Logo
Stampa questa pagina

Obbligo vaccinale e verifica del Green Pass presso gli uffici agenziali, intervento esplicativo del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi In evidenza

Obbligo vaccinale e verifica del Green Pass presso gli uffici agenziali, intervento esplicativo del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi

MILANO - Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi ha inviato in queste ore una comunicazione urgente agli iscritti e alla categoria tutta avente ad oggetto l'obbligo vaccinale e la verifica del cosiddetto Green Pass presso gli uffici agenziali. "Come sapete - scrive Demozzi - il recente Decreto Legge n. 1 del 7.1.2022 ha istituto l’obbligo vaccinale per tutti i soggetti che abbiano compiuto 50 anni di età a decorrere dall’entrata in vigore del decreto legge stesso e fino al 15.6.2022.
A decorrere dal 15.2.2022 i soggetti ultracinquantenni che non siano in possesso di Green Pass Covid-19, rilasciato a seguito di vaccinazione o di guarigione, non possono accedere ai luoghi di lavoro ed i datori di lavoro privati sono tenuti a verificare il rispetto di tale prescrizione. Pertanto, i dipendenti ultracinquantenni delle agenzie assicurative (e, a fortiori, gli Agenti stessi) non possono svolgere attività lavorativa se non a distanza, né possono avere accesso alle Agenzie, se non sono in possesso di Green Pass rafforzato (da avvenuta vaccinazione o da guarigione).
Qualora i dipendenti ultracinquantenni - prosegue il Presidente nazionale Sna - comunichino di non essere in possesso del Green Pass rafforzato (vaccinale e/o da guarigione), sono da considerare assenti ingiustificati, senza conseguenze disciplinari, con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro finché non presentino la predetta certificazione (green pass); nessuna retribuzione dovrà essere loro erogata per il conseguente periodo di assenza dal lavoro.
Per quanto attiene all’accesso dei clienti alle agenzie, occorre rilevare che sono soggetti all’obbligo di Green Pass base (e cioè quello ottenibile anche semplicemente con un tampone molecolare o rapido negativo), i clienti di servizi commerciali, finanziari, di negozi e centri commerciali, di uffici pubblici. La normativa non parla espressamente dell’attività assicurativa; pertanto Sna ha provveduto a richiedere ai competenti enti, chiarimenti applicativi in materia. Considerata la natura di servizio essenziale rivestita dalle Agenzie di assicurazione, con particolare riferimento alla Rcauto obbligatoria, sembrerebbe ragionevole ritenere che le attività assicurative possano proseguire, presso le agenzie, anche dopo il 1.2.2022, consentendo l’accesso dei clienti senza necessità di verifica del Green Pass (base). Allo stato quindi, la normativa vigente sembra non impedire l’accesso presso le agenzie ai soggetti che non siano in possesso del Green Pass (fermo naturalmente l’obbligo dei noti presidi igienico sanitari".
Il Sindacato, intanto, è al lavoro per acquisire maggiori informazioni. "Nel caso in cui dovessero intervenire nuove disposizioni o chiarimenti da parte delle Autorità competenti - conclude Demozzi - informeremo la categoria prontamente".
Luigi Giorgetti