Menu

Esclusione degli agenti di assicurazione dal beneficio dell'esonero contributivo in caso di assunzione di donne nel biennio 2020-2021, il Presidente nazionale Sna chiede un incontro urgente con MiSE e Inps In evidenza

CLAUDIO DEMOZZI CLAUDIO DEMOZZI

MILANO - Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi ha inviato in queste ore una lettera ufficiale al Ministro dello sviluppo economico on. Giancarlo Giorgetti e al Presidente dell'Inps Pasquale Tridico per sensibilizzare entrambi sull'incongruenza relativa all'esclusione degli agenti di assicurazione dal beneficio dell'esonero contributivo ex lege 30 dicembre 2020 n. 178 nel caso di assunzione di donne lavoratrici effettuate nel biennio 2021/2022.
"Portiamo alla vostra cortese attenzione - scrive Demozzi - la grave problematica che ha colpito la categoria degli agenti assicurativi, piccoli imprenditori che svolgono 'attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative' (cod. K/66 della 'classificazione per sezioni e divisioni') e che sono esclusi dal Provvedimento di decontribuzione, la cui gestione è riportata nel messaggio Inps n. 3809 del 5 novembre 2021. L'esonero contributivo è stato introdotto dall’art. 1, comma 16, della Legge 30 dicembre 2020 n. 178 (Legge di Bilancio 2021) a beneficio dei datori di lavoro privati, per le nuove  assunzioni delle donne lavoratrici effettuate nel biennio 2021/2022. L’esonero è riconosciuto nella misura del 100% con il limite massimo di importo pari a 6.000 euro annui.
L'Inps - prosegue il Presidente nazionale Sna - con la comunicazione sopra richiamata ha fornito indicazioni operative per la gestione degli adempimenti previdenziali connessi alla predetta misura di esonero contributivo, specificando che sono esclusi dall'incentivo le imprese che svolgono le attività indicate nella classificazione NACE (attività finanziarie e assicurative), al settore “K” (Financial and insurance activities) che ricomprende il sotto-codice K-66 (attività ausiliarie dei servizi finanziari e delle attività assicurative) al quale fanno riferimento anche le agenzie assicurative, che occupano più di ventimila agenti, circa trentamila lavoratori dipendenti e duecentomila collaboratori circa. La disposizione di esclusione, che ricalca perfettamente quella prevista per il beneficio decontributivo denominato “Decontribuzione Sud”, di cui alla circolare Inps n° 33 del 22 febbraio 2020 e quella prevista per l’esonero contributivo denominato “Decontribuzione under 36”, di cui alla circolare INPS n° 56 del 12 aprile 2021 e del messaggio Inps n. 3389 del 7 ottobre 2021, accentua esponenzialmente la penalizzazione degli aderenti alla nostra Associazione.
Il Sindacato nazionale agenti - conclude Demozzi - vale a dire la sigla associativa largamente maggioritaria della distribuzione assicurativa agenziale in Italia, richiede un incontro urgente al fine di illustrare nel dettaglio il grave danno che l'esclusione degli agenti dal novero dei beneficiari delle incentivazioni sopra richiamate sta causando, con l’invito a prendere in esame la possibilità di introdurre una correzione al Provvedimento facendo rientrare le imprese appartenenti alla sezione K, divisione 66, tra i soggetti beneficiari ingiustamente assimilati alle grandi imprese assicurative ed alle banche (rispettivamente codici K-65 e K-64)".
Luigi Giorgetti

Torna in alto

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 697

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /web/htdocs/www.snachannel.it/home/libraries/joomla/filter/input.php on line 700