistero come gli agenti del Ga.Gi., il Gruppo agenti presieduto da Vincenzo Cirasola, abbiano accettato questo epilogo senza tentare, con la dovuta convinzione, la via del rifinanziamento da parte della mandante. Davanti al problema del disequilibrio tecnico del Fonage (Fondo Pensione Agenti, ndr), il comportamento degli agenti Sna è stato molto diverso ed alla fine il Fonage è vivo e vegeto e continua a presentare bilanci al di sopra delle migliori aspettative”.
La Redazione

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700